Le ultimissime  22

Qualche novità e una nuova prova per Dragon Ball Xenoverse 2 al Tokyo Game Show 2016

PROVATO di Umberto Moioli   —  un anno fa

Tutto può essere detto di Bandai Namco, tranne che non sappia come centellinare le novità relative ai suoi titoli più attesi. Ad ogni fiera, durante ogni evento il publisher giapponese sfrutta l'appuntamento per mettere in mostra due o tre nuovi aspetti dei suoi prodotti, dando modo ai fan di essere sempre aggiornati sul loro gioco preferito. Dragon Ball Xenoverse 2 non sfugge a questa logica e anzi, dall'E3 di Los Angeles ad oggi, si è presentato puntuale ogni volta: durante il Tokyo Game Show 2016 ne sono state rivelate alcune caratteristiche e, già che c'eravamo, ci è stato anche dato modo di provare una battaglia precedentemente rivelata solo in sede di presentazione. Non è moltissimo, lo sappiamo, ma visto che si tratta del seguito del gioco più venduto tratto dal mondo di Akira Toriyama, come avevamo già avuto modo di puntualizzare, non ci stupiamo certo di questa strategia.

Xenoverse 2 intende diventare uno dei titoli più completi e ricchi tratti dal manga/anime più famoso

Aspettando Dragon Ball Super

Partiamo dal nuovo test: avevamo parlato delle Expert Mission, contenuto pensato per l'end game che coinvolgerà fino a sei utenti. Bene, a Tokyo siamo stati in grado di provare in prima persona lo scontro con Great Ape Nappa e possiamo confermare che si tratta di un'aggiunta interessante: il livello di difficoltà è parecchio alto e, a meno che non si collabori costantemente con i compagni, le probabilità di venir sconfitti sono reali.

La dinamica per cui si viene spediti in un'altra dimensione ad affrontare un proprio clone presenta forse qualche ingenuità (il punto forte di questa porzione di esperienza è proprio la dinamica cooperativa e non è il massimo che ci venga tolta da sotto il naso proprio sul più bello) ma nel complesso sarà di certo un'aggiunta che farà piacere a chi apprezza l'offerta di Xenoverse. Abbiamo poi appreso che questa volta ci sarà un maggior focus sulla narrazione, sia attraverso l'utilizzo dei filmati, sia attraverso i dialoghi con i personaggi non giocanti, mentre i Maestri da cui apprendere nuove tecniche saranno di più e, una volta completato l'allenamento, verranno esibiti all'interno del badge mostrato prima di ogni scontro, così da rendere chiaro a tutti di chi si è allievi, per così dire. Il cast di personaggi sarà invece più ricco che mai: tutti i protagonisti dell'originale e dei relativi DLC torneranno, e a loro si affiancheranno alcune aggiunte, le ultime rivelate in ordine temporale sono Nail e Metal Cooler, ma non mancheranno neppure una manciata di cammeo proveniente dal nuovo Dragon Ball Super, come Black Goku e Future Trunks. Furbescamente, gran parte dei contenuti legati alla serie attualmente in corso di svolgimento non saranno inseriti nel titolo base, ma faranno parte del season pass, così da diventare il centro d'interesse principale post lancio. Tecnicamente siamo invece al cospetto di un passo in avanti sensibile, soprattutto in quanto a fluidità e dettaglio dei personaggi, ma non stratosferico. Non ci dispiacerebbe un giorno avere un titolo di Dragon Ball al livello degli ultimi esponenti di Naruto Ultimate Ninja in quanto a grafica, perché si tratta in fin dei conti della licenza di maggior successo nel portfolio di Bandai Namco e saremmo curiosi di vederla sfruttata per qualcosa che ci lasci davvero a bocca aperta. In ogni caso Dragon Ball Xenoverse 2 ci ha dato l'impressione di essere un seguito più ricco e rifinito, tanto dovrebbe bastare il prossimo 25 ottobre per fare la gioia dei tantissimi appassionati che hanno già premiato l'originale.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

CERTEZZE

  • Davvero tanti contenuti
  • Più fluido e dettagliato...

DUBBI

  • ...anche se graficamente non al livello di Naruto
  • Non sarà il picchiaduro più tecnico della storia