Sempre più in alto  15

Abbiamo provato il seguito del folle racing RedLynx. Pronti a lanciarvi da una montagna con i vostri amici?

Continua la scalata di RedLynx, la software house finlandese eroina del canale Live Arcade, grazie al rilascio di quello che molti considerano come uno dei suoi migliori esponenti, Trials HD. In realtà il progetto Trials godeva già di una notevole popolarità in ambito PC, ma rimane indubbia la sublimazione attuata nella versione esclusiva per Xbox 360.

L'acquisizione da parte di Ubisoft è solo un'ulteriore tappa della grande carriera di questa casa indie, che ha deciso di festeggiare con un vero e proprio seguito, o per meglio dire una versione potenziata ai massimi livelli, che prende il nome di Trials Evolution. Dopo la nostra visita agli studi in Finlandia, dove avevamo già avuto occasione di provare il gioco, abbiamo tra le nostre avide mani una versione preliminare già molto indicativa del prodotto che ci aspetta. Ovviamente sempre in esclusiva per la piattaforma Microsoft. Seguiteci per sapere tutto.

Evoluzioni su due ruote

Tra una cosa e l'altra sono già passati 3 anni dall'uscita di Trials HD, cosa ha combinato nel frattempo RedLynx per rendere ancora più appetibile il suo prodotto? Sostanzialmente operare sul fattore more of the same, che in questo caso assume proporzioni quasi vertiginose per un titolo Live Arcade. Innanzitutto è stato fatto molto per migliorare la modalità principale, che a questo giro presenta diversi slot dedicati a competizioni specifiche, alternati da speciali test licenza da superare. Questi hanno lo scopo di introdurre il giocatore alle dinamiche del titolo, sempre imperniato su corse ambientate in un piano bidimensionale, ma subordinate al complesso sistema di fisica della moto, che dobbiamo impegnarci a dominare nelle situazioni estreme che ci vengono sottoposte. È indubbio che nell'opera di ristrutturazione Redlynx abbia gettato un occhio su un altro titolo molto popolare e particolarmente correlato a Trials, stiamo parlando di Joe Danger: Special Edition.

Dal prodotto di Hello Games viene ripreso il sistema a medaglie per sbloccare le gare avanzate. Questo significa integrare nell'esperienza ludica la ripetizione di gare già effettuate per guadagnare il numero necessario di medaglie per proseguire nella campagna. Alla stessa maniera vengono riprese sezioni analoghe a un platform, dove è perentorio un delicato equilibrio tra freno e accelerazione per muoverci lungo i piani. Nonostante questo Trials Evolution ha mantenuto salda la propria identità, ancora basata su un acuto e stimolante impianto trial & error, ammorbidito dai molti checkpoint e dalla velocità delle gare. Un cambiamento notevole dobbiamo poi segnalarlo per quanto riguarda gli scenari: se nel primo Trials eravamo confinati a un gigantesco magazzino, adesso le gare si svolgono in ambienti aperti e dall'elevato impatto estetico. Dalle montagne ai pittoreschi campi di bombardamento viene confermato quello stile alquanto visionario, fumettoso e fracassone, con un notevole sviluppo verticale, corredato da salti vertiginosi. L'effetto spettacolo è insomma pienamente garantito, anche grazie a un motore grafico decisamente adatto alla situazione.

Voli creativi

Altra novità di questa edizione è il supporto online: stavolta non ci limitiamo a condividere i punteggi con gli amici, ma possiamo sfidarli in vere e proprie gare competitive su una serie specifica di tracciati, preparati per l'occasione. Il preview purtroppo ci ha limitati alle sfide locali fino a quattro partecipanti, ognuno caratterizzato da un colore identificativo, possiamo quindi dedurre che le competizioni online si svolgano sul medesimo tenore. Alla stessa maniera risulta bloccato l'editor, che si presenterà ancora più vasto del precedente, con possibilità di sviluppo paragonabili a quanto visto in LittleBigPlanet. Ciò significa che potremo dilettarci nella creazione di livelli di gioco in grado di sfruttare la fisica in ottica differente dai dettami del gioco.

A dimostrazione di questo, nel preview code viene proposta una prova dove dobbiamo muovere una palla d'acciaio lungo un percorso evitando di farla cadere, in sostanza una sorta di Marble Madness. E, a detta degli sviluppatori, questo è solo l'inizio. Da segnalare anche la presenza di prove speciali dove abbandoniamo momentaneamente la nostra fida moto per indossare un paio di sci(!) e volteggiare nel cielo nel tentativo di conquistare preziosi punti. Le gare ci permettono di guadagnare una cospicua quantità di moneta virtuale, che possiamo spendere nello shop integrato nel gioco. Questo offre un considerevole set di vestiti per il nostro personaggio, oltre alla possibilità di editare i colori del nostro mezzo. Presenti come da consuetudine una discreta quantità di cilindrate. Cogliamo l'occasione per segnalarvi come il titolo abbia già implementato l'aumento dei punti obiettivo, letteralmente raddoppiati. Trials Evolution si prospetta quindi come un sequel che difficilmente deluderà gli appassionati, in quanto espande e migliora tutto ciò che c'era di buono nel predecessore. Rimandiamo alla recensione finale la valutazione globale del gioco che tenga conto anche delle modalità editor e multigiocatore.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

CERTEZZE

  • More of the same (in senso buono)
  • Scenari spettacolari e variegati
  • Editor evoluto

DUBBI

  • Chi non lo ama difficilmente cambierà idea
  • Validità dell'online competitivo