Serious Sam VR: The Last HopeUn massacro virtuale 

Serious Sam VR: The Last Hope per HTC Vive è in Early Access e noi lo abbiamo provato

Lo avevamo giocato lo scorso giugno all'E3 di Los Angeles, ora grazie alla versione Early Access siamo tornati ad indossare i jeans attillati dell'eroe di Croteam. Diciamo subito che questa versione giocata su HTC Vive è a tutti gli effetti uno sparatutto su binari, non un FPS come il gioco originale e i seguiti fino al terzo e più recente capitolo, solo che si sta fermi e si spara a tutto quello che ci si para davanti imbracciano due armi nemmeno ci trovassimo all'interno di un film di John Woo. Una vero e proprio poligono di tiro a schermata fissa, potreste dire, ma a rendere il tutto decisamente divertente ed elettrizzante sono l'ampio campo visivo offerto da Vive come se ci trovassimo nel centro di una semi sfera, il ritmo frenetico (sin troppo a volte!) e, cosa da non sottovalutare, l'assoluta mancanza di qualsiasi problema di nausea o vertigini.

Abbiamo provato la versione Early Access di Serious Sam VR: The Last Hope per HTC VIVE

Come in un film di John Woo

Le dinamiche di gioco sono quindi semplicissime: sparare, sparare e ancora sparare ad ogni nemico che sbuca sullo schermo, ondata dopo ondata, colpendo tanto gli avversari quanto i loro proiettili, raccogliendo gli occasionali bonus salute o denaro. Tra un livello e l'altro è possibile quindi comprare nuove armi e fare il pieno di proiettili ed energia. Benché il tutto si riduca ad un semplice giochino da sala giochi con poche pretese (a parte quella di divertire molto) gli sviluppatori non hanno comunque disdegnato di rendere le meccaniche un filo "complesse". Questo significa che le armi sono ben diversificate, e la scelta dell'inventario prima di entrare nell'arena può fare davvero la differenza. Un massacro virtuale Un massacro virtuale La mini gun a canne rotanti è perfetta per colpire nel mucchio ma è lenta nell'accendersi, le pistole sono poco potenti ma molto precise, le armi automatiche fanno abbastanza male ma sono avide di proiettili, e quando abbiamo decine di piccoli mostri ai nostri piedi maledirete il fatto di non aver comprato la sega a motore modello Ash di Evil Dead. Il tracking dei due controller di Vive è perfetto, la mira è veloce e immediata, grazie anche ai due laser rossi che indicano la traiettoria dei proiettili ed è davvero divertente sparare in due direzioni diverse, puntando semplicemente con la coda dell'occhio. Chi gioca farà parecchio movimento e anche a grande velocità, visto che bisogna esser bravi ad individuare le minacce che arrivano dai lati del campo visivo. Bisogna quasi "sentire" i nemici e affidarsi all'audio posizionale, scegliendo l'arma giusta al momento giusto. A destra potrebbero esserci numerosi scorpioni che strisciano a terra pronti per pungerci, nel mezzo in alto un nemico di fuoco, mentre tutto a sinistra potrebbe arrivare il tanto caro kamikaze senza testa e dal cielo qualche arpia volteggia sparando bolle blu. Si capisce quindi che chi ci osserva da fuori potrebbe scambiarci per un vigile sotto anfetamine alle prese col caoticissimo traffico di una metropoli asiatica, e di fatto l'unica controindicazione di Serious Sam: The Last Hope è che dopo un po' braccia e polsi potrebbero fare male, ma visto che i livelli non sono poi così lunghi si è "costretti" spesso a fare delle pause. In questa versione sono disponibili due mondi, per un totale di otto livelli, più di dieci armi, venti differenti tipi di nemici e anche due giganteschi boss. Le prime quattro missioni ci portano nell'iconico Egitto, mentre le seconde ci fanno combattere nel pianeta industriale di Pladeon, tra piccoli nemici che giocano con le coperture e decine di droni volanti. Il tutto poi all'insegna di una componente tecnica gradevole, che mette a schermo decine di nemici, anche di titaniche proporzioni. Vive non è esente dal nefasto "effetto zanzariera" delle sue ottiche, ma l'immagine è chiara, dettagliata quanto basta e poco impastata sullo sfondo. Quale è quindi il nostro giudizio definitivo su questo Serious Sam VR: The Last Hope? I contenuti di questa versione Early Access sono un po' risicati (Croteam ha promesso oltre a più mondi e armi anche un albero delle abilità del protagonista ) ma quello che c'è, è dannatamente divertente. Non sarà forse il titolo che più mostra l'immersività totale in un mondo 3D mediato da HTC Vive, ma senza dubbio Serious Sam VR: The Last Hope è un titolo da tenere d'occhio, anzi sotto mira.

Consigliato

S.V.

Lettori

Pro

  • Divertentissimo
  • Mira e tracking perfetto
  • Zero problemi di vertigini/nausea

Contro

  • Per ora solo due mondi per otto livelli
  • Esperienza di breve durata