Just Cause 3: Mech Land AssaultRico's giant Jedi mech of doom 

All'evento londinese organizzato da Square Enix per presentare la sua futura lineup c'era anche il nuovo DLC di Just Cause

Just Cause 3 è uno splendido contenitore di caos puro. Più un sandbox consacrato al culto delle esplosioni, delle mucche volanti e del surf su aerei a reazione, che un titolo action concreto e godibile da cima a fondo, pensato per permettere ai giocatori di fare più casino possibile tra una missione e uno sterminio gratuito di fastidiosi nemici. Sì, insomma, Just Cause 3 ha una campagna principale un po' deludente, ma la maggior parte dei fan del gioco sono sempre passati sopra alla cosa, troppo impegnati a rendere l'isola di Medici una gigantesca piattaforma per fuochi d'artificio (o un gigantesco obitorio, a seconda delle preferenze). Visto il travagliato sviluppo del titolo - si vocifera dovesse essere in principio una sorta di MMO, e che la sua ripetitività derivi da questo - e i suoi problemi legati alle missioni non particolarmente brillanti, gli Avalanche Studios avevano due strade possibili da percorrere per i contenuti aggiuntivi del gioco: potevano finalmente dedicarsi a storia e personaggi, cercando di rendere più vario il titolo e più sensato il suo avanzamento, o potevano allegramente fregarsene e concentrare tutte le loro risorse su extra sempre più fuori di testa ed eccessivi, così da renderlo un sandbox ancora più imprevedibile. Oggi noi siamo qui, dopo un evento a Londra organizzato da Square Enix, a raccontarvi la nostra prova di un DLC chiamato Mech Land Assault, nel quale si pilotano giganteschi robottoni armati di tutto punto in una nuova isola. Ecco. Diciamo che la strada scelta da Avalanche è un tantinello evidente.

Si può rendere Just Cause 3 ancor più caotico? Sì, basta metterci dei mech giganti!

My mech knows kung fu

In realtà noi una domanda sul futuro della storyline del gioco l'abbiamo fatta immediatamente agli sviluppatori presenti, ma l'animatore di Avalanche intervistato non ci ha messo molto a fugare ogni dubbio sulle volontà del team. La sua risposta è stata un lapidario "ci stiamo concentrando sul divertimento, non siamo al momento interessati ad ampliare la campagna, anche se nel DLC ci sono delle nuove missioni". Rico's giant Jedi mech of doom Non aspettatevi quindi alcun personaggio memorabile in Mech Land Assault; qui principalmente si combatte. Il lato positivo dell'espansione è che i combattimenti non sono più, appunto, a piedi, poiché nella nuova isola chiamata Lacrima, Rico avrà a disposizione la possibilità di evocare un grosso esoscheletro in metallo. Una volta selezionata la posizione del drop, il vostro fiammeggiante mech arriverà dai cieli, pronto a creare l'inferno in terra (giusto per sottolineare la serietà del tutto, quando il mech arriva partono coriandoli ovunque). Siamo in parole povere di fronte a un DLC pensato per migliorare sensibilmente gli scontri a fuoco e portarli al limite, così come Sky Fortress tentava di potenziare al massimo l'esperienza di volo con la tuta alare. E va detto che le battaglie migliorano sul serio, poiché il mech ha dalla sua non pochi trucchetti per devastare ogni avamposto nemico. Si parte da semplici pugni energetici e da devastanti mitragliatori, ma le cose non si limitano certo a strumenti così semplici: il mech è dotato infatti di un controllo gravitazionale che gli permette di spostare a piacimento pesi enormi, di scagliare container contro i nemici e di usare gli stessi nemici come arma contro altri avversari. In pratica, il vostro mech è una sorta di gigantesco Jedi di metallo. Tra le altre chicche di cui dispone, ci sono anche una sorta di Shoryuken elettrico e una tremenda botta ad area utilizzabile mentre si sta saltando. Rico's giant Jedi mech of doom

Pure mayhem

Non che a Lacrima ci siano solo cose da distruggere; si tratta di un'isola prigione, dove Rico si trova per salvare alcuni suoi amici. Lo ripetiamo però, questo DLC ha poco a che vedere con la storia del gioco, qui il fulcro è la devastazione, ulteriormente accentuata dal fatto che i nemici di Lacrima dispongono a loro volta di enormi robottoni che Rico può "rubare" sfruttando la tuta alare e il rampino. Il modo più facile per prendere il controllo di un mech avversario è però usare i Power Core di altri robot a mò di granata EMP: li stordirà per qualche secondo, dandovi la chance di sostituire il pilota. Rico's giant Jedi mech of doom Che il lavoro fatto in Land Mech Assault sia molto curato è indubbio; il sistema fisico è stato riadattato ai poteri devastanti dei mech e alle loro armi pesanti, tra cui un cannone che fa saltare in aria gli edifici con pochi colpi e inoltre sono state introdotte alcune manovre sfiziosissime per chi adora sfruttare i mezzi di Just Cause in modo elaborato. Un particolare consiglio degli sviluppatori è stato quello di raccogliere un jet in volo con il campo gravitazionale del mech, per poi lasciarlo andare come una sorta di missile dopo aver puntato un nemico. Davvero coreografica come azione offensiva. Le ultime sorprese riguardano la possibilità di evocare dei mech controllati da una intelligenza artificiale alleata una volta finito il DLC, e quella di evocare droni offensivi volanti che, se portati in giro, fungono da supporto di fuoco. Tutte chicche che faranno la gioia di molti. Tecnicamente non abbiamo infine notato grossi problemi, cali di frame rate per via degli effetti grafici dei colpi dei mech, o bug eclatanti durante la nostra prova. Va detto però che nel DLC non sembrano esserci nemmeno grossi miglioramenti dell'intelligenza artificiale, sempre piuttosto ebete durante gli scontri. Fatte queste precisazioni, resta dunque da valutare se Mech Land Assault sarà effettivamente un'aggiunta esplosiva a un gioco già fin troppo "over the top", o se soffrirà degli stessi problemi riscontrati in Sky Fortress.

Certezze

  • Un mech gigante a vostra disposizione
  • Il mech ha poteri gravitazionali e sa fare gli Shoryuken. Sì, avete capito bene
  • Una nuova isola

Dubbi

  • Storia quasi inesistente
  • Missioni e intelligenza artificiale non sembrano migliorati

TI POTREBBE INTERESSARE