Nuovo terremoto nella locanda di Azeroth  9

Le principali novità della locanda e le migliori carte di Una Notte a Karazhan

Con le carte provenienti da Una Notte a Karazhan il metagame di Hearthstone ha subito lo scossone a cui siamo abituati dopo ogni nuova uscita, e in questo speciale prenderemo in esame alcune di quelle che stanno influenzando i nuovi mazzi. La locanda, tuttavia, in questo periodo è decisamente in fermento anche per altre novità che Ben Brode e soci hanno introdotto con la patch 6.1.1 di questi ultimi giorni.

La prima riguarda principalmente i nuovi giocatori e, nello specifico, si tratta di un pacchetto di benvenuto speciale, denominato in italiano "Affare" (traduzione che non conferisce di certo epicità alla cosa ma rende perfettamente l'idea), disponibile nel negozio a 4,99 euro ed acquistabile una sola volta: il contenuto sono la bellezza di 10 bustine base e una leggendaria di classe garantita. Sebbene, come già detto, Blizzard strizzi l'occhio principalmente ai nuovi giocatori, che potranno mettere le mani subito su una leggendaria facilitando la creazione di un mazzo competitivo, saranno contenti anche i vecchi giocatori che, pur avendo molte carte, si ritroveranno molte polveri a disposizione per creare qualche carta dorata o leggendaria mancante. Altra novità riguarda le richieste di modifica all'arena che tutta la community reclamava a gran voce e che gli sviluppatori hanno deciso di ascoltare, adottando una soluzione piuttosto spartana ma molto efficace. Anche questa modifica era nell'aria nelle ultime settimane dopo le dichiarazioni del team di sviluppo che, sottolineando l'importanza di variare le modalità di gioco ma anche e soprattutto differenziare l'esperienza e il divertimento al loro interno, ha deciso di eliminare alcune carte forti di classi dominanti come mago e ladro (il paladino non è stato stranamente toccato) e la rimozione di carte deboli per le classi meno giocate (va bene, il fun club del sacerdote può ufficialmente stappare lo champagne): nella "chiacchierata degli sviluppatori" potete trovare tutte le modifiche. Come abbiamo visto nella recensione, Una Notte a Karazhan è andata via senza destare troppo scalpore nella parte PvE, ma le aggiunte stanno influenzando pesantemente i mazzi; vediamo come, considerando sempre il costante movimento (talvolta anche giornaliero) del metagame.

Le carte di Una Notte a Karazhan hanno ridefinito la tier list dei mazzi di Hearthstone

Mazzi a drago e "teatrali"

L'introduzione di nuovi draghi e carte che interagiscono con essi ha fatto rinascere questo tipo di mazzo per stregone, guerriero, sacerdote ma soprattutto per il paladino che aveva già attraversato un periodo in cui li utilizzava ma che aveva smesso di farlo a causa della sua eccessiva debolezza contro mazzi troppo aggressivi. Il Templare di Noctumor è perfetto per i primi turni visto che per 3 mana è un 2/3 con Grido di Battaglia: Evoca due Draghetti 1/1 se abbiamo un Drago in mano (dobbiamo considerarlo di fatto come un 5/4 a 3 mana); anche la Storica di Scagliafatua, che per 3 mana è un servitore neutrale 1/3 che rinviene un drago se ne avete uno in mano, può essere utile per le fasi iniziali permettendovi di scegliere un drago potente per il late game.

Una Notte a Karzhan ha aumentato la possibilità per il paladino di curarsi con il Cavallo d'Avorio: è un 4/4 a 6 mana che rinviene una magia e cura punti vita pari al suo costo e in genere viene giocato in mono copia. In ultimo, il Dragone di Biblioteca, un 3/6 neutrale per 6 mana che distrugge un servitore con attacco 3 o inferiore, può essere un validissimo innesto. Riferendoci al titolo, arriviamo al simpaticissimo Barnes, il presentatore del teatro di Karazhan: il suo impatto è stato immediato e continua a trovare spazio in moltissimi mazzi. Il suo body 3/4 per 4 mana non è il massimo ma la possibilità di mettere in campo una copia 1/1 di un servitore casuale ha aperto nuove e interessanti giocate, non ultima la combo con la magia Evoluzione dello sciamano: immaginate di avere 5 mana per giocare Barnes, che evoca ad esempio una Cosa dal Profondo (costo base 6), e l'Evoluzione, che trasforma la creatura giocata da 1/1 (per l'effetto di Barnes) in un servitore certamente più forte a costo 7 e lo stesso presentatore in un altro servitore a costo 5! Le possibilità sono davvero tante; ci sentiamo di dire che questa è la carta Leggendaria che ha avuto impatto maggiore di tutta l'espansione ma, a riguardo, rimandiamo alla classifica delle top 3 alla fine dell'articolo.

