Periferiche WiiUTutto su Wii U 91

Ci sono volute ben tre presentazioni ufficiali all'E3, ma finalmente i contorni della nuova home console Nintendo si fanno più netti. Vediamo dunque cos'è Wii U, cosa offre e perché dovreste comprarla

Anche i più accreditati esperti di marketing e comunicazione possono fare dei passi falsi, sapete? Quando Nintendo ha annunciato la nascita di Wii U, durante la propria conferenza all'E3 2011, non è infatti riuscita a presentare la console nel migliore dei modi, tanto che persino qualche addetto ai lavori si è chiesto se si trattasse di una nuova piattaforma o semplicemente di un accessorio per Wii. Tra i motivi che hanno portato a dubbi e fraintendimenti rientra la compatibilità con il Wii Remote Plus, mostrato in diversi video e foto, ma soprattutto l'esagerato focus sul GamePad, laddove il "corpo" della macchina praticamente non fu nemmeno mostrato. Insomma, c'era bisogno di correggere il tiro e si è pensato di farlo quest'anno, tramite la realizzazione di un Nintendo Direct speciale prima dell'apertura dell'Electronic Entertainment Expo. In circa mezz'ora di streaming, il presidente Satoru Iwata si è prodotto nell'ormai tradizionale lezione di sociologia, descrivendo le prerogative di Wii U e i concetti alla base dell'esperienza che la casa di Kyoto intende offrire con questo nuovo sistema da gioco, pur senza toccare mai gli argomenti che ci si aspettava venissero affrontati: specifiche tecniche, data d'uscita, prezzo e line-up di lancio. Tutto su Wii U La situazione è migliorata durante la conferenza ufficiale all'E3 2012, quando finalmente si è parlato di giochi e applicazioni, con un acuto iniziale rappresentato da Pikmin 3, che introduce diverse novità rispetto ai precedenti episodi al di là di un nuovo pikmin e di uno scenario "naturale" pieno di elementi interattivi. Il GamePad (questo il nome ufficiale del controller di Wii U) è ancora una volta protagonista, e grazie al touch screen integrato consente un gran numero di approcci differenti anche rispetto a gameplay di tipo tradizionale, in questo caso una sorta di RTS. Durante la conferenza le caratteristiche del controller sono state sviscerate in modo approfondito, grazie a un video molto dettagliato che mostrava tutti i pulsanti presenti sul dispositivo, i vari connettori e la videocamera integrata che potrà essere usata per le videochiamate. Dopo un'introduzione delle nuove caratteristiche della schermata Home, si è quindi passati a New Super Mario Bro. U, episodio tradizionale per la serie Super Mario, dunque in 2D, sviluppato appositamente per Wii U e giocabile sulla TV oppure sullo schermo del GamePad, con la possibilità di passare da una visualizzazione all'altra in un attimo. Si tratta, questa, di una feature che ritroveremo in molte produzioni per la nuova console, specie quelle first-party. Tutto su Wii U Due le terze parti chiamate a condividere il palco della conferenza: da una parte Warner Bros. Interactive Entertainment, che ha mostrato al pubblico Batman: Arkham City - Armored Edition, Scribblenauts Unlimited e il promettente LEGO City: Undercover; dall'altra Ubisoft, che ha portato con sé Just Dance 4, ZombiU, Rayman Legends, Sports Connection, Avengers: Battaglia per la Terra, Rabbids Land e ovviamente Assassin's Creed III. Alcuni trailer hanno poi rivelato l'uscita di una versione Wii U di Darksiders II, Mass Effect 3, lo sparatutto arcade Tank! Tank! Tank!, Tekken Tag Tournament 2, Trine 2: Director's Cut, Ninja Gaiden 3: Razor's Edge e Aliens: Colonial Marines. Non poteva mancare una nuova edizione del software Nintendo per l'allenamento, Wii Fit U, compatibile con la vecchia Balance Board Plus e anche questo giocabile in modo indipendente dalla TV, mentre il comparto "casual" è stato completato da SiNG, una sorta di "karaoke aumentato" che consente di cantare i propri brani preferiti consultandone il testo sul GamePad. L'ultima parte della conferenza ha visto infine la presentazione di Nintendo Land, una raccolta di minigame che svolgerà la funzione di mostrare tutte le peculiarità di Wii U come già accaduto in passato per Wii con Wii Sports.

