Assembla che ti PassaAssembla che ti Passa #43 

Le console inseguono il PC mentre questo corre appresso alla rivoluzione virtuale, nella speranza di anticipare un fenomeno che non sembra ancora interessare al grande pubblico

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

Il PC, quell'entità che è stata data per morta un'infinità di volte, potrebbe aver definitivamente vinto la sua battaglia contro le console. A quanto pare la nuova strada dell'update imboccata sia da Sony che da Microsoft punta ad aggiungere la retrocompatibilità garantita all'architettura PC che, introdotta con la prima Xbox, è stata impiegata sia nel caso di Xbox One che di PlayStation 4. Sempre che leak e rumor si rivelino azzeccati, comprare una nuova console non sarà obbligatorio per poter giocare ai nuovi titoli ma garantirà una grafica migliore e qualche possibilità in più. Un approccio di questo tipo promette balzi più rapidi nell'evoluzione tecnologica del videogioco e questo ci fa inevitabilmente gola, anche se non è esente da problematiche. La prima riguarda gli sviluppatori che, stando alle voci pubblicate Kinda Funny e Giant Bomb, non sarebbero contenti di dover ottimizzare ogni gioco per due macchine. Assembla che ti Passa #43 Il discorso fila ma ci riesce difficile prendere sul serio voci di questo tipo almeno per quanto riguarda gli sviluppatori che si occupano di titoli multipiattaforma e quindi hanno già a che fare con le mille configurazioni del PC. Aggiungerne un paio, tra l'altro accomunate dall'architettura GCN di AMD come le console attualmente in circolazione, non dovrebbe essere un problema così grosso, tanto più che le nuove librerie grafiche sembrano facilitare le conversioni da un sistema all'altro. Il secondo problema concerne l'aumento delle spese per gli utenti console che vorranno restare al passo con i tempi e a questo proposito c'è poco di cui discutere. Un mercato pensato per spingerci ad aggiornare le console ogni tre o quattro anni comporterà senza dubbio costi di acquisto maggiori, ma pur consci di questa amara verità dobbiamo mettere in conto che un avvicendamento dell'hardware ogni sette anni è sempre meno sostenibile e lo è ancora meno di fronte alla rapida evoluzione delle nuove tecnologie video. Inoltre non è il caso di sottovalutare l'importanza di un ecosistema retrocompatibile, che spicca tra i punti di forza del PC. Anche quest'ultimo, tra l'altro, è alle prese con realtà virtuale e risoluzioni estreme che hanno senza dubbio avuto un ruolo importante nella pianificazione relativa alle nuove schede video. A tal proposito AMD ha annunciato il lancio delle GPU Polaris prima del rientro a scuola confermando così l'arrivo in estate delle prime Radeon della serie 400. Considerando quanto variano le date di riapertura delle scuole, questo potrebbe voler dire tanto fine giugno quanto i primi di settembre ma è una conferma comunque importante. Assembla che ti Passa #43 Ed è altrettanto se non più importante la conferma dell'adozione di una politica aggressiva volta ad allargare il mercato VR con soluzioni mainstream capaci di sostenere l'aumento di richieste hardware. Il dirigente ha parlato della necessità di rendere la realtà virtuale più accessibile, cosa sensata vista l'intenzione di AMD di lanciare il proprio visore, puntando a prezzi decisamente più convenienti di quelli ipotizzati per le schede NVIDIA Pascal. Ciononostante la GPU Polaris 10 Ellesmere dovrebbe avvicinarsi, almeno stando a un recente rumor, alla potenza della GTX 980 Ti e potrebbe risultare piuttosto interessante anche di fronte a una GTX 1080 più potente ma molto probabilmente più cara. A decidere la strategia vincente sarà l'effettiva differenza in termini di potenza tra le due schede che potrebbe anche costringere NVIDIA ad abbassare i prezzi. Nel frattempo la realtà virtuale continua ad allargarsi penetrando sempre di più in ambiti che con il videogioco hanno poco a che fare. Da una parte ci sono applicazioni a tratti angoscianti, sebbene capaci di dimostrare la profondità delle esperienze possibili come nel caso della tuta che simula l'invecchiamento. Dall'altra applicazioni più pratiche, pensate per estendere i confini dell'insegnamento come il primo training chirurgico catturato con telecamere VR. L'idea, piuttosto ovvia ma non per questo meno interessante, è quella di mettere l'esperienza chirurgica diretta a disposizione di un numero virtualmente illimitato di studenti, medici ed eventuali spettatori in cerca di reality sempre più morbosi.

