Assembla che ti PassaAssembla che ti Passa #67 

Nel nuovo Assembla che ti Passa mettiamo da parte la fascia alta per puntare a quella estrema ma compensiamo con una configurazione da gioco decisamente abbordabile

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

L'ennesimo rumor divenuto realtà ci ha portato in dono l'annuncio di una serie di visori per l'ecosistema Windows 10 che con tutta probabilità saranno compatibili anche con Xbox Scorpio. E proprio per questo ci aspettiamo che almeno alcuni dei visori in questione arrivino alla risoluzione di 4K, parola magica su cui Spencer e soci puntano molto per promuovere la prossima Xbox, anche se i pixel sarebbero suddivisi tra i due pannelli che troveremo nei nuovi dispositivi. Con una mossa del genere Microsoft potrebbe portarsi avanti sia sul fronte PC, superando la risoluzione di Rift e Vive, sia su quello console considerando che il visore PlayStation VR è uscito adesso, con una risoluzione complessiva di 1920x1080 pixel, e difficilmente sarà seguito a breve da un nuovo caschetto pensato per sfruttare la maggiore potenza PlayStation 4 Pro. Assembla che ti Passa #67 Ovviamente la periferica Sony ha dalla sua il vantaggio di uscire prima ma può permettersi di farlo anche grazie al notevole installato di Playstation 4 e non è detto che Microsoft abbia fatto male a prendersela con calma puntando a un mercato più grande di quello della sola Xbox. L'attesa dovrebbe garantire la possibilità di utilizzare tecnologie più avanzate e di sfruttare a pieno sia le possibilità del PC sia quelle di Xbox Scorpio senza dover sottostare alle specifiche non proprio esaltanti delle console attualmente in commercio. Su carta, insomma, il cauto approccio alla realtà virtuale da parte di Microsoft ha un senso e l'unica nota stonata sembra essere l'assenza del nome Oculus, partner di Microsoft che si pensava avrebbe reso il Rift compatibile con Xbox One e Scorpio. Ma non è detto che questa assenza dipenda da problemi tra le due aziende. Sembra più probabile che la compagnia di Redmond abbia deciso di allargare i propri orizzonti in modo da poter contare su un'ampia offerta di periferiche VR da sposare con tutti i prodotti compatibili con Universal Windows Platform. Periferiche la cui costruzione sarà responsabilità dei rispettivi produttori garantendo numerosi modelli sempre nuovi e diversi, a partire da 299 dollari di prezzo, con meno rischi per Microsoft che sul versante hardware può concentrarsi su HoloLens e sulla realtà aumentata. Dal lato del software, invece, l'azienda fondata da Bill Gates è impegnata su entrambi i fronti e ha iniziato a distribuire un update Windows Creators che include software come Paint3D la cui particolarità maggiore è quella di consentire lo scan tridimensionale degli oggetti e di convertirli al volo in modelli tridimensionali. I modelli possono essere manipolati in tempo reale e aprono prospettive che vanno ben oltre i videogiochi ma siamo sicuri che quest'ultimo saranno presto al centro di qualche annuncio nel segno della realtà virtuale targata Microsoft. Nel frattempo noi torniamo a guardare alle GPU che con la realtà virtuale si trovano di fronte a una sfida impegnativa anche se il mercato dei visori, un po' in affanno in questa fase iniziale, sta facendo di tutto per non alzare le richieste hardware. Assembla che ti Passa #67 Anzi, sembra addirittura che la GTX 1050 Ti abbia qualche possibilità di rientrare nei requisiti minimi dell'Oculus Rift pur non potendo essere paragonata alle RX 470 e GTX 970 in quanto a prestazioni. In ogni caso la variante di punta delle due soluzioni di fascia bassa Pascal, equipaggiata con 5GB di GDDR5X, si comporta decisamente bene in ambito 1080p superando abbondantemente gli 80 frame per secondo con settaggi elevati in Grand Theft Auto V. Non male considerando che la RX 470 da 4GB supera di poco i 90fps per riscattarsi, però, in ambiente DirectX 12 e Vulkan. Con l'accoppiata tra queste ultime e Doom il divario si fa addirittura imbarazzante, sfiorando il raddoppio, ma considerando che parliamo di librerie proprietarie AMD questo dato deve essere preso con le pinze. Più affidabili i benchmark DirectX 12 di Battlefield 1 e Ashes of the Singularity che vedono entrambe le schede NVIDIA lasciare indietro la RX 460 per essere sconfitte dalla RX 470 che talvolta tocca il 50% di prestazioni in più rispetto GTX 1050 Ti. Con le DirectX 11, come abbiamo visto, questo margine si riduce ma in molti casi, come The Witcher 3 e Project Cars, il divario prestazionale tra le due schede è comunque molto ampio ed è superiore al divario di prezzo rendendo la RX 470 più conveniente della GTX 1050 Ti in termini di rapporto tra qualità e prezzo. Certo, la scheda AMD costa circa 200 euro che sono parecchi più dei 160 della GTX 1050 Ti ma questi sono a loro volta molti più dei 130 euro necessari per acquistare la GTX 1050 che tallona da vicino la sorella maggiore ed è sufficiente per battere la RX 460. Va però detto che il divario limitato tra le due schede NVIDIA è dovuto anche al limite dei 75W di consumo che costringono la GTX 1050 Ti a frequenze più basse rispetto a quelle della sorella minore. Con l'aggiunta di un connettore ausiliario da 6-pin, le versioni custom della GTX 1050 Ti dovrebbero godere di un aumento prestazionale notevole che potrebbe cambiare nettamente il panorama della fascia bassa rendendo la scheda NVIDIA decisamente più appetibile.