Portali... giganti

Sicuramente la classe dominante del momento è lo sciamano con diversi mazzi: abbiamo la variante aggressiva e quella più basata sulle magie. Proprio il Portale:Maelstrom arricchisce le magie ad area di Thrall e Morgl (la variante Murloc dello sciamano) visto che, oltre a fare un danno ad area incrementabile a due con il totem del danno magico o con Thalnos, evoca una creatura a costo 1. L'altra carta che abbiamo visto usare, in particolare dal pro-player polacco Loyan (considerato uno dei giocatori più forti in circolazione per quanto riguarda lo sciamano), è l'arma Artigli Spiritici che, per un solo mana, è 1/3 ma se c'è un servitore che aumenta il danno

magico riceve +2 in attacco: come molto spesso accade, il metagame non solo è spostato dalle carte ma dai pro-player che le usano facendo accrescere ancor di più il loro valore. Altra bomba di questa avventura è il Gigante Arcano che, di base, è un 8/8 a 12 mana che diminuisce il suo costo di 1 per ogni magia che viene giocata; lo abbiamo visto usare in moltissimi mazzi "tempo" per il mago, che utilizzano molte magie e il solito Destafiamme, e dai token druid, ovvero quei mazzi per Malfurion che lanciano molte magie e tendono a fare pedine provenienti dall'Insegnante Violacea: particolare menzione in questo mazzo anche l'ingresso del Portale: Radaluna che cura un bersaglio di 6 punti vita ed evoca un servitore a costo 6 (altro "range" di mana con minacce molto alte, basti citare Sylvanas o Thaurissan). Il cacciatore ha avuto innesti molto importanti e non poteva non trovarsi nel Tier 1 (i mazzi che performano meglio) dei mazzi grazie alla Tenera Nonnina, che avevamo già visto nei precedenti articoli, e alla sinergia dei segreti (in particolare anche il nuovo Trucco Felino che mette in gioco una 4/2 con furtività in reazione ad una magia dell'avversario) con la Cacciatrice Mascherata, la 3/4 a 4 mana che fa li fa costare zero, anche questa una delle carte migliori di tutta l'avventura. Anche se il suo valore è decisamente sceso come classe, il ladro resiste in versione "miracle" senza particolari ritocchi, visto che alcune versioni stanno aggiungendo "solo" il già citato Barnes e il Pirata Festaiolo (l'1/1 che vi mette in mano una carta dell'avversario). Il guerriero beneficia quasi esclusivamente del nuovo Portale: Forgiardente soprattutto nei mazzi di controllo, visto che questa magia da 5 mana aggiunge ben 4 punti armatura ed evoca un servitore che costa 4; nelle liste del guerriero compare talvolta anche il Principe Malchezaar che aggiunge 5 Leggendarie casuali al mazzo aumentando le carte totali a 35. Lo stesso principe viene usato anche in altri mazzi di controllo ma, a nostro avviso, il meta dovrà rallentarsi di parecchio se questo servitore vorrà trovare spazio nella scena competitiva.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Stregone ok, sacerdote dove sei?

Da Una notte a Karazhan è nato un nuovo archetipo di mazzo aggressivo per lo stregone che utilizza il servitore 1/3 a costo 1 Imp di Malchezaar, che ci fa pescare una carta quando ne scartiamo una, e il Golem dell'Argenteria 3/3 a costo 3 che, se viene scartato, entra in campo: queste carte entrano perfettamente in combo con la Studiosa di Borgoscuro, proveniente dai Sussurri degli Dei Antichi, con il Fuoco dell'Anima e con il Demone Guardiano. Il tallone d'Achille delle classi di Hearthstone rimane comunque il sacerdote, sebbene moltissimi streamer e pro-player famosi com Kibler abbiano provato a creare mazzi che girano intorno alla tanto discussa magia Purificazione che, per 2 mana, silenzia un nostro servitore e fa pescare una carta.

Nelle prime settimane di Una Notte a Karazhan è anche nato un mazzo Sacerdote-resurrezione abbastanza valido che beneficia del nuovo Alfiere d'Ebano il quale, per 5 mana, è un 3/4 che riporta in campo una nostra creatura uccisa e del Sacerdote del Banchetto che, per 4 mana, è un 3/6 che ci cura tre punti vita quando lanciamo una magia; l'utilizzo di questo mazzo porta comunque Anduin ad essere la classe in coda a tutte le altre, vista la difficoltà nel giocarlo in quanto non perdona il minimo errore soffrendo sempre e comunque l'eccessiva aggressività. Con l'approssimarsi della fine dell'anno, si avvicina la nuova espansione di carte che, con molta probabilità, sarà annunciata al prossimo BlizzCon fra un mese ma, di pari passo, crescono le preoccupazioni dei giocatori che, tra non molti mesi, vedranno uscire dal formato Standard il Gran Torneo, il Massiccio Roccianera e la Lega degli Esploratori, con carte come Thaurissan e Reno Jackson (qualcuno ha detto evviva?): Ben Brode ha voluto anche qui rassicurare tutti dicendo che le carte che ci lasceremo alle spalle avranno validi sostituti e noi non possiamo che augurarcelo. Vi lasciamo con la nostra classifica delle tre migliori carte di questa avventura.

Classifica delle migliori 3 carte

Ecco la classifica delle migliori carte dell'avventura per Multiplayer.it che, come al solito, sono state scelte in base all'influenza che stanno avendo sul metagame: che ne pensate?

    Barnes: giocata da quasi ogni classe
    Gigante Arcano: davvero abusata, siamo certi che anche nello standard del 2017 troverà spazio
    Cacciatrice Mscherata: il servitore che segna il definitivo ritorno del cacciatore in tier 1