Il PC è tornato a dettare legge? Ne parliamo nel nuovo Assembla che ti Passa

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è necessariamente detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

Per la scheda video torniamo a un processore leggermente più caro, troppo per chi gioca solo a MOBA e simili, ma che toglie la necessità di tweak necessari per lanciare alcuni giochi. L'i3 ha comunque 6300 due core ma può contare su quattro thread che dovrebbero eliminare parecchie preoccupazioni.

Torniamo alla GTX 950 che costa un pizzico di più ma si accontenta di un alimentatore da 430W che dovrebbe cavarsela anche con la prossima generazione di schede di fascia bassa basate su processo produttivo a 16/14 nanometri.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 120.00
Intel Core i3 6100 3.7GHz
SCHEDA MADRE € 60.00
ASUS H110M-K
SCHEDA VIDEO € 160.00
Gigabyte GeForce GTX 950 WindForce 2GB
RAM € 45.00
Crucial 8GB (1 x 8GB) DDR4-2133 Memory
ALIMENTATORE € 40.00
XFX TS Serie 430W
HARD DISK € 45.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 40.00
Zalman T3 Mid Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 525.00

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di lanciarsi nel gaming PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Torniamo a un'alternativa AMD per una configurazione modesta ma comunque capace di cavarsela in parecchie situazioni. L'FX-8370, moltiplicatore sbloccato e dissipatore Wraith di serie, costa qualcosa in più ma supera di gran lunga il modello precedente in quanto a temperature e silenziosità.

Teniamo la 970 ma questa volta si tratta della scheda madre su cui montiamo una Sapphire R9 380X Nitro da 4GB. Pur legata a un'architettura ormai datata garantisce supporto DX12, Vulkan e Mantle oltre a vantare un ottimo rapporto tra prestazioni e prezzo. Come sempre ricordiamo che è possibile rinunciare, ormai per tutte le configurazioni, al lettore ottico.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 210.00
AMD FX-8370 4.3Ghz
SCHEDA MADRE € 100.00
MSI 970 Gaming
SCHEDA VIDEO € 240.00
Sapphire Radeon R9 380X Nitro 4GB
RAM € 45.00
Corsair Vengeance Blue DDR3 8GB 1600MHz
ALIMENTATORE € 75.00
XFX TS Series 650W PSU 80+ Gold
HARD DISK € 40.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 55.00
BitFenix Neos
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 780.00

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni estreme, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Il Core i7-6700K e la Noctua NH-D15 garantiscono un margine discreto di overclock per un ottimo processore, destinato a resistere per parecchio tempo. Il problema in questo frangente è quello di scegliere una scheda video visto l'arrivo a breve delle nuove GPU che promettono di spostare in alto la stanghetta delle prestazioni scombinando i prezzi.

La GTX 980 Ti dovrebbe superare la proposta di fascia alta Polaris 10 e tenere il passo della GTX 1080 resistendo meglio delle schede meno performanti alla svalutazione. Per questo la riproponiamo nell'economica versione Palit JetStream. Cambiamo invece alimentatore, questa volta basato sulla piattaforma Leadex di Super Flower, nell'ottica di una configurazione a singola scheda.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 400.00
Intel Core i7-6700K + Noctua NH-D15
SCHEDA MADRE € 220.00
Asus Maximus VIII Hero
SCHEDA VIDEO € 635.00
Palit GeForce GTX 980 Ti JetStream
RAM € 95.00
G.SKill Ripjaws V 4x4GB DDR4-3000 CL 15 (F4-3000C15Q-16GVR)
ALIMENTATORE € 150.00
EVGA SuperNOVA G2 850W 80+ Gold
HARD DISK € 150.00
Samsung 950 Pro M.2 SSD/Hitachi Travelstar 7K1000 SATA III 1TB
CASE € 150.00
Corsair Carbide Air 540
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 1815.00

TI POTREBBE INTERESSARE