Nel nuovo Assembla che ti Passa non mancano nuove configurazioni, realtà virtuale e confronti tra GPU

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è necessariamente detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

In quanto a prezzo la GeForce GTX 1050 Ti si piazza a metà strada tra la GeForce GTX 1050 e la Radeon RX 470 ma è più vicina alla prima per quanto riguarda le prestazioni e questo significa che è meno conveniente della sorella minore. Ma questa settimana non scegliamo nemmeno quest'ultima visto che i prezzi di entrambe sono ancora altalenanti e pochi modelli si avvicinano al prezzo consigliato portandoci a rimandare l'adozione della prima Pascal di fascia bassa alla prossima settimana.

Il rumor relativo a un possibile taglio per la Radeon RX 470 non si è ancora tramutato in realtà ma il prezzo di alcune versioni della scheda AMD è sceso comunque rendendo possibile acquistare la versione Sapphire da 4GB a meno di 200 euro. Torniamo quindi a compiere un passo verso la fascia media con una configurazione economica ma capace di cavarsela alla grande con la risoluzione 1080p.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 110.00
Intel Core i3-6100 3.7 GHZ
SCHEDA MADRE € 60.00
Gigabyte GA-H110M-S2H
SCHEDA VIDEO € 195.00
Sapphire Radeon RX 470 4G D5 OC
RAM € 40.00
Crucial 8GB (1 x 8GB) DDR4-2133 Memory
ALIMENTATORE € 45.00
XFX ProSeries 450W PSU 80+ Bronze
HARD DISK € 45.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 50.00
NZXT Source 210 Mid Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 560.00

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Stiamo per farci prendere la mano con la configurazione extra che questa settimana si allontana con più decisione dalle build di fascia alta sforando nel lusso. Per fare ammenda in anticipo compensiamo in zona gaming con la Radeon RX 480 da 4GB che nonostante il quantitativo di memoria dimezzato consente di giocare in 1440p a 60 a diversi titoli e domina senza problemi il 1080p.

L'offerta più economica è anche questa volta targata Sapphire e ci consente di giocare a Doom in 1440p a più di 70 frame al secondo. Alla stessa risoluzione Call of Duty: Black Ops 3 viaggia invece intorno a quota 80 frame al secondo mentre Grand Theft Auto V scende intorno a 60 di media, con qualche calo che non compromette più di tanto l'esperienza. Passando al processore torniamo al Core i5-6500 che ci evita qualsivoglia problema e rappresenta una delle soluzioni Skylake migliori dal punto di vista del rapporto tra prestazioni e prezzo.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 200.00
Intel Core i5-6500 3.2-3.6GHz
SCHEDA MADRE € 110.00
ASUS H170-PRO
SCHEDA VIDEO € 230.00
Sapphire RX 480 Nitro 4GB
RAM € 90.00
Patriot Viper 2x8GB DDR4-2133 CL15 (PVE416G213C4KGY)
ALIMENTATORE € 45.00
XFX ProSeries 450W PSU 80+ Bronze
HARD DISK € 40.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 50.00
Thermaltake Commander MS-I
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 780.00

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni estreme, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Tra offerte inferiori ai 500 euro che continuano a comparire su Amazon e il prezzo base della Galax fermo sotto ai 600, teniamo l'ammiraglia consumer di NVIDIA ancora per questa settimana, rimandando chi preferisce il risparmio alle configurazioni basate sulla GTX 1070 pubblicate in precedenza. Questo anche perché cambiamo processore e puntiamo in alto con l'i7-6800K che pur essendo l'opzione base della serie Broadwell-E non è di certo economico ma garantisce longevità in abbondanza al pari della scheda madre ASRock Taichi il cui pacchetto include 2-way SLI bridge, 2-way SLI HB Bridge e 3-way SLI bridge.

La Noctua DH-15 è bella grossa ma garantisce performance eccellenti e con qualche accorgimento nel posizionamento della ventola, possibile senza problemi nello spazioso case Enthoo Pro, non crea grossi problemi anche utilizzando memorie piuttosto alte. In questo caso abbiamo scelto le G.Skill Trident Z, quattro banchi per sfruttare il quad-channel della ASRock Taichi anche se è senza dubbio possibile farne a meno, che mettono in campo un rapporto eccezionale tra frequenze e latenza di fronte a un prezzo elevato ma accettabile per una configurazione del genere. In caso di necessità di overclock extreme, possibilità di un futuro SLI e impiego massiccio di periferiche si consiglia di adottare un alimentatore da 850W.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 565.00
Intel Core i7-6800K 3.4-3.6GHz + Noctua NH-D15
SCHEDA MADRE € 295.00
ASRock X99 Taichi
SCHEDA VIDEO € 575.00
Galax GeForce GTX 1080 EX
RAM € 250.00
G.SKill Trident Z 4x8GB DDR4-3200 CL 14 (F4-3200C14Q-32GTZ)
ALIMENTATORE € 115.00
Antec EDGE 650W 80+ PLATINUM
HARD DISK € 240.00
Western Digital Caviar Blue 7200 RPM 1TB / Samsung 950 PRO M.2 256GB
CASE € 130.00
Phanteks Enthoo Pro
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 2185.00