I 10 peggiori giocatori di Overwatch  85

Dieci categorie di giocatori che sui server di Overwatch fanno arrabbiare tutti gli altri

Anche Overwatch ha le sue grane. Nonostante il titolo targato Blizzard abbia saputo evolversi in queste settimane trascorse dalla sua uscita, i giocatori devono infatti fare i conti con alcuni problemi che non sono risolvibili dagli sviluppatori. Stiamo parlando di coloro che infestano i server mandando in bestia tutti gli altri, distinguendosi coi loro comportamenti all'interno di alcune tipologie di peggiori giocatori di Overwatch che individuiamo oggi. In realtà alcune di esse sono più o meno in comune con altri shooter in prima persona, ma visto il suo successo Overwatch può comunque vantare un variegato insieme di persone che a volte sembra entrino in una partita solo per farci un dispetto. Siete pronti per questo mezzogiorno di fuoco? Allora via!

Quali sono i tipi di giocatori che mandano in bestia chi popola i server di Overwatch? Scopriamolo!

Gioco di (poca) squadra

Partiamo da un classico del genere, ovvero da chi ignora completamente gli obiettivi della partita. Per quanto accumulare kill possa fare bene al proprio ego, non è affatto questo il modo di giocare a Overwatch, dove la vittoria finale è sempre subordinata a uno o più traguardi da centrare.

I 10 peggiori giocatori di Overwatch

C'è chi per esempio in modalità Conquista si dimentica dell'area da difendere una volta conquistata, andandosene in giro per la mappa a fare i cavoli propri, ma quelli che sono forse in grado di mandare maggiormente in bestia gli altri membri della squadra sono coloro i quali se ne fregano del carico in modalità Trasporto. Vanno su e giù per la mappa, magari imbroccano anche qualche uccisione, ma lasciano il carico fermo senza farlo avanzare, costringendo gli altri a correre verso di esso per riuscire a raggiungere il checkpoint o l'obiettivo finale in tempo. Rodimenti di fegato a gogo, perché magari questi appartengono contemporaneamente anche alla seconda categoria che vediamo oggi, cioè quelli che si sentono il caposquadra. Nessuno li ha eletti come tali, ma usando la chat scritta o vocale iniziano a impartire ordini a tutti gli altri membri del team. A favore di questa seconda categoria ci sentiamo comunque di spezzare una lancia, perché si dimostrano comunque di supporto a chi è in difficoltà. Certo, c'è da dire che spesso finiscono per confondere gli altri, ma sono sempre meglio di quelli che ce l'hanno sempre con qualcuno. Trovano sempre un buon motivo per ricoprire un malcapitato d'insulti credendo di saperla lunga su vita, morte e miracoli di Overwatch, più degli sviluppatori stessi. Trovano sempre qualcosa di sbagliato nelle azioni dei compagni di squadra, ma naturalmente loro sono i primi a fare cavolate: difficile mantenere la concentrazione, quando per gran parte della partita ci si arrabbia con qualcuno. Quando proprio per loro non è possibile insultare i compagni di squadra, passano agli avversari: tipicamente, il bersaglio preferito è Soldato-76 con la sua "aimbot ultimate", ma anche Mei non scherza.

Oh, mio er(r)o(r)e!

