8.7

Redazione

9.3

Lettori (179)


  • 379
  • 15
  • 237
  • 34
  • Data di uscita: 12 marzo 2013
  • Piattaforme: pc
  • Tipologia di gioco: Strategico

StarCraft II: Heart of the SwarmTempo di multiplayer 36

In occasione dell'MLG Spring, Blizzard ha presentato una manciata di dettagli, modifiche e unità multiplayer

A due anni da Wings of Liberty, siamo alla vigilia dell'uscita della prima delle due espansioni previste per il gioco, inteso fin dall'inzio come una trilogia. Multiplayer.it ha avuto occasione di provare in esclusiva una preview del gioco ad Anaheim, illustrata dal game director Dustin Browder. Heart of the Swarm prosegue l'epica trama di Wings of Liberty con una nuova campagna incentrata su Sarah Kerrigan, l'ex Regina delle Lame. Tempo di multiplayer L'espansione includerà anche mappe e unità multigiocatore inedite, oltre che nuove caratteristiche e miglioramenti alla piattaforma online Battle.net. La campagna conterrà 20 nuove missioni. I giocatori potranno personalizzare il proprio Sciame con abilità e unità speciali, disponibili solo in modalità campagna, evolvendolo biologicamente come si addice allo stile zerg di questa espansione. Per esempio, gli Zergling potranno evolvere in sottospecie specializzate, come gli Sciamidi, generati quasi istantaneamente a gruppi di tre per larva, anziché due come accade normalmente. Tempo di multiplayer Un altro ramo evolutivo dello Zergling, il Raptor, è più resistente e può coprire brevi distanze con un salto per raggiungere più velocemente il nemico. Un aspetto che lo differenzia da Wings of Liberty è il fatto che Kerrigan avrà un ruolo centrale in ogni battaglia, a cui parteciperà come potente unità eroica. Nel corso della campagna aumenterà la propria forza e acquisirà nuove abilità. I giocatori potranno scegliere quali delle sue abilità potenziare e quali poteri usare di missione in missione. Heart of the Swarm include inoltre molti luoghi e scenari che il giocatore potrà esplorare tra una missione e l'altra. Tempo di multiplayer Questi scenari cambieranno in maniera dinamica man mano che si compiranno le missioni, dando l'impressione di un mondo che si sviluppa con l'avanzata di Kerrigan nella galassia. Interludi doppiati in italiano completeranno l'esperienza cinematografica della campagna, assieme a un nuovo assortimento di imprese e di ricompense sbloccabili come emblemi e ritratti. Il motore di gioco è stato ottimizzato e rinnovato in determinati aspetti, per meglio rappresentare le novità inserite: l'aspetto e il comportamento del biostrato Zerg, nuovi pianeti che Kerrigan visiterà durante la campagna in singoloCorreggere si, ma non troppo, al fine di mantenere gli stessi requisiti minimi di Wings of Liberty.