Il GamePad

Che il cuore di Wii U sia rappresentato dal GamePad non c'è neanche bisogno di specificarlo, ormai, ma di che dispositivo si tratta esattamente? È un controller con integrato un touch screen resistivo da 6,2 pollici (con aspect ratio 16:9), dotato di due stick analogici di tipo standard (è possibile premerli sulle rispettive assi, insomma non si tratta di Circle Pad), un d-pad, due tasti dorsali e due trigger, quattro pulsanti principali (i soliti A, B, X e Y) e gli immancabili Select e Start, a cui si aggiunge il pulsante centrale Home (alla cui sinistra si nota il microfono). Tutto su Wii U Nella parte in basso a destra del GamePad trovano posto due ulteriori pulsanti, ovvero quello per attivare e disattivare il collegamento con la TV e il tasto di accensione e spegnimento, mentre intorno al display sono disposti due speaker (ai lati) e la videocamera (in alto). Nella parte superiore del controller sono collocati il trasmettitore a infrarossi, una porta mini USB, un jack per le cuffie di tipo standard da 3,5 mm, un regolatore analogico per il volume e lo scompartimento per la stilo estraibile. Nella parte inferiore troviamo invece un connettore che verrà utilizzato da Nintendo e dalle terze parti per il collegamento di eventuali accessori. Il GamePad integra infine accelerometro, giroscopio, sensore geomagnetico e il tradizionale rumble, è dotato di una batteria ricaricabile agli ioni di litio e pesa 500 grammi. Non è stata dichiarata la durata della batteria, che secondo alcune voci potrebbe attestarsi su valori simili a quelli del Nintendo 3DS, dunque 3-5 ore a seconda dell'uso.

Gli accessori

Wii U sarà perfettamente retrocompatibile dal punto di vista degli accessori, dunque consentirà l'uso del Wii Remote (normale o Plus) e della Balance Board (normale o Plus) a seconda delle circostanze. Tutto su Wii U Nintendo ha mostrato ad esempio dei minigame appartenenti alla collection Nintendo Land che sfruttano la contemporanea presenza del GamePad e dei Wii-mote per dar vita a sessioni multiplayer per cinque giocatori. In tali frangenti, generalmente, chi impugna il controller per Wii U ricopre un ruolo particolare, come ad esempio nel "rush mode" di New Super Mario Bros. U, dove grazie al touch screen è possibile gestire le piattaforme su cui gli altri giocatori dovranno saltare per superare baratri e trappole in velocità. L'accessorio più chiacchierato è tuttavia il nuovo Classic Controller, palesemente ispirato al controller per Xbox 360 e dunque capace di garantire eventuali sessioni di gioco "tradizionali" all'insegna della comodità e della precisione.

