Assembla che ti PassaAssembla che ti Passa #64 

Affiorano le ipotesi legate al possibile rinnovo della serie GeForce 10 e non ce le lasciamo scappare, in un nuovo Assembla che ti Passa che parla anche di dissipatori avveniristici e schermi invisibili

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

In un paio di occasioni abbiamo parlato di un possibile rinnovo dell'architettura Pascal, un'operazione di refresh dell'intera serie GeForce 10 che dovrebbe avvenire dopo la metà del 2016 e che molti considerano piuttosto plausibile come dimostrano le ipotesi sulle GeForce 20 pubblicate sulle pagine di 3DCenter. Secondo l'analisi del portale, formulata applicando ai chip attuali il processo produttivo a 14 nanometri e il relativo aumento di frequenze, le nuove schede NVIDIA, per ora ancora sospese nel limbo delle indiscrezioni, potrebbero garantire un aumento sensibile delle prestazioni accompagnato da una diminuzione di prezzo. Nella lineup ipotizzata da 3DCenter non sarebbe compreso il corrispettivo della GTX 1060 da 3GB, la soluzione Pascal più controversa e meno sensata, che si trasformerebbe nella GTX 2060 da 6GB. Assembla che ti Passa #64 La GTX 1060 da 6GB verrebbe invece sostituita dalla GTX 2060 Ti che sarebbe del 10% più potente e dell'8% più economica. Per quanto riguarda la GTX 1050 sparirebbe la versione Ti trasformata in una "semplice" GTX 2050 che dovrebbe mantenere lo stesso quantitativo di 4GB di memoria video. Secondo 3DCenter il balzo prestazionale più importante toccherà alla GTX 2070 che dovrebbe essere in grado di superare la GTX 1070 del 20%, costando l'8% in meno. Invece, sempre secondo quanto riporta la tabella che trovate in allegato, la GTX 2080 supererebbe del "solo" 15% la GTX 1080 costando, però, il 17% in meno e scendendo al di sotto della fatidica soglia dei 500 dollari. Con un taglio del genere il prezzo consigliato sarebbe infatti di 499 dollari e, combinato con performance più stabili in 4K, renderebbe questa soluzione decisamente più appetibile per la fascia alta. L'ipotetica lineup include anche una GTX 2080Ti con gli stessi 3384 Cuda core che dovremmo vedere sulla GTX 1080 Ti. Il prezzo ipotizzato è di 799 dollari ma non possiamo fare raffronti visto che non conosciamo ancora il prezzo della prima versione. La speculazione include anche una nuova Titan alla quale, forse per errore, vengono attribuiti 3840 Cuda core di fronte a un aumento prestazionale di soli 15 punti percentuali. Per quanto riguarda le altre schede della nuova presunta serie GeForce i prezzi consigliati dovrebbero ammontare a 349 dollari per la GeForce GTX 2070, 229 dollari per la GTX 2060 ti, 179 per la GTX 2060 e 139 per la GTX 2050. Il prezzo di quest'ultima è ovviamente stabilito in base alle indiscrezioni che parlano di 149 dollari di prezzo per l'imminente GTX 1050 e diventa quindi una scommessa su un rumor risultando fin troppo azzardata. Il resto invece, benché sia presto per parlare di una serie che non arriverà prima di diversi mesi, ha un senso ipotizzando, ovviamente, che i chip rimangano sostanzialmente identici, dimensione dei transistor esclusa. Quando si parla di refresh di solito le specifiche di base non cambiano e una strategia di questo tipo potrebbe fronteggiare efficacemente una serie Vega capace di portare nella fascia alta lo stesso rapporto tra prezzo e prestazioni di una Radeon Rx 480. Assembla che ti Passa #64 Ma le cose potrebbero anche andare in tutt'altra direzione. Con Vega 20 già in vista, NVIDIA potrebbe decidere di contrattaccare spingendo di più sull'acceleratore e vista l'efficienza energetica degli attuali chip Pascal non dovrebbe avere troppe difficoltà a farlo. Non è il caso, comunque, di dedicare troppo spazio alle speculazioni e ce ne tiriamo fuori grazie a Thermaltake che oltre a essere tornata in vista grazie a case caratterizzati da un buon rapporto tra qualità e prezzo, ha finalmente presentato in via ufficiale il nuovo sistema di raffreddamento ad aria Engine 27. La gestazione è stata piuttosto lunga, tanto che la prima apparizione del dissipatore è avvenuta durante il CES 2015, ma è giustificato dalla complessità della nuova creatura Thermaltake che punta a combinare una dimensione ridotta, limitata a soli 2.7 centimetri di altezza, con capacità di raffreddamento decisamente elevate. Le armi per combattere la temperatura dell'Engine 27 sono due ventole una delle quali, capace di girare fino a 2500RPM, è composta di alluminio ed è quindi capace di assorbire direttamente il calore mentre espelle l'aria. Ed è proprio grazie a questa che, almeno secondo quanto afferma Thermaltake, il nuovo dissipatore vanta performance migliori del 50% rispetto alla concorrenza attualmente presente sul mercato, limitando il rumore a soli 25 dBA. Silenziosa, quasi invisibile come la Noctua NH-D15 anche se non invisibile, e in questo caso intendiamo letteralmente, come il nuovo televisore Panasonic. Il nuovo pannello della compagnia giapponese sembra infatti una semplice vetrina ma si trasforma in un televisore caratterizzato da neri più che accettabili in pochi secondi. La tecnologia alla base dello schermo è ovviamente quella OLED, in questo caso Full HD, e l'abbiamo già vista all'opera anche con schermi pieghevoli e trasparenti capaci di evocare visioni fantascientifiche. Ma il prototipo di Panasonic rappresenta il primo passo verso di un percorso che tra circa tre anni dovrebbe portare alla vendita dei primi pannelli completamente trasparenti.

