SimCityUn breve ritorno in città 

EA ci mostra di nuovo, a poche settimane dall'annuncio e dal primo articolo, il suo ambiziosissimo SimCity

E' del mese scorso la nostra visita agli studi californiani di Maxis e la prima infornata di informazioni su SimCity. Nel corso della lunga anteprima abbiamo avuto modo di discutere le basi di partenza da cui si è lavorato per produrre, dieci anni dopo, un nuovo capitolo di una serie tanto gloriosa. Un rilancio che abbandona la via del seguito diretto per mantenere lo spirito originale ma rivoluzionare tecnologia, potenzialità e modalità di fruizione. Un breve ritorno in città A partire da un'inedita e, a quanto pare, massiccia componente multigiocatore. A proposito di quest'ultima, ovvero dell'elemento più discusso nelle settimane passate e ancora avvolto da parecchi punti interrogativi, ci è stato garantito che nel corso della prossima E3 di Los Angeles di giugno ne sapremo di più. Noi come sempre ci saremo. Per ora durante l'EA Showcase, appuntamento tradizionale con la line up del publisher statunitense, abbiamo rivisto quanto già osservato a San Francisco, senza godere di particolari inediti dal punto di vista ludico ma osservando una versione leggermente più avanzata che ci permette di aggiungere qualche dettaglio soprattutto tecnico.

Rifiniture in corso

Più che una vera presentazione, quella con protagonista SimCity è stata una tech demo del GlassBox Engine: per la seconda volta abbiamo assistito al mirabolante potenziale simulativo di un motore che mostra quello calcola e calcola solo quello che può mostrare, rendendo da una parte più fedele la simulazione in sé, e dall'altra più verosimile la rappresentazione, quindi il coinvolgimento. Un breve ritorno in città Eviteremo di entrare ancora nel dettaglio per non essere ripetitivi, chi interessato può leggere quanto già prodotto o guardare i più sintetici - ma eccellenti - video rilasciati. Rispetto a una ventina di giorni or sono, questa build godeva però di aggiustamenti tecnici notevoli. Se infatti l'interfaccia resta provvisoria e già confermata come prossima alla sostituzione, il complesso di infographic richiamabili e sovrapponibili alla mappa di gioco, è stato pesantemente aggiornato. In ogni istante si può osservare, ad esempio, il livello di felicità dei Sim che abitano una casa grazie a un tanto semplice quanto chiaro sistema di smile colorati, mentre la ragnatela di linee che indicano la fornitura di acqua ed energia elettrica, per citare due casi, sono da una parte più espliciti, dando anche un'idea della quantità di quella risorsa gestita, dall'altra elegantemente integrati alla grafica in game, senza più sovrapporsi ai modelli dei pedoni, delle macchine e così via. La rappresentazione in sé gode ora di un colpo d'occhio migliore, dato che alla buona idea di utilizzare il così detto stile tilt shift, sembra aggiungersi progressivamente una maggior pulizia dell'immagine. Ma anche più dettagli: abbiamo notato diversi modelli di alberi, automobili, case e Sim prima non presenti, una più attenta calibrazione del dept of field e soprattutto l'implementazione di luci e ombre dinamiche più precise. Graficamente SimCity prende forma e, se piace lo stile ultra colorato e saturo scelto, difficilmente manca di lasciare a bocca aperta. Il dettaglio è comunque sempre funzionale al gameplay: Un breve ritorno in città private una città di energia per un po' di tempo e i suoi abitanti si deprimeranno, lasceranno il lavoro e infine le loro abitazioni, che non tarderanno molto a riempirsi di graffiti e altri segni di uno stato di abbandono. Povertà e crimine saranno gestiti come una qualsiasi altra risorsa, propagando i loro effetti non fronteggiati ad altri quartieri e poi ad altre città, anche di giocatori diversi. Quanti giocatori per regione? Non ci è dato saperlo. Ci saranno obiettivi comuni o specializzazioni condivisibili con altri utenti? Pure su questo non siamo riusciti a ottenere una risposta definitiva. Ci è stato garantito che sarà comunque giocabile da soli anche se la nostra impressione è che, per come è stato ideato, il multiplayer resta il vero e inequivocabile cuore dell'esperienza. Che questo si riveli un bene o un male è davvero troppo presto per dirlo, per ora continuiamo a vedere l'enorme potenziale celato dietro al motore e a tutto quello che potrebbe diventare da qui all'uscita, prevista al momento solo su PC per la prima parte del 2013.

Certezze

  • Ottima tecnologia per una simulazione
  • Tante innovazioni, a partire da un gameplay davvero 3D
  • Ricchissimo di modelli in movimento
  • Grande attenzione al multiplayer...

Dubbi

  • ... che resta tutto da verificare con mano
  • Scala ridotta rispetto a SimCity 4
  • Tante caratteristiche ancora non si conoscono

TI POTREBBE INTERESSARE