8.8

Redazione

8.9

Lettori (187)


  • 319
  • 9
  • 325
  • 37
  • Data di uscita: 20 novembre 2012
  • Piattaforme: x360, ps3, pc
  • Tipologia di gioco: Action

Hitman: AbsolutionVincoli contrattuali 22

L'agente 47 torna alla Gamescom 2012 per mostrarci una nuova fiammante modalità: Contracts!

La prima giornata della settimana della Gamescom 2012 si è aperta con una varietà di eventi, tutti di grande interesse. Tra questi merita particolare attenzione la presentazione, avvenuta in un cinema extra lusso del centro di Colonia (con tanto di poltrone in pelle reclinabili), di una nuova modalità di gioco di Hitman: Absolution, atteso ritorno dell'Agente 47, che sarà in tutti i negozi il 20 novembre in versione PC, PlayStation 3 e Xbox 360. Il team è oramai alle battute finali di questo lungo viaggio e quel che mancava alla presentazione della loro creatura è, appunto, Conctracts, contratti, una novità per la serie che riflette nel profondo proprio il tipo di giocabilità per cui Hitman è diventato famoso, ovvero la libertà quasi totale con cui ogni missione può essere affrontata e risolta anche grazie all'interazione dei milioni di fan in tutto il mondo, quel milione raggiunto dalla pagina ufficiale di Facebook del gioco.

Contratti di sangue

Per presentare questa novità, a parte un trailer che dovrebbe essere mostrato in queste ore, è stata scelta una missione ambientata a Chicago in un magazzino ricolmo di librerie, in una notte tempestosa. I lampi rischiaravano le vetrate, mentre una pattuglia di poliziotti perlustrava l'area scandagliando l'oscurità con delle torce. Senza sapere a che punto fossimo della storia o della missione, ci è stato detto chiaramente che la mappa poteva essere tranquillamente portata a termine semplicemente abbandonando la zona senza farsi scoprire. Vincoli contrattuali Volendo, però, attraverso un apposito menu era possibile controllare se in quella missione ci fosse a disposizione uno o più contratti. Un contratto è quello che prevede di compiere un assassinio all'interno della mappa rispettando certe condizioni. È così che si veniva a sapere che uno dei poliziotti, il Sergente Meyer, è in realtà corrotto e coinvolto in loschi traffici, avendo così una taglia sulla testa. Questo porta alla ribalta proprio la plasmabilità e la rigiocabilità di Hitman: Absolution che obbliga il giocatore ad analizzare il fondale, gli strumenti e gli oggetti a disposizione per poter portare a termine questa sottomissione, per avere un bonus di denaro utile per comprare nuove armi, nuovi potenziamenti e nuovi travestimenti (saranno tantissimi in questo episodio). Ecco quindi che il semplice scappare al buio veniva sostituito dalla necessità di dover perlustrare l'area, raccogliere una testa di marmo da un ripiano così da lanciarla per attirare l'attenzione dei compagni di ronda del sergente che, una volta rimasto da solo, poteva essere eliminato, lasciando tutto il tempo di tagliare la corda attraverso una delle tante vie d'uscita. Anche perché nel frattempo l'Agente 47 aveva stordito un poliziotto così da rubarne l'uniforme e travestirsi di conseguenza. Il tutto con una buona attenzione per i dettagli, come l'animazione che porta il protagonista a coprirsi il volto, calandovi sopra la tesa del berretto da poliziotto, all'incrociare altri militari, così da non farsi scrutare il volto. Hitman: Absolution - Il re di Chinatown Hitman: Absolution - Il re di Chinatown

E i fan?

Questa modalità è venuta in mente al team proprio in virtù di quel grande scambio di informazioni che i fan hanno sempre effettuato nei forum di tutto il mondo, stimolandosi a compiere una missione in un modo piuttosto che in un altro, uccidendo un personaggio piuttosto che un altro. Il passo successivo è stato quello di creare una sorta di editor così da mettere tutto questo a disposizione di chiunque comprerà Hitman: Absolution anche senza vivere più da vicino la vita delle community online. Ogni singolo livello del gioco potrà essere giocato in modalità creazione, osservando attentamente quel che accade e selezionando fino a tre target possibili tra qualsiasi degli NPC che animano il livello stesso. Vincoli contrattuali Ci si aggira per il livello, giocando normalmente, senza quindi farsi scoprire, decidendo se travestirsi o meno, prendendo la strada o adottando la tattica che si preferisce, e si eliminano fino a tre personaggi. Questi diventeranno obbligatori per chiunque deciderà di provare a completare il nostro contratto, che potrà essere poi condiviso in rete così che i nostri amici o tutti i giocatori della rete possano decidere di batterci, riscuotendo la relativa ricompensa. Una volta che si sia deciso quali e quanti npc uccidere, uccidendoli appunto, bisognerà anche scegliere la via d'uscita dal livello che diventerà obbligatoria per gli altri che scaricheranno il contratto. Si potrà anche stabilire un limite di giorni entro il quale la sfida resterà attiva, mettendo in moto un meccanismo frenetico che permetterà a chiunque di sbizzarrirsi scegliendo le tecniche più fantasiose ed efficaci. È stata proprio questa l'occasione per ribadire la libertà di approccio, mostrandoci diverse soluzioni: nella mappa chiamata Shangri La, un appartamento abitato da spacciatori cinesi e poliziotti corrotti di ronda, dovendo eliminare un militare circondato da altri quattro ci son state mostrate almeno due soluzioni completamente diverse. In una la ronda veniva attirata in una stanza da ballo, attivando la musica e le luci stroboscopiche. Il target restava così isolato e poteva essere eliminato facilmente. Un'altra possibilità era quella di trovare una cassaforte contenente del denaro ed un esplosivo. Dopo aver acceso una radio, il poliziotto veniva attirato verso la cassaforte, aperta, che poteva essere fatta saltare per aria con l'esplosione. Stando però attenti a non coinvolgere anche gli altri di ronda, a pena di una sottrazione di danaro dal totale ottenuto dal contratto. Insomma, questa modalità ci è sembrata la ciliegina sulla torta e un'idea piuttosto innovativa per allungare a dismisura la longevità di un titolo che si fa sempre più interessante. La realizzazione tecnica ci è parsa anche in questo caso discreta, pur mostrando qua è là qualche incertezza in termini di sincronia verticale dell'immagine, soprattutto in virtù dei tanti fattori di cui il gioco deve tenere conto durante una partita. La grande varietà delle diverse ambientazioni finora qui mostrate ci lascia solo il dubbio sulla necessità della storia di riuscire a collegarle in maniera coerente, ma a parte questo l'attesa è alta e non mancheremo di seguire il titolo anche nei prossimi giorni di fiera con le tante postazioni giocabili!

Certezze

  • Una gran quantità di idee
  • La nuova modalità contratti
  • Rigiocabilità alle stelle

Dubbi

  • Una storia coinvolgente e coerente
  • Qualche incertezza tecnica