L'hardware: rumor e dati ufficiali

Stupisce che, a un anno dall'annuncio, Wii U non disponga ancora di specifiche tecniche propriamente dette; il che fa quasi pensare che Nintendo abbia voluto "prendere tempo" per capire cosa esattamente avrebbe fatto la concorrenza o magari - perché no? - attendere che il prezzo di determinati componenti diventasse più accessibile. I dati ufficiali diffusi durante l'E3 sono piuttosto generici: la console sarà disponibile in due colori (bianco e nero), monterà un non meglio specificato processore IBM multi-core, una scheda video AMD Radeon HD e disporrà di una certa quantità di memoria flash onboard, con la possibilità di collegare schede SD card e periferiche USB (la console disporrà di quattro porte USB, due davanti e due dietro). Tutto su Wii U Per il supporto ottico si parla di un "Wii optical disc", ma non è chiaro se si tratti di un DVD tradizionale o di un qualche formato proprietario, mentre viene garantita la compatibilità con i giochi per Wii. Presente infine un adattatore Wi-Fi IEEE 802.11b/g/n e una porta LAN, il tutto in un fattore di forma che misurerà circa 27 x 17 x 4,5 cm e peserà 1,5 Kg. Decisamente più dettagliate le caratteristiche tecniche "rubate" dal sito VGLeaks, che parlano di un processore PowerPC con triplo core e 3 MB di cache totale, 1,5 GB di RAM (mentre i dev kit pare siano dotati di una quantità doppia di memoria), GPU dotata di varie feature (fra cui un'unità deputata alla tessellation, supporto per le texture HD a 8192 x 8192 pixel, HDR texture filtering a 128 bit, MSAA, filtro anisotropico fino a 16X e supporto per i compute shader) e 8 GB di memoria flash onboard. Se questi dati dovessero rivelarsi esatti, Wii U potrebbe vantare sulla carta una potenza doppia, se non tripla, rispetto a Xbox 360 e PlayStation 3. Nel computo vanno però inserite anche le risorse necessarie per il rendering video sul display del GamePad, che dipende sempre dall'unità centrale e viene semplicemente trasmesso al controller. L'incidenza di questo fattore giocherà un ruolo chiave in termini prestazioni, e va detto che i giochi presentati all'E3 non hanno dimostrato (per ora) particolari progressi tecnici rispetto alla current gen di Microsoft e Sony. Chi vivrà vedrà.

La data d'uscita e il prezzo

Benché in precedenza si sia parlato di "dopo aprile 2012" per l'uscita di Wii U nei negozi, durante la conferenza all'E3 2012 Nintendo ha dichiarato che la console sarà disponibile durante il periodo natalizio, che significa in genere l'ultimo trimestre dell'anno e si tradurrà probabilmente in novembre, mese "caldo" per eccellenza per quanto concerne l'industria videoludica. Tutto su Wii U Volevamo stupirvi con effetti speciali... E il prezzo? Un po' a sorpresa, non è stato annunciato e dunque non possiamo che fare il punto sui vari rumor pubblicati finora. Un retailer inglese ha messo in preorder Wii U al prezzo di 279,85 sterline, che al cambio attuale si traduce in circa 349 euro. Secondo gli analisti, però, un prezzo del genere non porterebbe Nintendo da nessuna parte e si rischierebbe un secondo "caso 3DS". Michael Pachter, ad esempio, è dell'avviso che la console dovrebbe costare al massimo 300 dollari (che verranno fantasiosamente tradotti in 299 euro, nel caso) "per avere delle possibilità effettive di riuscita sul mercato", ma che un prezzo di 249 dollari o meno sarebbe ancora meglio da questo punto di vista. Staremo a vedere.

Le applicazioni

Wii U vanterà un corposo numero di applicazioni software preinstallate, a cominciare dal Miiverse, un'evoluzione della "piazza Mii" che ci consentirà di far interagire i nostri Mii con quelli degli amici grazie a un'interfaccia grafica rinnovata, che mostra sullo schermo le abitudini altrui come in una mappa piena di contenuti, su cui si può condividere liberamente la propria esperienza. Tutto su Wii U Il GamePad non solo potrò interfacciarsi a piacimento con il televisore, ma anche assumere le funzioni di un normale telecomando, alla bisogna, mentre non mancherà la presenza dell'eShop, l'online store Nintendo tramite cui acquistare e scaricare non solo programmi ma anche giochi veri e propri, che potrebbero essere disponibili in formato digitale dal day one come già sta per accadere con il 3DS. Le feature relative alla Near Field Communication (NFC) consentiranno al GamePad di interagire in modo wireless con oggetti posti al di sopra del dispositivo, come visto nel primo trailer di Rayman Legends, in cui bastava tenere una action figure sul touch screen perché questa fosse proiettata all'interno del gioco. L'offerta multimediale sarà rappresentata da un "canale video" realizzato in collaborazione con Netflix, Hulu Plus, Amazon Instant Video e YouTube, dalla già citata video chat e da un rinnovato browser internet, anche questo consultabile sia sullo schermo della TV che su quello del GamePad.

