Tank! Tank! Tank!Guarda qua, carrarmato 

Nella sede di Namco Bandai, a Tokyo, abbiamo assistito alla presentazione di Tank! Tank! Tank! e abbiamo potuto provare il gioco di persona

Lo straordinario successo dei mobile game su iOS e Android ha dimostrato che c'era un bel po' di spazio nel mercato videoludico per applicazioni magari non strettamente casual ma immediate e di facile fruizione. La ludoteca di ogni console, portatile e non, dovrebbe dunque vantare un titolo come Tank! Tank! Tank!, ovvero un action shooter davvero semplice e divertente, nella fattispecie improntato al multiplayer in locale nell'ottica di un party da consumare con gli amici e la famiglia. Il producer del gioco, Kunito Komori, e un suo assistente, vestiti entrambi in maniera quantomeno pittoresca (vedi foto), ci hanno illustrato le modalità che saranno disponibili nella versione finale, basate sul multiplayer competitivo o cooperativo. Guarda qua, carrarmato A bordo di carri armati resi in maniera cartoonesca, il nostro obiettivo sarà dunque quello di abbattere gli altri giocatori oppure di collaborare per affrontare una serie di mostri giganti, il tutto utilizzando il GamePad di Wii U e fino a quattro Wii-mote tenuti in orizzontale. Il sistema di controllo è di una semplicità disarmante: basta agire sul d-pad per muovere il veicolo e sul tasto 2 per aprire il fuoco, con il reticolo di mira che inquadra automaticamente il bersaglio se si trova davanti a noi. La chiave per vincere una partita non sta semplicemente nel cercare di mettere a segno il maggior numero possibile di colpi senza subire troppi danni, bensì nel raccogliere e sfruttare i tantissimi power-up che compaiono nello scenario e che ci permettono di usufruire di armi devastanti per un limitato periodo di tempo. Tank! Tank! Tank! è già disponibile nelle sale giochi nipponiche, dunque quello su Wii U rappresenta il debutto del titolo Namco Bandai su home console.

Boom shakalaka

Kunito Komori ci ha spiegato che il team di sviluppo non ha mai neppure preso in considerazione l'idea di implementare nel gioco una modalità multiplayer online, perché è convinto del valore di un'esperienza party fruita in locale, con la famiglia. Tank! Tank! Tank! si pone dichiaratamente come un prodotto pensato per l'utenza più giovane, per mettere in scena esilaranti battaglie fra padri e figli. C'è chi ha approfittato della sessione di domande e risposte per capire un po' come funziona lo sviluppo di videogame su Wii U, ma non ha trovato grande soddisfazione in quanto il producer ha detto che realizzare giochi è sempre difficile, sorgono continuamente dei contrattempi e così via. Guarda qua, carrarmato Sembra però che l'introduzione del Kong Mode non abbia incontrato intoppi, ed è in effetti una delle novità di questa versione. Abbiamo potuto provarla in prima persona, e funziona in questo modo: il GamePad viene impugnato da colui che andrà a controllare Kong, un enorme gorilla meccanico, mentre altri tre giocatori utilizzano un Wii-mote tenuto in orizzontale per sconfiggerlo a bordo dei carri armati. Prima di partire, però, una piccola formalità: sfruttando la fotocamera integrata nel peculiare controller di Wii U, ci si scatta una foto "incastrando" il viso in una delle tante "maschere" disponibili, allo scopo di creare un avatar. Dopodiché si passa all'azione, che dal punto di vista dei tank è davvero basilare e non prevede manovre aggiuntive oltre al movimento di base e al fuoco del cannone principale, tanto che in più di un'occasione abbiamo maledetto la mancanza di una qualsivoglia manovra evasiva, magari anche consumabile, per poter sfuggire ai colpi del gorilla bionico. La partita è terminata con la vittoria di Komori, chiaramente, e con la conferma che difficilmente Tank! Tank! Tank! potrà essere apprezzato da un'utenza che non sia decisamente casual. Il gioco sarà disponibile durante la finestra di lancio di Wii U, ed è curioso notare come ancora non sia stato deciso se si tratterà di una release retail o digitale, anzi ci è stato chiesto cosa pensavamo fosse la scelta migliore. La nostra idea è che nella forma di un prodotto scaricabile, preferibilmente dal prezzo molto contenuto, il titolo di Namco Bandai possa aspirare a un discreto successo.

Certezze

  • Il multiplayer in locale funziona bene
  • Quattro differenti modalità
  • Decisamente semplice...

Dubbi

  • ...forse anche troppo
  • Scarsa attrattiva per i videogiocatori propriamente detti
  • Tecnicamente basilare

TI POTREBBE INTERESSARE