Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 3L'atteso ritorno del ninja della Foglia 

Abbiamo provato a Milano il quarto capitolo della saga Ultimate Ninja Storm, e scambiato due parole con Matsuyama-san!

Ormai giunta al quarto capitolo, la serie Ultimate Ninja Storm sembra intenzionata a continuare sull'ottimo percorso intrapreso dai precedessori, ossia rispondere con ogni nuova uscita alle richieste della vastissima community di appassionati. Con i lavori sulla nuova uscita quasi conclusi, siamo stati invitati da Namco Bandai Italia a Milano, nel piacevole contesto dello spazio Dante Quattordici, per una prova diretta del gioco, e per scambiare due parole con Hiroshi Matsuyama, presidente di Cyberconnect2 ed esplosiva mente dietro a tutte le produzioni della software house giapponese. Durante l'evento abbiamo avuto modo di provare qualche scontro diretto, vedere in anteprima un nuovo trailer e assistere ad una demo interamente dedicata alle boss fight.

Cast d’eccezione

Sono ben 72 i personaggi che compongono il cast di Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 3, il numero più alto mai raggiunto dalla serie. Anche questo quarto capitolo si configura come un gioco di combattimenti a incontri, fornito di una modalità storia con qualche elemento esplorativo e intervallata da lunghe sequenze filmate d'intermezzo. Sia durante queste ultime, sia durante le sequenze di gioco vero e proprio, la sensazione è quella di essere di fronte ad una puntata dell'anime ispirato al manga di Kishimoto. L'atteso ritorno del ninja della Foglia La storia racconta gli eventi della Quarta Guerra Mondiale Ninja, sebbene cominci con un flashback dedicato all'invasione da parte della Volpe a Nove Code. Terminato questo, si concentra sugli eventi successivi all'incontro con il Kage. Da quello che ci è stato possibile vedere durante la presentazione, la drammaticità degli eventi è stata riprodotta con grande cura, sfruttando il videogame per riservare ai fan anche qualche sorpresa, sulle quali naturalmente Matsuyama-san mantiene il più assoluto riserbo, trincerato tra PR e interpreti molto fiscali quanto a filtraggio delle domande. Quello che sappiamo per certo è che la storia potrà prendere strade diverse in base alle scelte del giocatore. Grazie a quello che i ragazzi di Cyberconnect2 identificano come Ultimate Decision Mode, i giocatori potranno dare il loro diretto contributo in alcuni momenti determinanti per la storia nel suo complesso, con conseguenze dirette su quanto accadrà nelle fasi successive. Di certo, la varietà nell'offerta di gameplay sembra non mancare, come nel prologo, dove il giocatore si troverà a controllare direttamente gli abitanti del villaggio ninja di Konohagakure. Non ci è invece ancora chiarissima la posizione all'interno della formula di gameplay di alcune sequenze di puro hack'n'slash che abbiamo visto in azione durante uno dei trailer mostrati, e gli sviluppatori preferiscono per il momento non rivelare se si tratti di una modalità separata dal contesto o di segmenti della modalità storia, sebbene, se dovessimo scommettere, punteremmo sulla seconda possibilità. L'atteso ritorno del ninja della Foglia Nello specifico, abbiamo potuto assistere a un brevissimo frammento di gameplay in cui il giocatore controllava Sasuke, ingaggiando battaglia con moltissimi nemici a schermo. Come sottolineato più volte durante la presentazione, grande enfasi è stata posta in questo quarto capitolo sugli scontri con i boss. Molto più ricchi di sorprese e sfaccettature quanto a gameplay, questi ultimi integrano ora complessi (e prolungati) quick time event, e qualche scelta strategica. Nello specifico, abbiamo assistito ad uno scontro in cui il giocatore, nei panni di Naruto, poteva vedere due aspetti della medesima, tragica battaglia, uno contemporaneo agli eventi narrati, l'altro di molti anni precedente, con il protagonista e il suo avversario, del quale vi lasciamo immaginare l'identità, molto più giovani. Tutto il combattimento era intervallato da lunghe cutscene, sia di dialoghi, sia d'azione, le quali costelleranno tutto il gameplay, in maniera più massiccia rispetto ai precedenti titoli della saga. Anche le ore di gioco offerte dalla campagna singolo giocatore sono aumentate, passando dalla quindicina alla trentina, perlomeno a detta degli sviluppatori.

Ninja alla mano

Per quanto gli scontri che abbiamo potuto provare direttamente non siano stati moltissimi, il gioco si è rivelato molto accessibile, sia a mani espertissime, come quelle dei molti appassionati blogger della saga invitati da Namco all'evento, sia a un tocco molto più grezzo, come il nostro. Le tecniche di base sono quelle di sempre, con le particolarità costituite dalla possibilità di scegliere due combattenti di supporto e la centrale importanza del Risveglio, sorta di "boost" di energia attivabile non più solo quando la salute è bassa, come in passato, ma in qualunque momento dello scontro, sebbene una sola volta per combattimento. L'atteso ritorno del ninja della Foglia Proprio l'accessibilità è stato un punto molto discusso in Cyberconnect2 durante lo sviluppo di questo quarto capitolo, così da renderlo "amichevole" anche a coloro che non sono fan della serie videoludica, ma magari dei personaggi e della storia. In effetti, per quanto ci è stato possibile provare, il proposito sembra perfettamente coronato. A detta degli sviluppatori, non ci saranno differenze tra la versione Xbox 360 e quella PlayStation 3 (quest'ultima protagonista dell'evento), se non l'integrazione del motion control. Move non è stato contemplato, mentre Kinect ha ricevuto delle attenzioni, sebbene ancora non sia dato di sapere come esattamente questo venga sfruttato dal gioco. Per quanto riguarda invece i DLC, uno è stato già annunciato, contenente costumi sui personaggi. Abbiamo chiesto a Matsuyama-san se in futuro ci sono piani per contenuti scaricabili più corposi, magari dedicati alla modalità storia, ma abbiamo ricevuto una risposta negativa, "almeno per il momento". Naruto Ultimate Ninja Storm 3 sembra avere tutte le carte in regola per soddisfare gli esigenti fan della saga e, forse, anche per divertire coloro che la conoscono appena, con una modalità uno contro uno divertente e accessibile anche per chi prende in mano il pad per la prima volta. L'atteso ritorno del ninja della Foglia Il comparto grafico, come promesso negli anni scorsi dagli sviluppatori, è stato potenziato in maniera notevole, ed ora è in grado di riprodurre perfettamente le atmosfere dell'anime. Sebbene l'engine sia quello di sempre, forte solamente di un update delle librerie e dell'effettistica, in qualunque momento, basterebbe togliere l'interfaccia per credere di trovarsi di fronte ad una puntata in movimento. Se a questo si aggiungono le discrete novità a livello di gameplay, l'ambientazione in un momento molto interessante per la storia trattata e i moltissimi personaggi del roster, si può davvero scommettere su un'ottima resa finale. La recensione arriverà a primavera 2013, sebbene una data precisa per il lancio ancora non vi sia. Al termine dell'evento sono stati rivelati i dettagli di due edizioni del gioco, una Day One Edition, con qualche contenuto di gioco extra, e una vera e propria Collector's Limited, in due versioni, distinte soprattutto dall'action figure allegata, Naruto in un caso, Sasuke nell'altro.

Certezze

  • In apparenza accessibile a tutti
  • Boss fight migliorate
  • Roster eccezionale

Dubbi

  • Riuscirà ad appassionare anche i non fan della saga?

TI POTREBBE INTERESSARE