Nuovi arrivi

Arriviamo al multiplayer, aspetto più importante di tutta l'operazione. "Quello che vi stiamo mostrando molto probabilmente sarà nella versione finale" ci racconta Dustin Browder, game director di Starcraft 2 "ma solo dopo la Beta potremo decidere". Tempo di multiplayer Nonostante l'espansione sia concentrata sugli Zerg, ogni razza riceverà nuove unità. L'impressione generale è che si voglia sdramatizzare la concentrazione della battaglia in un unico punto: la "ball of death", come la chiama Dustin. "Con Heart of the Swarm abbiamo cercato di individuare le esigenze di ciascuna razza e di rispondervi con nuove unità e abilità. Abbiamo inoltre tentato di mantenere, e se possibile sviluppare, l'unicità di ogni razza. Il fine di tutto quello che creiamo per la modalità multigiocatore di Heart of the Swarm è aggiungere nuove dimensioni alla strategia e alla dinamica di gioco, mantenendo nel contempo l'equilibrio ed evitando la ripetizione di unità esistenti" prosegue Dustin. Compito arduo, soprattutto se ci si ricorda di quanto all'inizio i Roach erano assolutamenti sbilanciati. Per gli Zerg, il nuovo Ospite dello Sciame fungerà da unità da assedio terrestre. Quando è rintanato, l'Ospite dello Sciame genera unità da mischia che lentamente confluiscono in massa verso le unità o le strutture nemiche. Tempo di multiplayer Ciò consente agli zerg di esercitare una pressione sulle posizioni trincerate degli avversari. "Stiamo anche testando una nuova abilità per l'Ultralisca, chiamata Carica sotterranea, che consentirà a queste creature di entrare in combattimento più facilmente su un campo di battaglia affollato" prosegue Dustin. Quest'abilità attivabile permetterà a un'Ultralisca di immergersi nel sottosuolo, avanzare rapidamente sotto le unità e sbucare all'improvviso per attaccare i nemici. I Protoss metteranno in campo una nuova interessante unità chiamata Oracolo. Si tratta di un vascello da guerra psionico, prodotto al Portale stellare, che sfrutta abilità uniche per assaltare e vessare il nemico. La prima è Sepoltura, in grado di impedire temporaneamente lo sfruttamento dei giacimenti minerari. Un'altra abilità, Preveggenza, permette di spiare una struttura per vedere quali unità o tecnologie sta producendo. La Tempesta è una nuova nave ammiraglia in grado di colpire bersagli sia terrestri sia aerei da lunga distanza, causando danni aggiuntivi alle unità enormi. Tempo di multiplayer Un potenziamento della gittata consente alla Tempesta di sparare da incredibili distanze. Alla Blizzard stano testando fino ad un range di 22. Anche i Terran disporranno di qualche nuovo trucco. Gli Hellion verranno dotati di una nuova abilità che consentirà loro di trasformarsi in camminatori da battaglia. In questo assetto alternativo, gli Hellion si sposteranno più lentamente, ma avranno più punti vita e infliggeranno danni maggiori con un getto di fiamme più corto. Gli Incrociatori otterranno un breve incremento di velocità grazie a un'abilità (Reattore Redline) basata sul recupero. Tempo di multiplayer Questo incremento di velocità permetterà alle navi ammiraglie terran di partecipare agli scontri che avvengono nella fase tarda della partita. È stato presentato anche il Mastino, un camminatore di contrasto alle unità meccaniche: sul campo di battaglia, si concentreranno automaticamente su queste (opzione disattivabile). "Stiamo anche sperimentando una nuova meccanica di gioco per le mappe: colonne di roccia distruggibili in grado di ostruire le strettoie" prosegue Dustin . Questa permetterà ai giocatori di bloccare alcuni percorsi, di isolarsi in basi d'espansione o di proteggere gli esploratori che tengono la posizione in una torre d'osservazione xel'naga elevata Novità anche sul fronte Battle.net: migliorata prima di tutto la funzionalità delle mappe personalizzate nella sezione Arcade, dove è possibile espandere l'esperienza di gioco testando le decine di migliaia di nuove mappe e mod create dagli utenti. Tempo di multiplayer Anche per l'editor, saranno disponibili nuovi strumenti che permettono ad esempio di importare i propri modelli 3d ed un editor di filmati che permetterà ai giocatori di creare le proprie sequenze. Altre funzioni previste per il lancio prevedono un sistema di gestione di gruppi e clan, il supporto multilingua, il Gioco globale per giocare su server regionali diversi e un sistema di matchmaking non classificato, che consente di provare nuove razze e strategie senza influire sulla posizione nella ladder. Ci saranno inoltre la visualizzazione dei replay multigiocatore e la possibilità di riprendere una partita multigiocatore da un replay. Ulteriori dettagli su questi e altri aggiornamenti di Battle.net verranno dati in seguito. Se la data di rilascio è ancora misteriosa, ci viene confermato il lancio della Beta nelle prossime settimane. Al solito per Blizzard, sarà una Beta chiusa gestita ad ondate. Torneremo a parlarne approfonditamente una volta dentro.