Assembla che ti PassaAssembla che ti Passa #63 

Questa settimana Assembla che ti Passa è interamente dedicato alle GPU tra schede video in arrivo a breve e architetture rinviate al 2019

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

Da un paio di settimane i rumor sulle GPU si sono intensificati e questo è quasi sempre un segnale che l'ufficializzazione si avvicina a grandi passi. A quanto pare l'uscita della GTX 1080 Ti sarebbe fissata per gennaio, almeno secondo un nuovo rumor che sembra anche confermare le specifiche di cui abbiamo parlato negli ultimi due appuntamenti con la rubrica. E il 2017 potrebbe accogliere anche il refresh a 14 nanometri della serie GeForce 1000 che probabilmente servirà a mantenere appetibile l'architettura Pascal in attesa dell'arrivo dei chip Volta. Per quanto riguarda quest'ultima, infatti, il primo chip sarà commercializzato solo a fine 2017 e si tratterà della versione destinata a sostituire il Drive PX 2 che è espressamente dedicato alle automobili. Questo significa che la versione destinata alle schede video consumer non arriverà fino al 2018, lo stesso anno in cui AMD avrebbe dovuto lanciare l'architettura NAVI. Dovrebbe, diciamo, perché pare che la compagnia abbia deciso di rinviare la nuova tecnologia al 2019 e il motivo riguarda con tutta probabilità la confidenza che Vega possa tenere testa a Pascal. Assembla che ti Passa #63 D'altronde il nuovo chip AMD sprigiona 12 TeraFLOP e anche se questi non sono completamente rappresentativi della potenza di una scheda, la versione dual GPU potrebbe arrivare intorno ai 24 TeraFLOP che supererebbero di gran lunga gli 11 di una Titan X Pascal. E con un chip del genere in ballo ci appare più che plausibile il rumor che parla, presumibilmente per il 2018 visto il rinvio di NAVI, di una GPU Vega 20 a 7 nanometri con 32GB di HBM2 e 1TB/s di banda che dovrebbe tra l'altro sfruttare il PCIe 4.0. Ma torniamo al primo e imminente chip Vega 10 che parrebbe arrivare in anticipo rispetto a quanto indicavano i rumor estivi. Una nuova indiscrezione, pubblicata da Fudzilla e indicata come affidabile, indica il debutto della tecnologia Vega entro fine anno, almeno per quanto riguarda il mercato professionale. Ovviamente servirà qualche mese in più per vedere il debutto del chip nel mercato consumer ma AMD può aspettare il momento giusto con tutta calma. La compagnia sta infatti festeggiando la seconda crescita consecutiva della propria quota del mercato GPU ed è un risultato che possiamo ricondurre senza troppi dubbi alle vendite delle schede video Polaris. La prima ripresa è stata registrata a marzo con un 3.2% di rialzo rispetto al picco negativo assoluto del 26.4% toccato nel dicembre 2015. A spingere le vendite della compagnia hanno senza dubbio contribuito tagli di prezzo sensibili e un miglior sfruttamento delle performance delle schede permesso anche dalle DirectX 12. Ma il vero salto c'è stato solo con l'arrivo delle Radeon RX, caratterizzate da un ottimo rapporto tra performance e prezzo, che hanno permesso ad AMD di riagguantare il 34.2% del mercato GPU tornando allo stesso livello del terzo trimestre del 2012. Assembla che ti Passa #63 Siamo ancora lontani dal secondo quarto del 2010, quando AMD era riuscita a riagguantare NVIDIA superando per la prima volta la soglia del 50%, ma il segnale di ripresa c'è ed è forte, segno che la strategia di AMD di anticipare la concorrenza sulla fascia media ha funzionato. Ovviamente NVIDIA ha risposto per le rime con la GTX 1060 da 6GB che, grazie al livellamento dei prezzi, dovrebbe consentire alla compagnia di recuperare qualcosa. Ma gli effetti del ritardo si sono fatti sentire in una fascia che secondo AMD può contare su cento milioni di potenziali acquirenti. Una fascia che coinvolge anche soluzioni più economiche che hanno visto ancora una volta le nuove Radeon arrivare in anticipo. A questo secondo attacco NVIDIA ha risposto con la GTX 1060 da 3GB che si è dimostrata capace di superare la Radeon RX 470 da 4GB ma ha suscitato qualche dubbio per il quantitativo di memoria e costa decisamente troppo per andare a contrastare la RX 460, una scheda che pur non brillando come le sorelle maggiori per rapporto tra prestazioni e prezzo è ancora l'unica soluzione di fascia bassa attualmente in circolazione. Per questo i fan di NVIDIA attendono con impazienza la prima vera proposta Pascal di fascia bassa, una scheda di cui abbiamo già parlato in passato riportando alcuni rumor sulle presunte specifiche. Questa settimana una nuova indiscrezione delinea finalmente le performance della GeForce GTX 1060 che dovrebbero assestarsi intorno a quelle di una GTX 960, almeno per quanto riguarda la versione da 4GB della scheda. Il nuovo rumor parrebbe confermare anche le specifiche che dovrebbero comprendere 768 CUDA core, 112GB/s di banda, 41.3GPixel/s, 82.6GTexel/s, 32ROP e 64 TMU. In termini di potenza bruta la GTX 960 risulta lievemente superiore ma considerando il salto tecnologico una parità in termini prestazionali è senza dubbio plausibile. E se dovesse essere questo il caso ci troveremmo di fronte a una scheda del 14% più performante, almeno con i titoli più utilizzati del momento per i benchmark, della Radeon RX 460. Una scheda golosa dunque, sperando ovviamente che il prezzo consigliato della versione da 4GB non superi la soglia dei 149 dollari.

