Pro Evolution Soccer 2013 (PES 2013)Un gradito ritorno, anche su PC 

Come ormai da tradizione, insieme alle versioni console il calcio Konami scende in campo anche nel regno di mouse e tastiera: ci sono differenze?

Dopo una tradizione pluriennale di esclusive su PlayStation, è ormai già da diversi anni che la serie PES viene portata da Konami anche su PC: non fa eccezione naturalmente Pro Evolution Soccer 2013, arrivato sugli scaffali proprio nel corso dell'ultimo fine settimana. Dopo averne sviscerato tutte le novità grazie alla recensione della versione Xbox 360 di qualche giorno fa, torniamo sull'argomento per vedere se e quali dettagli degni di nota porta con sé questa nuova incarnazione Un gradito ritorno, anche su PC per PC, destinata insieme alle sue "sorelle" nei piani di Konami a rilanciare alla grande un marchio storico, costretto invece negli ultimi tempi alla rincorsa nei confronti della concorrenza. Una lotta serrata, che ha visto spesso negli anni scorsi proprio la serie PES vincere alla grande il confronto su PC, grazie anche alle conversioni di FIFA effettuate in modo non proprio entusiasmante. L'avvento di FIFA 12 ha però cambiato le carte in tavola rilanciando una lotta che ora, puntualissima, si rinnova. Dopo aver dunque provato anche quest'altra versione di Pro Evolution Soccer 2013, possiamo dirvi che qualcosa di diverso, nel bene e nel male, c'è.

Installa che ti passa

Come gran parte dei giochi per PC, anche Pro Evolution Soccer 2013 richiede una fase d'installazione che finisce per occupare circa 7GB di spazio su disco. Una volta finita la copia dei file, il modo in cui Konami presenta la propria creatura su questa piattaforma non offre particolari novità, affidandosi al solito strumento esterno di configurazione, appositamente realizzato per permettere la personalizzazione di alcuni parametri specifici del PC come la porta da usare per giocare via rete e la scelta dei controlli. Il tool è completamente simile a quello visto in passato, con la possibilità di selezionare un joypad se lo si possiede, ma soprattutto d'impostare il dettaglio grafico: in termini di scalabilità, viste le poche opzioni (si può scegliere solo tra dettaglio basso, medio o alto) c'è sicuramente ancora del lavoro da fare, mentre soddisfa la possibilità di settare il gioco alla risoluzione massima di 1920x1080. Fortunatamente, una differenza ormai consolidata rispetto ai primi anni è costituita dall'ottimizzazione del motore di gioco, arrivata ormai a un livello evolutivo che porta la versione PC a godere di tutto il ben di Dio che compone di solito la configurazione hardware di un videogiocatore: il frame rate resta fisso anche nelle fasi più concitate, guidando a un'ottima fluidità soprattutto in occasione di intermezzi e replay, da sempre questi ultimi uno dei fiori all'occhiello della serie PES. Anche per quanto riguarda i controlli, niente di nuovo: sono ben lontani i tempi in cui servivano due soli bottoni per giocare al calcio virtuale, anzi la storia recente ci insegna che il numero di tasti necessari è in aumento. Scordatevi quindi la possibilità di affrontare con successo gli avversari online - ma anche la CPU ad alti livelli di difficoltà - senza l'uso di un buon joypad. Può essere inoltre importante avere un monitor oltre i 23 pollici di grandezza: così come le partite di calcio reali, quelle virtuali hanno bisogno di schermi grandi per essere apprezzate completamente, per non rischiare in questo caso di barcamenarsi tra le varie inquadrature offerte dal gioco senza venirne a capo.

Vorrei, ma non posso

Il tallone d'Achille della versione PC di Pro Evolution Soccer 2013 è al momento legato alla sua modalità online, che anche a distanza di qualche giorno dall'uscita del gioco sta presentando qualche problema di troppo. I forum in giro per la rete sono ormai pieni di persone che si lamentano dell'impossibilità di giocare via Internet, sia per disputare un'amichevole che per la Master League Online e tutto il resto, costrette a frustranti tentativi che spesso finiscono per essere vani: gli errori riportati sembrano essere di diverso tipo, divisi tra chi non riesce nemmeno a effettuare il login col proprio Konami ID e chi invece viene bloccato dal sistema di matchmaking. Un gradito ritorno, anche su PC È stato quest'ultimo il caso del sottoscritto, che ha più volte provato invano a effettuare qualche partita online per testare il netcode, anche a diverse ore del giorno e della notte. La speranza è ovviamente tutta riposta in Konami, che possa sistemare quanto prima con una patch questo problema. Tirando le somme, se quanto appena scritto sul multiplayer non vi tocca o semplicemente non avete una console, la versione PC di Pro Evolution Soccer 2013 può essere considerata per l'acquisto, in quanto identica alle altre. Altrimenti, facendo le dovute considerazioni si può pensare di preferirle una delle versioni console, comunque non esenti da qualche problema nella modalità online.

Requisiti di Sistema PC

  • Configurazione di Prova
  • La redazione usa il Personal Computer ASUS CG8250
  • Processore Intel Core i7 2600
  • 8 GB di RAM
  • Scheda video NVIDIA GeForce GTX 560 Ti
  • Sistema operativo Windows 7
  • Requisiti Minimi
  • Sistema Operativo: Windows XP SP3, Vista SP2, 7
  • CPU: Intel Pentium IV 2.4 GHz o equivalente
  • RAM: 1GB
  • Scheda Video: NVIDIA GeForce 6600 o ATI Radeon x1300. Pixel / Vertex Shader 3.0 e 128MB di VRAM compatibile con DirectX 9.0c
  • Requisiti Consigliati
  • Sistema Operativo: Windows XP SP3, Vista SP2, 7
  • CPU: Intel Core2 Duo 2.0 GHz o equivalente
  • RAM: 2GB
  • Scheda Video: NVidia GeForce 7900, ATI Radeon HD2600 o o superiore. Pixel / Vertex Shader 3.0 e 512MB di VRAM compatibile con DirectX 9.0c

TI POTREBBE INTERESSARE