Super donne e scarafaggi blu  27

Stessa presentazione dell'E3 ma tre nuovi personaggi per la demo di Injustice 2 alla Gamescom

Versione testata: Xbox One
Gamescom 2016

"Squadra che vince non si cambia" dev'essere stato il motto di Warner Bros. per la Gamescom di Colonia, considerando come praticamente tutti i propri prodotti siano stati mostrati in versione fotocopia rispetto all'E3. Injustice 2 ha costituito però la proverbiale (seppur molto lieve) eccezione alla regola, esordendo con una presentazione identica in ogni dettaglio a quella che due mesi fa vi avevamo descritto nel nostro articolo da Los Angeles ma lasciandoci poi con l'annuncio di un nuovo eroe che entrerà a far parte del roster di combattenti disponibili e la possibilità di fare un paio di partite con una demo che poteva contare su tre personaggi in più.

Ammazza che mazza!

Sostenendo che la presentazione di Injustice 2 era indistinguibile da quella dell'E3, lo intendiamo in senso letterale: il filmato di gameplay era lo stesso che vedeva scontrarsi prima Batman e Gorilla Grodd e Superman e Atrocitus poi, e anche il copione dello speaker di turno era uguale parola per parola, concentrandosi soprattutto su quel Gear System che consentirà di guadagnare elementi di equipaggiamento dopo ogni partita coi quali modificare aspetto e abilità dei vari personaggi. Niente insomma su cui valga la pena soffermarsi una seconda volta, mentre decisamente più interessante è stato il reveal di quattro nuovi eroi ovvero Deadshot, Harley Quinn, Wonder Woman e Blue Beetle.

Di questi, il primo si è soltanto potuto vedere in un video, mentre gli altri erano tutti inseriti della demo messa a disposizione al termine dell'appuntamento. Pur con il poco tempo concessoci, siamo riusciti a dare uno sguardo a ognuno di questi personaggi, dando ovviamente per galanteria la precedenza alle donne. Harley Quinn mette in scena la sua proverbiale pazzia, eseguendo feroci attacchi con mazze da baseball, martelli giganti e dinamite e potendo contare su alcune mosse che servono deliberatamente a prendersi gioco dell'avversario, una in particolare che la vede distendersi a terra a bighellonare per poi prendere prorompere inaspettatamente con una rapida raffica di revolverate. Wonder Woman utilizza contemporaneamente spada, scudo e l'immancabile lazo per avere la meglio sul nemico, rivelandosi come un personaggio ancor più rapido e letale della controparte del primo Injustice e che può contare su un buon campionario di colpi a breve e a lungo raggio. Infine Blue Beetle - pur essendo un personaggio indubbiamente minore dell'universo DC - si è dimostrato un lottatore decisamente versatile, capace di modificare assetto e stile di combattimento in tempo reale e di trasformare i suoi arti in una varietà di armi diverse grazie alla tecnologia aliena in suo possesso. Oltre a mettere alla prova queste new entry, la nostra sessione di gioco con Injustice 2 è servita comunque a confermare quanto di buono avevamo già espresso da Los Angeles, a cominciare dall'estrema spettacolarità e fisicità degli scontri: i colpi pesano tutti come macigni, le mosse speciali sono spesso devastanti e le arene risultano ancora più dinamiche del prequel, con oggetti del fondale con i quali interagire sia per scopi offensivi sia difensivi e con le transizioni da una location all'altra che tornano più esagerate che mai. Il tutto coadiuvato da un impianto grafico che sembra assolutamente all'altezza della situazione, con ambientazioni curate nei minimi dettagli e personaggi dotati di solidi modelli poligonali e animazioni molto varie.

CERTEZZE

  • Sempre più spettacolare
  • Si intravede una bella profondità
  • I tre nuovi personaggi funzionano tutti

DUBBI

  • Nessuna informazione nuova di rilievo
  • Deadshot mostrato solo in video
  • Contenuti e bilanciamento tutti da scoprire