Il più grande party di Azeroth!  17

Una Notte a Karazhan è la nuova avventura di Hearthstone

Blizzard nel corso degli anni ha presentato le proprie novità durante eventi appositamente organizzati nella sede principale di Irvine oppure durante l'ormai annuale Blizzcon ad Anaheim; ad ogni modo quasi sempre nel proprio territorio. L'annuncio della nuova avventura di Hearthstone, la quarta in ordine di tempo, rappresenta una novità perché è stato fatto a Shangai durante il China Joy (China Digital Entertainment Expo & Conference), che è la più grande fiera di videogame e intrattenimento digitale della Cina.

Non è un caso che Blizzard strizzi l'occhio al mercato cinese, data l'enorme mole di giocatori presenti (qualcuno ricorderà anche le censure a Scheletri e Teschi imposte dalla Cina a World of Warcraft che modificò il gioco senza batter ciglio)! Quindi, alle nostre 8 del mattino (le 3 del pomeriggio a Shangai) è partita una grande festa allestita in modo molto scenografico da Blizzard in tema con le nuova avventura, Una Notte a Karazhan! Dopo una piccola introduzione con il presentatore dell'evento Ali che ha dato modo di conoscere vari streamer e giocatori della community cinese, sul palco è entrato il lead designer Ben Brode, con il suo tipico camicione a quadri, che ha salutato con il suo inconfondibile "Greetings!" e ha aperto le danze mostrando il filmato introduttivo della nuova avventura. Il protagonista è il mago Medivh che ha invitato tutta Azeroth ad un evento speciale a Karazhan in un periodo in cui il suo castello era pieno di vita e ben lontano da quello tetro e infestato che i giocatori di World of Warcraft hanno affrontato nell'incursione originale. Quindi si scatena la festa con i personaggi, protagonisti dell'avventura, che ballano nelle sale del castello, tutto nell'atmosfera di una festosa canzone in stile anni '70: ritroviamo Reno Jackson e Sir Pinnus, direttamente dalla Lega degli Esploratori, intenti a rilassarsi facendo un bagno caldo con una mucca oppure Gnomi e Goblin a cavallo degli enormi pezzi degli scacchi (ricordate la scacchiera di Karazhan?). Gli invitati speciali alla festa sarete voi ed arriverete un'ora prima dell'inizio soltanto per scoprire che Medivh è sparito: avrete il compito di ritrovarlo attraverso quattro ali e un prologo che arriveranno ufficialmente il 12 agosto. Siete pronti a ballare?

Si ritorna nel castello di Medivh con Una Notte a Karazhan, la nuova avventura di Hearthstone

Moroes, l’Opera e il Curatore

Blizzard è andata sul sicuro con una delle ambientazioni più amate dai giocatori di World of Warcraft che hanno speso ore e ore a Karazhan e, come assoluta novità per quanto riguarda la formula d'acquisto delle avventure, si renderà disponibile gratuitamente il prologo a tutti i giocatori i quali, solo per averlo giocato, riceveranno in regalo ben 2 carte: il Corvo Incantato per il druido, che a 1 mana è una bestia 2/2, e una magia del mago, il Portale: Terre del Fuoco che, per 7 mana, infligge 5 danni ad un bersaglio ed evoca al vostro fianco un servitore casuale da 5 mana.

