GDC 2016La guida definitiva alla GDC 2016 

Eccovi una serie di informazioni utili per affrontare al meglio l'evento

Come ogni anno, la Game Developers Conference, meglio conosciuta con GDC, riapre la stagione delle grandi fiere di settore con l'edizione 2016. Per chi non la conoscesse, si tratta di un evento dedicato essenzialmente al settore dello sviluppo e della produzione di videogiochi, in cui i professionisti dell'industria s'incontrano, mentre gli attori più importanti sulla scena tengono conferenze per diffondere gli ultimi ritrovati tecnologici e per parlare delle tendenze del mercato del futuro prossimo, lì dove fiere più orientate al prodotto finito, come l'E3 o la gamescom, hanno invece lo sguardo piantato sul presente, e pensano al massimo a cosa accadrà sul mercato entro Natale. La guida definitiva alla GDC 2016 La mappa per raggiungere il Moscone Center Insomma, l'E3, la gamescom e il TGS sono pensate per venderci l'immediato, mentre la Game Developers Conference getta le basi dell'industria negli anni a venire, facendo da vetrina per le sue figure cardine.Con gli anni la GDC ha comunque assunto una certa importanza anche per il grande pubblico e sempre più spesso viene sfruttata dai publisher e dai produttori hardware per fare qualche annuncio. L'edizione di quest'anno, che si svolgerà dal 14 al 18 marzo presso il Moscone Convention Center di San Francisco, non sarà differente. Sony e Microsoft hanno già annunciato la presenza di rappresentanti di alcuni dei loro studi più prestigiosi, come Naughty Dog, London Studio e Sucker Punch per Sony e 343 Industries, Turn 10 e Crystal Dynamics per Microsoft. Quest'ultima sarà probabilmente chiamata a chiarire l'intera faccenda Lionhead, la cui chiusura, arrivata a ridosso della fiera, avrà sicuramente una eco. A livello hardware sono attesi i chiacchieratissimi visori VR, che continuano a essere indicati come il futuro dell'industria, anche se il pubblico non sembra esserne troppo convinto... almeno non quanto i reparti marketing. Comunque questa sarà l'occasione perfetta per vedere in azione le versioni finali di Oculus Rift, HTC Vive e PlayStation VR, magari con qualche gioco che li renda appetibili e gli tolga di dosso quell'aria di oggetti esotici molto costosi ma sostanzialmente superflui. Parlando di videogiochi veri e propri, sicuramente faranno la loro comparsa titoli in uscita a breve come Uncharted 4 e Quantum Break. La grande assente sarà probabilmente Nintendo, che già a dicembre aveva fatto sapere di non aver prenotato alcuno stand per la manifestazione di San Francisco. È quindi altamente improbabile che durante la GDC parli della sua nuova console, Nintendo NX, puntando invece a una fiera dal maggiore impatto sul pubblico come l'E3. Certo, c'è sempre la possibilità che venga presentata a porte chiuse ai grandi studi di sviluppo e che magari dagli incontri esca qualche voce di corridoio interessante. Per ora, comunque, non ci è dato sapere cosa accadrà, e non ci resta che attendere il 14 marzo per avere conferme o smentite in merito.

Vi ricordiamo di registrarvi sulla pagina dedicata alla Game Developers Conference, così da essere sempre aggiornati su tutte le novità della manifestazione.

Tutte le informazioni, i giochi e le curiosità dell'edizione 2016 della GDC di San Francisco

La GDC (Game Developers Conference) nasce ben ventotto anni fa, nel 1988, ad opera di Chris Crawford. Fu lui a riunire nella sua casa di San Jose, in California, alcuni sviluppatori per parlare dello stato dell'industria e di problematiche relative allo sviluppo. La guida definitiva alla GDC 2016 Accorsero in ventisette. Con il passare degli anni il numero dei partecipati aumentò drasticamente. L'anno successivo furono circa centoventicinque a voler presenziare, ma di edizione in edizione la risonanza dell'evento tra i professionisti del settore è cresciuta sempre più. Nel 2007 la GDC si è stabilita definitivamente a San Francisco, dopo che per anni si era scelto di alternarne la sede con San Jose. L'edizione 2015 ha superato ampiamente il record di presenze dell'edizione 2014, facendo segnare ben 26.000 ingressi (contro i più di 23.000 dell'anno precedente). Tra gli eventi collaterali più importanti della GDC, c'è l'Independent Games Festival, la più prestigiosa manifestazione del pianeta dedicata allo sviluppo indipendente, durante la quale vengono premiati i titoli underground considerati più meritevoli. Tra i riconoscimenti va ricordato il Seumas McNally Grand Prize, dedicato all'omonimo sviluppatore deceduto nel 2000. I premi ai grandi dell'industria vengono invece assegnati durante i Game Developers Choice Awards, che quest'anno vedono in corsa per il gioco dell'anno:

