Un mese sulla Virtual Console - Novembre 2012  9

La rubrica mensile sulla Virtual Console si chiude (per ora!) con altri due giochi per NeoGeo. Vediamo quali...

Iniziamo con la notizia più importante della puntata, e cioè che la rubrica sulla Virtual Console si prenderà qualche mese di pausa. Probabilmente il supporto non verrà a mancare né su Wii né su 3DS, ma sarà composto, come questa volta e come spesso nell'ultimo periodo, da pochi titoli, principalmente per NeoGeo. Sono lontani i tempi in cui venivano pubblicati giochi su giochi per varie piattaforme Nintendo e SEGA, e non possiamo non far notare come, sebbene in molti lo abbiano invocato per anni, Yoshi's Island non faccia ancora parte del catalogo. Abbiamo deciso di fermare un po' la rubrica anche perché convinti che il servizio riprenderà a pieno regime solo quando la Virtual Console arriverà su WiiU, con la possibilità di giocare i titoli sullo schermo del GamePad, e quando verrà finalmente allestita la sezione dell'e-shop ad essa dedicata. Molto probabilmente verrà modificato anche il servizio per 3DS, che in qualche modo sarà unificato a quello del WiiU. E dovremo ricomprare per l'ennesima volta, forse l'ultima (nella speranza che gli acquisti siano finalmente legati all'account e non alla piattaforma) i tanti classici Nintendo, magari estesi, come si vocifera, all'epoca GameCube. E ora per l'ultima volta nel 2012 occupiamoci dei giochi nel mese, senza sapere quando torneremo con un'altra puntata della rubrica: Iwata ha annunciato che ci sarà una Virtual Console per WiiU, ma non ha dato alcuna indicazione temporale.

Il gioco
Piattaforma: Nintendo Wii
Costo: 900 Wii Points
Uscito nel 1996
Sviluppato da SNK, pubblicato da D4 Enterprise

The King of Fighters 1996 (NeoGeo)

SNK ha ormai pubblicato molti dei suoi giochi su Virtual Console, compresi diversi episodi della serie King of Fighters. L'edizione del 1996, quella che trattiamo ora, è la terza in ordine cronologico: sul catalogo sono già comparsi episodi successivi (oltre che, naturalmente, precedenti), che non solo la sopravanzano temporalmente, ma anche qualitativamente. L'unico serio motivo per cui potreste essere interessati a The King of Fighters 1996 è conoscere la storia della serie passo per passo, essendo questo capitolo di transizione tra l'esordio, comunque positivo, e le opere più meritevoli che sarebbero uscite dopo.

A differenza di molte altre saghe The King of Fighters è una serie che si è migliorata nel tempo, crescendo lentamente fino a diventare uno dei picchiaduro più celebrati, e giocati, dagli appassionati. Al solito la modalità principale consiste negli scontri a team, ognuno di essi composto da tre membri, e questo vale sia da soli che in multiplayer. Rispetto ai precedessori qui il tutto è molto più divertente e tattico, visto il rinnovato bilanciamento tra i personaggi. Grafica e sonoro sono notevolmente superiori agli episodi antecedenti, ma anche qui, esattamente come per la profondità dei combattimenti e la qualità dei controlli, è solo un antipasto di quello che sarebbe venuto dopo. Come detto in apertura prendetelo solo per cultura personale, perché se cercate il miglior The King of Fighters quello del 1997, già presente su Virtual Console, è di gran lunga una scelta migliore.

Il gioco
Piattaforma: Nintendo Wii
Costo: 900 Wii Points
Uscito nel 1997
Sviluppato da Saurus, pubblicato da D4 Enterprise

Shock Troopers (NeoGeo)

Quando si dice sparatutto a scorrimento solitamente vengono in mente o i giochi di fantascienza, stile Gradius o Ikaruga, oppure quelli più tradizionali alla Metal Slug, che ha imposto, grazie a qualità e carisma, la sua struttura a modello dominante. Shock Troopers fa parte di quegli sparatutto che hanno avuto meno successo, pur trovando una fiorente nicchia dove sopravvivere: anche qui si avanza e si spara, ma il gioco, inquadrato dall'alto, prosegue verso qualsiasi direzione sull'asse x-y (o meglio, x-z), non solo orizzontalmente.

Non è certamente un capolavoro, ma si tratta di un'esperienza piacevole, divertente e immediata, un distillato che spesso i videogiochi attuali, opere maggiori comprese, non sono in grado di proporre. Le modalità in cui affrontare l'avventura sono due (oltre al multiplayer, che naturalmente esalta le meccaniche del gioco), e cioè scegliendo un singolo personaggio oppure un team costituito da tre soggetti: quest'ultima possibilità è sicuramente quella che dà maggiori soddisfazioni. Shock Troopers è basato su riflessi e istinto, un prodotto gradevole, che se amate il genere potete comprare senza temere rimpianti; tra qualche settimana o mese dovrebbe arrivare il seguito su Virtual Console, tenetelo in considerazione. Non è solo a causa di Metal Slug tuttavia che lo scorrimento orizzontale ha prevalso: la componente platform, che aumenta profondità, varietà e intensità dell'azione, negli sparatutto alla Shock Troopers scompare quasi del tutto.

Gioco del Mese

Tra i due titoli di novembre il più bello probabilmente è The King of Fighters 1996, ma noi premiamo Shock Troopers: perché è più atipico, perché ci sono già tanti (e migliori) The King of Fighters sul catalogo della Virtual Console, e perché la sua interpretazione del genere è praticamente estinta nei videogiochi moderni. Presto dovrebbe arrivare il seguito - anche se la data precisa è ancora ignota - che lo migliora quasi in ogni aspetto, quindi valutate voi se è il caso di aspettare.