Assembla che ti Passa saluta i primi freddi parlando di un possibile rinnovo dell'intera serie Pascal

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è necessariamente detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

Restiamo fedeli alla combinazione tra Intel Core i3-6100 e Radeon RX 460 a causa della carenza di alternative nel campo delle CPU e delle GPU di fascia bassa. Per limare il prezzo cambiamo case e torniamo al buon vecchio ZALMAN ZM-T1 PLUS che non brilla per ventilazione ma è solido e piccolo pur senza rinunciare a 30 centimetri di spazio per la scheda video.

L'assestamento dei prezzi della Radeon RX 460 ha migliorato l'appetibilità della scheda nonostante non sia l'opzione Radeon di nuova generazione caratterizzata dal miglior rapporto tra prestazioni e prezzo. In ogni caso la XFX Radeon RX 460 da 4GB permette di giocare in modo più che dignitoso in 1080p a titoli come Grand Theft Auto V, Fallout 4 e Battlefield 4.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 110.00
Intel Core i3-6100 3.7 GHZ
SCHEDA MADRE € 60.00
ASUS H110M-K
SCHEDA VIDEO € 135.00
XFX Radeon RX 460 4GB
RAM € 40.00
Crucial 8GB (1 x 8GB) DDR4-2133 Memory
ALIMENTATORE € 45.00
XFX ProSeries 450W PSU 80+ Bronze
HARD DISK € 45.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 35.00
ZALMAN ZM-T1 PLUS
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 485.00

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Dopo due settimane all'insegna del risparmio, saliamo di livello con la GeForce GTX 1060 Xtreme Gaming 6G che offre performance sensibilmente superiori alla Founders Edition e alla Radeon RX 480 senza esagerare per quanto riguarda il prezzo. I distributori più affidabili la vendono a circa 340 euro che non sono pochi ma consentono di acquistare una scheda in grado di digerire qualsiasi cosa in 1080p e capace di cavarsela piuttosto bene anche con il 1440p.

Alzato il livello della scheda saliamo di un gradino anche con il processore che costa di più ma vanta un rapporto tra prestazioni e prezzo migliore del Core i5-6400 pur non essendo altrettanto economico. Per quanto riguarda il case torniamo a una soluzione, disponibile anche nel colore bianco, che include uno slot per il drive ottico anche se ormai, lo ribadiamo per l'ennesima volta, è più un extra che una necessità.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 200.00
Intel Core i5-6500 3.2-3.6GHz
SCHEDA MADRE € 100.00
Gigabyte GA-H170M-D3H
SCHEDA VIDEO € 340.00
GeForce GTX 1060 Xtreme Gaming 6G
RAM € 75.00
Patriot Viper Elite Series DDR4 2400MHz 16GB
ALIMENTATORE € 60.00
Seasonic S12II 520W 80+ Bronze
HARD DISK € 40.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 50.00
Thermaltake Commander MS-I
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 880.00

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni estreme, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

La fascia alta di nuova generazione manca ancora delle alternative AMD e questo ci costringe a scegliere tra GTX 1070 e GTX 1080. Per la seconda volta puntiamo su quest'ultima restando quindi nell'ambito delle soluzioni estreme. Resistiamo alla tentazione della configurazione a due schede, poco sensata al giorno d'oggi, ma puntiamo su una GTX 1080 più costosa ma anche più performante.

Anche per la CPU guardiamo più in altro, ma senza esagerare, con il Core i7-6700K su cui andiamo a montare l'ormai familiare Noctua NH-D15, un dissipatore a doppia ventola capace di rivaleggiare, e di vincere per quanto riguarda prezzo e rumorosità, con diversi sistemi di raffreddamento a liquido. E per dare un pizzico di respiro in più alla configurazione cambiamo case passando al Phanteks Enthoo Luxe che pur utilizzando lo stesso chassis del Pro offre maggiori rifiniture e diversi extra in più.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 425.00
Intel Core i5-6700K 4.0-4.2GHz + Noctua NH-D15
SCHEDA MADRE € 135.00
Asus Z170-E
SCHEDA VIDEO € 750.00
ASUS GeForce GTX 1080 ROG Strix
RAM € 95.00
G.SKill Ripjaws V 4x4GB DDR4-3000 CL 15 (F4-3000C15Q-16GVR)
ALIMENTATORE € 115.00
Antec EDGE 650W 80+ PLATINUM
HARD DISK € 50.00
Western Digital Caviar Blue 7200 RPM 1TB
CASE € 185.00
Phanteks Enthoo Luxe
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 1770.00