Fallout 4 (Bethesda Softworks)
The Witcher 3 (CD Projekt RED)
Metal Gear Solid V (Kojima Productions)
Bloodborne (FromSoftware)
Rocket League (Psyonix)

La redazione in fiera e sui social network

Per seguire la nostra copertura della GDC 2016 potete segnarvi l'articolo di resoconto che pubblicheremo domani. Conterrà tutto il calendario degli aggiornamenti e riporterà tutte le pubblicazioni dei giorni a venire. Come al solito copriremo in tempo reale la manifestazione con video, eventi live e articoli scritti sia dai nostri inviati sul luogo che dalla redazione, e attraverso delle notizie dedicate che giornalmente, a qualsiasi ora, vi terranno aggiornati su tutto quello che accade a San Francisco. Si inizia questa settimana con il pre-GDC, quindi seguiremo l'intera manifestazione dal vivo per poi dedicarci, dal 20 marzo, a raccontarvi il post-fiera con impressioni e approfondimenti su quanto sarà emerso, compresi alcuni pezzi dedicati alle conferenze più interessanti e ai giochi presentati. Non mancheranno videoanteprime e interviste al pubblico.

Dulcis in fundo, ecco l'elenco completo dei redattori che si occuperanno dell'evento e i loro account personali su Twitter, così da seguirli durante tutta la manifestazione:

Multiplayer.it - @multiplayerit
Andrea - @sano80
Fabio - @fagio83
Matteo - @matsant
Pierpaolo - @quakeman
Antonio - @tanzen
Umberto - @u_moioli
Vincenzo - @letterav

Cosa attendersi

Questo è un anno complicato per l'industria dei videogiochi, che segna una serie di passaggi importanti verso un futuro quantomai incerto. Stilare un elenco preciso dei videogiochi presenti alla GDC è impossibile, visto che solitamente non vengono presentate line-up complete, ma singoli giochi legati alle tecnologie e alle conferenze. La guida definitiva alla GDC 2016 Ad esempio l'anno scorso a catalizzare l'attenzione furono gli annunci legati ai più importanti motori grafici commerciali sul mercato, come l'Unreal Engine 4 e Unity, con tagli di prezzo che ancora oggi si ripercuotono sull'intera industria. Cerchiamo però di capire di cosa si parlerà, ripartendo da quanto scritto nel primo paragrafo.

Realtà virtuale
Solo su un punto non abbiamo alcun dubbio: quest'anno alla GDC si parlerà soprattutto di tecnologie legate alla realtà virtuale. Saranno sicuramente presenti i produttori dei visori più importanti, ossia Oculus VR e il suo Rift, HTC con il suo Vive e Sony con il suo PlayStation VR. Si tratta di un settore in forte fermento e uno di quelli su cui vengono investiti più soldi (1,1 miliardi di dollari solo nei primi due mesi del 2016). Sinceramente non è chiaro cosa possa essere presentato di nuovo in merito, dato che le aziende citate devono più che altro iniziare a capitalizzare sulle loro tecnologie, ormai ben conosciute, mentre immaginiamo che prima di intervenire, gli operatori rimasti in attesa preferiscano vedere se la VR ha un futuro commerciale concreto o se è solo una speranza. La guida definitiva alla GDC 2016 Comunque, molti grandi produttori hardware presenteranno novità legate al supporto per la realtà virtuale. Intel, Nvidia e AMD hanno già annunciato qualcosa in tal senso. Staremo a vedere le loro mosse.

Microsoft
La GDC sarà l'occasione di tornare a mostrare Hololens e dargli una dimensione di mercato? Chi lo sa. Attualmente le mosse di Microsoft sono imperscrutabili, soprattutto in virtù dei recenti accadimenti. La nostra idea è che sfrutterà la fiera di San Francisco per spingere con vigore le Universal Windows App tra gli sviluppatori e per rafforzare Windows 10 come piattaforma unitaria. Fatichiamo a ipotizzare grossi annunci legati a Xbox One (magari le vociferate periferiche da PC come tastiera e mouse Elite), ma saremo ben felici di essere smentiti.

Sony
La GDC 2016 di Sony sarà sicuramente all'insegna di PlayStation VR, di cui dovremmo finalmente conoscere il prezzo e tutti i dettagli ancora oscuri, come la data di uscita. Anche in qui fatichiamo a ipotizzare grossi annunci legati alla sua console, PlayStation 4, che probabilmente saranno lasciati per l'E3.

Nintendo
Come già detto, Nintendo non presenzierà alla GDC 2016 in forma pubblica. Se l'intuito non ci inganna, è però probabile che NX sarà in qualche modo sullo sfondo, magari a porte chiuse... anche perché se deve uscire nel 2016, è ora che gli sviluppatori inizino a lavorarci sopra.