Nel nuovo Assembla che ti Passa i rumor sulle nuove GPU si spingono fino al 2019

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è necessariamente detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

La scorsa settimana con Radeon RX 470 nella configurazione budget abbiamo ottenuto un PC da meno di 600 euro capace di misurarsi con il 1080p, ma questa settimana torniamo alla fascia bassa piena con un PC pensato per chi si diletta con quei titoli, di solito competitivi, pensati proprio per girare senza problemi su configurazioni economiche.

L'unica soluzione di fascia bassa attualmente in commercio è la Radeon RX 460 che si trova a circa 140 euro nelle versioni overclockate da 4GB. Nel mucchio scegliamo la Sapphire Nitro, montandola sulla solita accoppiata di motherboard e processore che, in attesa delle CPU AMD Zen, è quasi obbligata per questo tipo di configurazione.
>
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 110.00
Intel Core i3-6100 3.7 GHZ
SCHEDA MADRE € 60.00
ASUS H110M-K
SCHEDA VIDEO € 140.00
Sapphire Radeon RX 460 Nitro 4GB
RAM € 40.00
Crucial 8GB (1 x 8GB) DDR4-2133
ALIMENTATORE € 40.00
Antec VP450 450W
HARD DISK € 45.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 45.00
Thermaltake Core V1
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 495.00

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Abbassiamo il tiro anche nella fascia media, con la Radeon RX 470 che per il 1080 è più che sufficiente e pur uscendo sconfitta dal confronto con la GTX 1060 da 3GB può contare su un prezzo lievemente più basso, su 4GB di memoria che garantiscono un frame buffer migliore e su ottime performance con i titoli DX 12.

Dopo aver abbassato il tiro con la scheda video, torniamo anche al Core i5-6400 che in termini assoluti risulta lievemente meno conveniente dell'i5-6500 ma costa meno ed è più che sufficiente per sostenere la Radeon RX 470. Quest'ultima tra l'altro ci permette di tornare, per quanto riguarda l'alimentatore, al sempreverde XFX da 450W.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 170.00
Intel Core i5-6400 2.7-3.3GHz
SCHEDA MADRE € 100.00
Gigabyte GA-H170M-D3H
SCHEDA VIDEO € 190.00
Sapphire Radeon RX 470 4 GB
RAM € 75.00
Patriot Viper Elite Series DDR4 2400MHz 16GB
ALIMENTATORE € 45.00
XFX ProSeries 450W PSU 80+ Bronze
HARD DISK € 40.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 50.00
NZXT S340
OPTICAL DISK DRIVE €  -
-
TOTALE: € 670.00

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni estreme, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Dopo una serie configurazioni orientate alla fascia alta teniamo tutti i piccoli cambiamenti di queste settimane, che dovrebbero comunque rappresentare una base di tutto rispetto, ma torniamo a puntare su una scheda video di fascia estrema puntando a un PC che sia in grado di mettere piede nel 4k in molti titoli e di mostrare i muscoli in 1440p per qualche anno.

Manteniamo dunque il 6600K alzando però il tiro del dissipatore sostituendo il Cooler Master Hyper 212 EVO con una Noctua NH-D15 che costa sensibilmente di più ma è più efficace e garantisce un margine più ampio nel caso di un eventuale overclock. Per dare il giusto spazio a tutto questo abbandoniamo il Corsair Carbide 400C e torniamo in casa Phanteks con l'Enthoo Pro.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 330.00
Intel Core i5-6600K 3.5-3.9GHz + Noctua NH-D15
SCHEDA MADRE € 135.00
Asus Z170-E
SCHEDA VIDEO € 700.00
Gigabyte GeForce GTX 1080 G1 Gaming
RAM € 95.00
G.SKill Ripjaws V 4x4GB DDR4-3000 CL 15 (F4-3000C15Q-16GVR)
ALIMENTATORE € 115.00
Antec EDGE 650W 80+ PLATINUM
HARD DISK € 50.00
Western Digital Caviar Blue 7200 RPM 1TB
CASE € 130.00
Phanteks Enthoo Pro
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 1570.00