Gravity Rush 2L'ultimo miagolio di Kat 

Escluso dalla conferenza Sony dell'E3 di Los Angeles, il nuovo Gravity Rush ci è parso più in forma che mai

Quando venne annunciata un'edizione rimasterizzata di Gravity Rush per PlayStation 4, la speranza del Sony Japan Studio e dei fan della bionda Kat era che la serie potesse avere una seconda chance dopo il flop su PlayStation Vita. Sfortunatamente, nella settimana dell'uscita su PSN, Gravity Rush Remastered non è neanche entrato nei venti giochi più venduti su PSN, vanificando così il tentativo di far conoscere l'apprezzata serie a un pubblico più ampio. Sarà per questo che il promettente Gravity Rush 2 non ha avuto alcuno spazio durante la conferenza stampa di Sony all'E3 2016, ma nonostante Kat continui a volare a bassa quota, abbiamo approfittato della fiera di Los Angeles per provare con mano una nuova versione del gioco.

All'E3 2016 abbiamo fluttuato a gravità zero con Kat nel promettente Gravity Rush 2

Dalla luna fino a giove

Tratta dai primi minuti di gioco, la demo di Gravity Rush 2 all'E3 2016 si limitava a introdurre con due tutorial i controlli di Kat e le novità del sistema di combattimento. Per quanto riguarda la capacità di controllare la gravità, fluttuare a mezz'aria e "cadere" da un punto all'altro, è cambiato poco e niente rispetto al primo Gravity Rush, cosa che potrebbe lasciare perplesso chi si avvicina alla serie per la prima volta. L'ultimo miagolio di Kat L'ultimo miagolio di Kat L'ultimo miagolio di Kat Lo abbiamo notato mentre provavamo il gioco: con la sicumera di chi ha speso decine di ore con il vecchio episodio, ci spostavamo da un punto all'altro della città interrompendo continuamente la caduta e sistemando la telecamera con leggere inclinazioni del DualShock. Chi invece ci guardava giocare non riusciva a fissare lo schermo per più di qualche secondo: l'azione di Gravity Rush 2 conserva tutto il fascino del vecchio capitolo, ma allo stesso tempo si porta necessariamente dietro anche i diversi problemi di telecamera. Più interessante era il secondo tutorial, che permetteva di prendere finalmente dimestichezza con quelle che saranno le novità introdotte dal gioco. Oltre a tutte le vecchie abilità (come i calci gravitazionali e la capacità di "scivolare" rapidamente sulle superfici), Kat può adesso cambiare stile di combattimento, attivando la modalità Lunar o quella Jupiter attraverso un rapido tocco sul touch pad. Ciascuno dei due stili va a influenzare sia le capacità di movimento della protagonista, sia gli attacchi che è in grado di sferrare. In modalità Jupiter, più pesante e potente, Kat può infliggere danni maggiori, eseguire devastanti cariche o fare piazza pulita dei nemici attraverso un'esplosione di gravità. Lo stile Lunar è invece l'esatto opposto, permette al giocatore di muoversi agilmente, teletrasportarsi da un punto all'altro ed eseguire attacchi concatenati. È perfetto per affrontare più nemici assieme o avversari particolarmente veloci. A non convincerci del tutto è piuttosto il senso di familiarità che si percepisce nella demo: parte del fascino del primo Gravity Rush era legata all'aura di mistero che circondava Kat e tutti i personaggi che abitavano la città di Hekseville, e che qui è del tutto assente. La speranza è che, superato il prologo iniziale, Kat e Raven si trovino ad affrontare una sfida originale e che non puzzi troppo di déjà vu. Di sicuro, nonostante i possessori di PlayStation Vita siano rimasti scottati dal fatto che Gravity Rush 2 arriverà solo su PlayStation 4, la nuova avventura diretta da Keiichiro Toyama trae enorme beneficio dall'hardware della nuova console. Rispetto alla recente Remastered, il secondo episodio ha un mondo più vivo, popolato e ricco di dettagli, che si estende a perdita d'occhio e può essere apprezzato grazie a una distanza visiva di gran lunga superiore. Quando dovrebbero mancare ormai pochi mesi all'uscita, Gravity Rush 2 ci ha deliziato e incuriosito; speriamo che nella sua ultima apparizione da protagonista, Kat riesca a librarsi in aria con un'avventura di altissimo livello.

Certezze

  • Le nuove abilità di Kat si fondono perfettamente nel gameplay del gioco
  • Il mondo di Gravity Rush più bello che mai

Dubbi

  • Speriamo non sia tutto troppo familiare
  • Restano i problemi di telecamera del primo episodio

TI POTREBBE INTERESSARE