Il maggiordomo Moroes ci accoglierà nella prima ala di Kharazan, il Salotto con i boss Silverware Golem, Magic Mirror e Chess Event, quest'ultimo mostrato in anteprima da Ben Brode e nel quale controllerete dei pezzi degli scacchi bianchi che funzionano con meccaniche particolari e con cui dovrete sconfiggere i pezzi neri. Alla fine di questa ala riceverete, come sempre, alcune carte in premio: quella che è stata presentata è il Cavallo d'Avorio, un minion per il paladino che, al costo di 6 mana, è un 6/4 con Grido di Battaglia: Rinvieni una Magia e la carta che sceglierete rigenererà punti salute pari al suo costo. Questa carta sembra interessante in chiave control anche se, in realtà, è ancora molto presto per dirlo. La seconda ala è il Teatro con il suo spettacolo diviso in tre atti con relativi boss da affrontare: Romulo e Julienne, il Big Bad Wolf e la Crone (in cui in vostro aiuto accorrerà Dorothee) che rappresentano rispettivamente Romeo e Giulietta, Cappuccetto Rosso e il Mago di Oz. Ultimare quest'ala darà accesso alla leggendaria dell'annunciatore del teatro Barnes, un servitore neutrale che, per 4 mana, è un 3/4 che ha un Grido di Battaglia capace di evocare una copia 1/1 di una qualunque creatura casuale del vostro mazzo; l'altra carta premio dell'ala è la Tenera Nonnina, una Bestia per il cacciatore che, a 2 mana, è 1/1 con Rantolo di morte:Evoca un Lupo Cattivo 3/2. Ci viene da dire che è la carta che mancava al cacciatore che, insieme al il Richiamo della Selva, assicura un fortissimo controllo del campo nelle fasi avanzate della partita pur soffrendo nei primi turni rispetto ad altre classi come, ad esempio, sciamano, stregone o guerriero. La terza ala è il Serraglio con il Curatore, Nightbane e Terestian come boss; il premio mostrato per il successo in questa terza parte di Una Notte a Karazhan è proprio il Curatore che è un servitore leggendario 4/6 a 7 mana che, al lancio, pesca una Bestia, un Drago e un Murloc dal vostro mazzo e intorno al quale sarà necessario costruire un mazzo apposito, ragion per cui la sua reale funzionalità è tutta da verificare. L'ultima ala dell'avventura è la Guglia dove affronterete Netherspite, Shade of Aran e il principe Malchezaar: una delle carte che otterrete è per il ladro e si tratta della Vendicatrice Eterea, un 5/6 a 5 mana con la particolare abilità di diminuire di 2 il costo della carte di un'altra classe presenti nella vostra mano. Ci sembra una carta molto difficile da usare ma potrebbe, parole di Ben Brode, aprire la via per mazzi che utilizzano la carta Furto che consente di rubare due carte dell'avversario.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Un’estate caldissima con la festa di Karazhan

Ci saranno un totale di 45 nuove carte e, come al solito, un'arena di gioco tutta nuova mostrata in anteprima e in cui potremo interagire con quattro angoli pieni zeppi di oggetti: uno è dedicato alla piscina di mana caldo, uno alla biblioteca di Medivh, uno al fornitissimo laboratorio alchemico e uno al palco del teatro con relativo spettacolo. Abbiamo accennato inizialmente alla novità del prologo gratuito per tutti i giocatori, tuttavia le successive ali avranno un costo sia in denaro reale sia, come sempre, in monete di gioco.

Se deciderete di comprare tutte le ali in una sola volta, avranno un costo di € 17,99 e daranno anche in regalo un dorso stellato molto bello; i prezzi delle ali singole saranno, invece, di 700 monete d'oro oppure € 5,99 ognuna. E' ancora presto per dare un giudizio quindi, come facciamo di consueto, più in là esamineremo approfonditamente ogni ala, gli scontri PvE e le nuove carte man mano che verranno rilasciate. Per ora quelle presentate non sembrano giocabilissime, a parte quella del cacciatore, mentre qualcuno, come abbiamo letto nei primi commenti della community, sperava di vedere già qualcosa per il sacerdote (vero fanalino di coda del formato standard). Ciò che possiamo sperare è che Blizzard non faccia un passo indietro orientandosi di nuovo su carte con un fattore "C" elevato; questo problema sembrava parzialmente superato con i Sussurri degli dei Antichi (Yogg Saron a parte) ma dobbiamo ammettere che ogni volta che leggiamo la keyword "casuale" ci vengono i brividi e già il Portale: Terre di Fuoco ripropone questa situazione. Pensate alla possibilità casuale di mettere in gioco un Elementale della Terra 7/8 Provocazione, un Demone Guardiano 5/7 Carica o un Leeroy Jenkins 6/2 con carica (che non attiva nemmeno il malus di dare i draghetti all'avversario!) per capire come potrebbe drasticamente cambiare lo scontro. Appuntamento con la metà di agosto per il prologo e per la prima ala di Una Notte a Karazhan.

CERTEZZE

  • 45 carte nuove
  • Finalmente l'avventura di Karazhan!
  • Prologo completamene gratuito per tutti

DUBBI

  • Già alcune carte con un fattore "C" significativo
  • Come al solito l'avventura ha una longevità limitata