Il Gioco del MeseIl Gioco del Mese - Maggio 2016 

Vediamo chi l'ha spuntata in un mese incredibilmente ricco di alternative!

Dicono che aprile sia il mese più crudele, ma la verità è che quest'anno maggio ha sorprendentemente attentato alla sicurezza del nostro conto in banca, proponendo una sventagliata di titoli in grado di accontentare praticamente tutti. Forse è rimasto deluso solo chi cercava un simulatore di cassiere del supermercato. In solo mese si sono infatti concentrati il ritorno di Doom, con tutte le lacrime nostalgiche del caso, l'ottimo Total War: Warhammer che ha fatto sbavare il Pregi come una troll che non mangia da mesi, Fire Emblem Fates, l'espansione di Fallout 4 e quella di The Witcher 3, che da sola vale un gioco intero, poi ci sarebbe un certo Overwatch che sta capitalizzando il tempo online di molte persone e infine sua maestà Uncharted 4, ovvero uno dei pochi giochi in cui passi più tempo a scattare foto che a giocare. Inizialmente ammettiamo di aver pensato che ci potesse essere gara tra il titolo Blizzard e quello Naughty Dog, ma il fascino guascone e avventuriero di Nathan Drake è stato troppo forte anche per le pose provocanti di Tracer!

Maggio è stato un mese ricco di uscite, ecco chi ha vinto il titolo di "Gioco del Mese"!

La parola ai lettori

Alla chiusura delle votazioni Uncharted 4 stava serenamente accaparrandosi più della metà dei voti, lasciando agli altri solo le briciole. Doom e Overwatch hanno lottato duramente per il secondo posto, mettendo in scena un'appassionante duello tra tradizione e innovazione. Il Gioco del Mese - Maggio 2016 Nella bagarre per la medaglia d'argento si è buttato anche The Witcher 3: Blood and Wine, il cui voto è probabilmente basato più sulla fiducia che sulle prove, visto che il gioco esce in queste ore. Tuttavia nei commenti è stata guerra aperta tra i fan di The Witcher e quelli di Uncharted 4. I primi rivendicavano il fatto di avere un'espansione di dimensioni pari più o meno a quelle del gioco Naughty Dog, gli altri puntavano il dito contro il fatto che nessuno dei votanti poteva averlo provato e che alla fine era comunque non un espansione, ma un gioco completo. Nel mezzo finivano gli amanti di Overwatch, che forse erano troppo occupati a caricare le proprie ultra per stare a discutere su internet, ma che rivendicavano il fatto di aver votato l'unica proprietà intellettuale del gruppo realmente originale, almeno nella sua realizzazione artistica. A proposito, sapevate che Tracer e alcuni concetti del gioco sono stati presi dalle macerie di Project Titan?

Dentro la redazione

Anche qua più che di votazione dobbiamo parlare di plebiscito, anche se obiettivamente la possibilità di indicare tre alternative ha reso le cose più semplici. In molti hanno votato il tris Uncharted 4/Overwatch/Doom, dando la preferenza al primo in caso di parità dei voti. Qualcuno ha provato a mettere nel mucchio Total War: Warhammer o Fire Emblem, ma non sono state resistenze vane. Il Gioco del Mese - Maggio 2016 Probabilmente sul piatto hanno pesato anche fattori emozionali legati al fatto che Uncharted 4 è, almeno per ora, il capitolo conclusivo di una saga molto seguita, per non parlare di fattori tecnici di prim'ordine, legati soprattutto all'espressività dei personaggi e ad ambientazioni veramente impressionanti. Punti di forza che una volta tirate le somme hanno contato più del charachter design di Overwatch, dei contenuti aggiuntivi di Geralt e dell'orgia di sangue e demoni di Doom. Dopo quattro episodi Uncharted ha dimostrato di avere ancora qualcosa da dire, imparando dai suoi errori, offrendo scontri sandbox interessanti e giocando con lo spettatore in maniera sopraffina. Nessuno ad oggi è in grado di gestire il racconto come Naughty Dog, abilissima nel manovrare dietro le quinte ogni colpo di scena, ogni appiglio mancato o pericolo imminente. Uncharted 4 trasmette emozione, avventura e una certa punta di malinconia, proprio come dovrebbe essere. È un gioco che inizi perché vuoi sparare ai cattivi e finisci concentrandoti sul dettaglio di Sam Drake che si morde le labbra per il disappunto, totalmente rapito dalla narrazione. Anche il nostro Antonio si è realmente innamorato del gioco, per lui "il valore produttivo del titolo Naughty Dog è di gran lunga superiore alla stragrande maggioranza dei videogiochi in circolazione", una frase che probabilmente spiega l'incredibile successo nella votazione come gioco del mese, un premio praticamente mai messo in discussione.

TI POTREBBE INTERESSARE