EditorialiI cinque Trofei più ridicoli di sempre 

Qualche volta si esagera...

L'introduzione degli "achievement", ovvero obiettivi da conseguire all'interno del gioco che però vanno ad arricchire il punteggio del proprio profilo online, è stata indubbiamente un'idea rivoluzionaria. Non solo i giocatori hanno trovato nuovi stimoli videoludici, ma ciò ha permesso agli sviluppatori di scatenare la propria creatività a un costo produttivo relativamente modesto. Non tutto però è oro quello che luccica. Nel tentativo di aumentare la longevità del prodotto, diversi trofei sono sfociati nel ridicolo, proponendo sfide ai limiti dell'assurdità in grado di mettere in crisi anche i più perseveranti. Questa è una deriva non troppo frequente, ma frustrante quando capita, specie per i collezionisti compulsivi che mirano al Platino o al punteggio massimo in un gioco. Riferendosi specificamente ai trofei PlayStation, abbiamo cercato cinque tra i più estremi e ridicoli di sempre. Proseguite nella lettura per scoprire se siete d'accordo con noi.

Esistono trofei che oltrepassano ogni senso della misura, e noi ne abbiamo scelti cinque

Resistance 2 - 10.000 Uccisioni

I trofei legati al multiplayer non sono mai stati una passeggiata di salute, ma Insomniac ha perso completamente il senso della misura con Resistance 2 per PlayStation 3. Il trofeo oro chiamato "10.000 uccisioni" è già storico, richiedendo, come da titolo, un numero esagerato di uccisioni online nella modalità competitiva. Una decisione davvero incauta da parte degli sviluppatori, considerando non solo che i server di Resistance 2 erano già poco stabili all'uscita, ma che questa tipologia di obiettivi è sempre a scadenza. Una volta terminato il supporto online al titolo, diventa praticamente impossibile ottenere il trofeo, e conseguentemente il Platino. Il colpo finale arriva con la considerazione che Resistance 2 rappresenta principalmente un'esperienza da giocatore singolo. Davvero paradossale. I cinque Trofei più ridicoli di sempre

Dead Space 2 - Duro a morire

Più che un trofeo, un incubo digitale. La serie di Dead Space si è sempre contraddistinta per la presenza di obiettivi estremamente difficili, specie per chi decide di inoltrarsi nelle modalità sbloccabili a gioco inoltrato. "Duro a Morire" di Dead Space 2 è però andato oltre: è il tipico trofeo che i predestinati, ammesso esistano, sfoggiano con immenso orgoglio agli amici. In sostanza richiede di completare la metafisica modalità Estremo (Zealot), che metta a disposizione solo tre salvataggi per l'intera durata del gioco, e senza checkpoint. Paura e delirio nello spazio profondo. Tradotto in soldoni, la sfida richiede sessioni di almeno sei ore l'una per terminare il gioco, considerando che l'avventura è lunga e ricca di sezioni estremamente pericolose. Le morti random sono proprio quelle che hanno messo in ginocchio anche i più irriducibili. Dead Space 2 è un titolo grandioso, per molti il migliore della trilogia di Visceral Games, un riconoscimento assolutamente meritato, ma questo trofeo non solo non gli fa molto onore, ma lascia ricordi estremamente sgradevoli nelle poveri menti di coloro che hanno osato conquistarlo. C'è però un rovescio della medaglia esaltante: se siete tra i pochi ad averlo nel vostro profilo, avrete qualcosa di indimenticabile da raccontare ai nipotini. I cinque Trofei più ridicoli di sempre

Killzone 2 - Croce al Valore

Eravamo indecisi fino all'ultimo tra "Croce al Valore" e "Sopravvissuto da Eroe", tra i trofei più assurdi dell'implacabile Killzone 2, un titolo già duro di suo e che presenta obiettivi ai confini della realtà. Il primo però ha preso il sopravvento per la sua scorrettezza concettuale. Va bene anche estremamente difficile, ma perlomeno onesto. Settimane di sangue, sudore e lacrime sono state spese nel tentativo di ottenere il terzo grado di onore settimanale online, ovvero rientrare almeno nel 3% dei migliori giocatori settimanali. Per capire il proprio stato occorre consultare il Ranking all'interno del menu Statistiche, su Zona di Guerra. Forse vi abbiamo stuzzicato la fantasia? Facciamo un esempio inquietante: ipotizzando la presenza di 10.000 giocatori online, dovremmo rientrare tra i 300 migliori giocatori, ma alla sua uscita i server arrivavano anche a 500.000 giocatori. Ovviamente segnaliamo il tutto per puro piacere di informazione, poiché, come già detto in occasione di Resistance 2, se non avete fatto vostro questo trofeo assurdo ai tempi, oggi potete giusto ammirarlo in qualche museo. I cinque Trofei più ridicoli di sempre

Mad Max - Collezionista di rottami

Non solo impossibili, disonesti e ridicoli. Tornando ai tempi recenti, Mad Max ha inaugurato la categoria dei trofei inutili e indisponenti. Come il famigerato "Collezionista di rottami", che richiede un compito non proprio impossibile, ma che sicuramente una volta conseguito vi farà sentire delle persone brutte. In una produzione completamente incentrata su obiettivi basati sulle attività di grind sfrenato (e lungo), si è perso completamente il senso di divertimento e soddisfazione. Per ottenere il trofeo dobbiamo raccogliere nel nostro inventario la spropositata cifra di 10.000 rottami per sbloccare questo sciagurato Trofeo. Per raccoglierli occorre sfruttare un'abilità che richiede addirittura una pausa dal gameplay per avviare l'accumulo del prezioso materiale. In realtà esistono degli stratagemmi per accelerare l'operazione, ma oltre che costringervi a consultare le videoguide, vi farà crescere un insostenibile senso di inadeguatezza esistenziale.

Mortal Kombat - Il mio Kung Fu è più forte

Da non confondere con un obiettivo simile, "Il mio Kung Fu è il più forte" di Mortal Kombat per PlayStation 3 chiude in bellezza questa amena carrellata di sfide scellerate. Il trofeo richiede la padronanza di tutti i lottatori, per ottenere il master rank occorre spendere 24 ore per ognuno dei 28 personaggi, il tutto per un malsano totale di 672 ore di gameplay! Se non riuscite a conquistarlo, lo premiamo noi assegnandogli l'ambito premio del trofeo più ridicolo di sempre. Se non siete convinti dei numeri sopra esposti, pensate ai 10.000 litri di sangue che dovrete versare nel gioco prima di stampare un poster con il platino del gioco da attaccare in casa, giustamente dovranno vederlo tutti. I cinque Trofei più ridicoli di sempre

Menzione speciale: Major League Baseball 2K10

Non potevamo lasciarvi senza questo piccolo gioiello. Se nella vita incontrate qualcuno che mostra con orgoglio il trofeo chiamato "Mid-Summer Classic" di Major League Baseball 2K10, siete assolutamente legittimati dal detestarlo, insieme a 2K Sports, Visual Concepts e la mente diabolica che ha concepito questo obiettivo. In sostanza, poteva essere conquistato solo giocando un All-Star Game nel giorno 13 luglio 2010. E no, non si può barare modificando l'orologio interno, il trofeo richiedeva la connessione ai server 2K. Buon gioco. I cinque Trofei più ridicoli di sempre