I 10 peggiori giocatori di Overwatch

I 10 peggiori giocatori di Overwatch

Dalle categorie generali passiamo a quelle un po' più specifiche, iniziando con chi non conosce gli eroi diversi da quelli che solitamente usa. Le particolari caratteristiche di alcuni personaggi di Overwatch rendono questo elemento uno dei fondamentali su cui basare il proprio gioco, sfruttando per esempio lo scudo di Reinhardt per proteggersi dagli attacchi nemici e avanzare tranquillamente. Invece no, voi prendete il vostro tank e siete pronti a sacrificarvi per gli altri, ma vi vedete sfrecciare avanti uno Junkrat o chi per lui, finendo maciullato dopo pochi metri. Tristezza a palate, così come è triste vedere chi chiede di essere curato senza farsi vedere. Come posso fare a mandare un Globo dell'Armonia sulla tua testaccia dura con Zenyatta, se non arretri di un centimetro e non ti fai vedere? Come posso fare a curarti con Mercy se non ti preoccupi mai di proteggermi durante un match, lasciandomi più morto che vivo? I personaggi di supporto meritano però una categoria a parte, dedicata a quelli che non sanno usare Lucìo, Symmetra e compagnia. Alcuni di essi hanno una natura decisamente più ibrida rispetto a quella vista in altri giochi, ma questa non è di certo un'attenuante per mettersi ad attaccare chiunque con Zenyatta perché ci si sente fighi dopo aver inanellato due uccisioni grazie al Globo della Discordia. Per non parlare di chi apre portali a caso con Symmetra, portando più danno che beneficio alla propria squadra. Persino con Mercy c'è chi prende fischi per fiaschi, curando quando invece è il momento di dare il bonus danno e viceversa aumentando l'attacco di un altro quando invece egli sta quasi per morire. La versatilità degli eroi di supporto di Overwatch li rende tra i più divertenti da giocare, ma questo può rivelarsi un'arma a doppio taglio. Apprezziamo comunque la volontà di chi prova a usarli, visto che come stiamo per vedere la cosa non è affatto scontata. A questo punto, perché non parlare di quelli che sprecano le ultimate? Non c'è bisogno di dire che gli esempi sono tanti. C'è quello che con Junkrat spara la sua "bomba in buca", facendosela eliminare dopo due metri, oppure quello che con Reaper si lancia nel famoso "muori, muori, muori!" per essere invece l'unico a morire senza essere riuscito a cogliere di sorpresa i nemici. C'è Zenyatta che in trascendenza non cura nessuno, ma il nostro preferito è Hanzo che spara nel vuoto il suo "Ryuu ga waga teki wo kurau", facendo tanta scena ma rimanendo poi come un idiota con zero kill. Chiudiamo questo paragrafo con un sempreverde: quelli che si lanciano in mezzo ai nemici. Sempre e comunque. Anche quando il loro personaggio è tutt'altro che un tank o comunque un eroe da mischia. Non possono farne a meno. Devono sentire il sapore del sangue, anche se questo nel 99,999% dei casi è il loro.

Scelte difficili

I 10 peggiori giocatori di Overwatch

Un momento cruciale di ogni partita a Overwatch è quello della scelta degli eroi. Fortunatamente, durante il match è possibile correre ai ripari cambiando in corsa la formazione del team, ma questo non vuol dire che ci si riesca sempre. Anche perché quando arriva qualcuno poco collaborativo, c'è ben poco da fare se non si ha voglia di mettersi a tappare le falle. Si parte in questo caso da un altro classico, a cui abbiamo già accennato: quelli che non prenderebbero il supporto neanche sotto tortura. Entrano nel match a formazione già completa per ⅘ o si attardano nella selezione, ma dopo che tutti gli altri hanno scelto fanno il loro comodo, lasciando il team orfano di qualcuno che si prenda cura degli altri. La scena tipica è quella in cui vengono invitati a prendere Mercy o qualcun altro, ma è altrettanto tipico il loro sbattersene altamente. A quel punto, o c'è qualcuno che li ricopre d'insulti, stavolta giustificati, oppure c'è chi per spirito di squadra si sacrifica. Anche perché quelli che scelgono l'eroe sbagliato sono sempre in agguato. Al di là del problema legato al supporto, loro sono in grado sempre di fare la scelta sbagliata.

I 10 peggiori giocatori di Overwatch

Per loro, usare due Widowmaker in attacco è una cosa normalissima... dopotutto, se hanno imparato a usare solo un personaggio su ventidue, che cosa devono fare? Allo stesso modo, se il team di difesa è sbilanciato con eroi troppo offensivi non è affare loro. L'ironia della sorte vuole che questi siano poi gli eletti che appaiono nel Highlight con la giocata che risolve la partita, costringendo tutti gli altri alla rosicata silenziosa. Completiamo la nostra carrellata con quelli che cambiano continuamente eroe, forse i peggiori rispetto ai tipi di giocatori che abbiamo citato in questo paragrafo. Chi sbaglia la scelta dà comunque agli altri un minimo di certezza, ma chi a ogni morte passa da Hanzo a Genji a Junkrat a Roadhog (guardandosi comunque bene da un eroe di supporto, pure loro) manda letteralmente al manicomio tutti gli altri. Anche perché in questo caso, armarsi della volontà di porre rimedio agli squilibri altrui vuol dire continuare a cambiare in ripetizione anche per noi. Come diceva Totò, ogni limite ha una pazienza: una volta superata la soglia di tolleranza, non ci resta che sperare di trovare persone con un po' di sale in zucca nel match successivo, evitando per quanto possibile il "ragequit" perché fa sempre brutto. E per voi, quali sono le peggiori tipologie di giocatori che popolano i server di Overwatch?