La line-up di lancio

Veniamo infine alla questione più importante per una piattaforma prossima al lancio, ovvero la lista dei giochi che saranno disponibili in concomitanza con l'arrivo della console nei negozi. Non essendo stata ancora annunciata una data d'uscita precisa per Wii U, purtroppo non è possibile distinguere con precisione i titoli che saranno presenti al lancio (tutti i first-party, ufficialmente) da quelli che, invece, arriveranno nei negozi successivamente, entro la fine dell'anno. Tutto su Wii U Ad ogni modo, la line-up vede impegnata al primo posto Nintendo, con dieci giochi: LEGO City: Undercover (a quanto pare prodotto dalla casa di Kyoto e non dalla solita Warner Bros.), New Super Mario Bros. U, Ninja Gaiden 3: Razor's Edge (anche qui Nintendo farà da publisher in luogo di Tecmo Koei), Nintendo Land (che potrebbe essere venduto in bundle con la console), SiNG, Wii U Panorama View, Game & Wario, Pikmin 3, Project P-100 e Wii Fit U. Ubisoft si pone come la più importante fra le terze parti, con otto titoli: Assassin's Creed III, Just Dance 4, Marvel Avengers: Battaglia per la Terra, Rabbids Land, Sports Connection, Your Shape: Fitness Evolved 2013, ZombiU e Rayman Legends. Warner Bros. Interactive Entertainment pubblicherà due giochi, ovvero Batman: Arkham City - Armored Edition e Scribblenauts Unlimited; così come Namco Bandai, produttore di Tank! Tank! Tank! e Tekken Tag Tournament 2; e SEGA, con Aliens: Colonial Marines e Sonic & All-Stars: Racing Transformed. Tutto su Wii U Tre titoli per D3Publisher (Ben 10: Omniverse, Family Party: 30 Great Games e Rise of the Guardians: The Video Game) e infine uno a testa per Electronic Arts con Mass Effect 3, THQ con Darksiders II, 2K Sports con NBA 2K13, Maximum Games con Jett Tailfin, Broken Rules con Chasing Aurora, Frozenbyte con Trine 2: Director's Cut; e ancora Gaijin Games con Runner 2: Future Legend of Rhythm Alien, Nicalis con Aban Hawkins & the 1.001 Spikes e infine Pwnee Studios con Cloudberry Kingdom. Non si tratta, purtroppo, di una line-up strepitosa: i titoli più importanti delle terze parti sono porting di quanto già visto su PlayStation 3, Xbox 360 e PC, in alcuni casi anche diversi mesi fa (vedi Mass Effect 3, Batman: Arkham City - Armored Edition e il controverso Ninja Gaiden 3: Razor's Edge), e si intravedono già alcune produzioni di stampo casual a basso budget, le stesse che rendono la ludoteca di Wii fra le meno interessanti in termini di rapporto fra quantità e qualità. Ha fatto piacere a molti l'annuncio di Pikmin 3, ma ci si aspettava una produzione ben più importante da parte di Nintendo, laddove New Super Mario Bros. U non sembra offrire molto più delle edizioni già viste su Wii e Nintendo DS. Sicuramente promettenti risultano invece LEGO City: Undercover, ZombiU, Aliens: Colonial Marines e Rayman Legends sul fronte delle novità, con Darksiders II e Assassin's Creed III che potrebbero stupire grazie a un eventuale comparto tecnico superiore rispetto alle versioni Xbox 360 e PS3.