Metal Gear SurviveUna storia senza eroi 

Alla GamesCom abbiamo fatto la conoscenza del primo Metal Gear dell'era post-Kojima

Metal Gear Survive per PC Windows
In digital delivery su Steam

Gamescom 2016

A pochi giorni dalla Gamescom si erano fatti più insistenti notizie riguardanti un'edizione GOTY di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, ma nonostante Snake abbia fatto capolino alla fiera tedesca, quello che ci siamo trovati davanti era parecchio lontano da quello che ci saremmo aspettati. Una storia senza eroi Metal Gear Survive: mai titolo fu così appropriato. Il primo capitolo della serie senza il contributo di Hideo Kojima è un gioco di zombie, in cui cercare di sopravvivere in devastati ambienti di un universo alternativo dopo essere stati abbandonati dal proprio boss. Sembra esattamente lo specchio di un franchise rimasto senza una guida forte. "Per noi questo rappresenta un nuovo inizio per la serie" ci dice Richard Jones, ma il fatto che dal trailer Survive assomigli più a un Resident Evil che a un'avventura di Snake ha contribuito a far andare su tutte le furie i fan del franchise. La presentazione del gioco alla GamesCom 2016 è durata appena dieci minuti, giusto il tempo di mostrare un trailer e una manciata di pagine in PowerPoint. Troppo poco per fugare i mille dubbi attorno a quello che sembra a tutti gli effetti l'Umbrella Corps per la serie Metal Gear.

Metal Gear Survive è stata una delle grandi (e poche) sorprese della GamesCom: ve lo raccontiamo

Tra zombie e mondi paralleli

Che Konami fosse intenzionata a portare avanti il franchise di Metal Gear nonostante la dipartita di Kojima era praticamente certo, e nei mesi passati diverse sono state le congetture riguardo alla direzione che avrebbe preso la compagnia giapponese. C'era chi sperava in nuove avventure con protagonista un clone mai visto di Snake, chi invece puntava tutto su un arco narrativo completamente scollegato dagli eventi raccontati nei trent'anni di attività della serie, oppure chi, tutto sommato, non avrebbe disprezzato un nuovo Metal Gear Rising. Una storia senza eroi Invece, Konami ha deciso di sbrigliare la matassa della storia ricorrendo a uno dei più disimpegnati cliché e ambientando questo capitolo in una versione parallela dell'universo di Metal Gear Solid V. Survive si incastra infatti nei momenti finali di Ground Zeroes, quando Snake e Kaz abbandonano in elicottero la Mother Base ormai in fiamme, lasciando un gran numero di soldati ad affondare assieme alla piattaforma. È a questo punto che, dal nulla e per nessun apparente motivo, si crea una frattura spaziotemporale nel cielo che risucchia una manciata di soldati e li abbandona in una versione alternativa del mondo, deserta, ostile e abitata da pericolose creature simili a zombie. Sinceramente incuriositi da una sceneggiatura tanto audace, abbiamo chiesto chi si è occupato di scrivere la storia, ma siamo stati rimbalzati con un seccato no-comment. "Allo stato attuale non possiamo dire nient'altro", ci risponde Jones (a questa e a tutte le altre domande che abbiamo ingenuamente provato a fare). Purtroppo le uniche informazioni che ci è dato conoscere sono quelle riportate brevemente nel PowerPoint: a metà strada tra Left 4 Dead e Umbrella Corps, Metal Gear Survive sarà un action cooperativo per quattro giocatori online, in cui collaborare nel tentativo di superare livelli pieni zeppi di nemici. Come da tradizione della serie, sarà possibile sperimentare con armi più o meno particolari, sebbene l'esempio che ci viene fatto è quello di un semplice arco con una freccia esplosiva. Più interessante è invece la promessa che le meccaniche stealth tipiche del franchise avranno un ruolo importante nel gameplay di Survive e nell'interazione tra i giocatori, ma purtroppo, in mancanza di filmati dimostrativi, tocca concedere al team di sviluppo il beneficio del dubbio. Una storia senza eroi Nel trailer si vedono comunque personaggi difendersi utilizzando un tubo di ferro e una lancia improvvisata, segnale che in Survive le armi da mischia potrebbero avere un ruolo molto più di primo piano rispetto ai precedenti Metal Gear. I diversi membri del party potranno utilizzare quindi differenti set di armi, ma non è chiaro né se sarà presente un sistema di classi, né se si potranno migliorare il proprio equipaggiamento attraverso dei potenziamenti raccolti in giro. Sempre nel filmato di presentazione si vede poi il gruppo dirigersi verso un avamposto recintato costruito ai piedi del relitto della Mother Base, e al calare del sole quello stesso avamposto viene attaccato dagli zombie. Vuol dire che di giorno bisognerà raccogliere provviste mentre di notte toccherà rifugiarsi e difendersi dai nemici? Purtroppo il PowerPoint non lo diceva, quindi per ora rimane una speculazione. Così come speculazione è la presenza di boss da affrontare, visto che il trailer si conclude proprio con una scossa tellurica accompagnata da quello che sembra essere il verso di un Metal Gear. Previsto per il 2017, Metal Gear Survive ci ha lasciato alla GamesCom con tanti interrogativi, e nonostante sia ancora presto per farsi un'idea concreta, è difficile essere ottimisti per la direzione intrapresa. L'idea di abbandonare il taglio autoriale e cinematografico che da sempre ha contraddistinto il franchise per proporre invece l'ennesimo survival cooperativo a tema zombie è quello che più sembra preoccupare gli appassionati del franchise. Resta da vedere se Konami riuscirà, nonostante le premesse, a proporre un'esperienza divertente, oppure se sarebbe stato meglio colare a picco assieme alla Mother Base.

Un Metal Gear free-to-play?

Terminata la presentazione, ci è stato detto che Konami non ha ancora deciso quanto costerà Metal Gear Survive. Sembra assai improbabile che il gioco venga venduto a prezzo pieno, ma la compagnia sta attualmente valutando diverse soluzioni. Resta da vedere se Survive verrà venduto in una fascia più economica, com'è stato per Ground Zeroes, oppure se alla fine sarà distribuito attraverso la formula free-to-play (cosa che, alla luce dello scetticismo dei fan, potrebbe essere l'unico modo per convincerli a dare una chance a questo esperimento).

Certezze

  • Il mondo alternativo di Survive ha un vasto immaginario da cui pescare
  • La combinazione di meccaniche stealth, sopravvivenza e boss potrebbe essere divertente...

Dubbi

  • ...o nulla di troppo diverso dai tanti survival cooperativi
  • Premesse narrative molto svogliate
  • Non è chiaro se verrà venduto a prezzo budget o sarà un gioco free-to-play

TI POTREBBE INTERESSARE