OverwatchFinalmente Sombra 

Al BlizzCon 2016 abbiamo finalmente provato Sombra, il nuovo eroe di Overwatch

Fin dal suo annuncio avvenuto proprio in occasione del BlizzCon 2014, Overwatch è cresciuto costantemente conquistando i giocatori di tutto il mondo, dapprima attraverso le sempre splendide cinematic Blizzard e successivamente con le varie sessioni di beta e l'arrivo del gioco finale nei negozi. Nonostante la decisione di venderlo a prezzo pieno, additata da molti prematuramente come la causa di un probabile insuccesso nell'era dei free to play, Overwatch dal lancio di maggio ha collezionato più di 20 milioni di giocatori facendo segnare un record di vendite per la proprietà intellettuale sviluppata dalla software house di Irvine. Per un titolo incentrato totalmente sul multiplayer a squadre, un tale successo non si limita solamente al numero di copie vendute ma si propaga proporzionalmente anche in altre direzioni, coinvolgendo le piattaforme di streaming e il mondo dell'eSport, nel quale Overwatch è entrato prepotentemente. La decisione di vendere il gioco a prezzo pieno non ne ha quindi minimamente frenato la crescita e non ha neanche disincentivato l'impegno di Blizzard nel portare costantemente nuovi contenuti sui server insieme a patch correttive per bilanciare sempre meglio gli eroi disponibili. Il BlizzCon 2016 è stata quindi l'occasione migliore per presentare al mondo tutte le novità in arrivo nei prossimi mesi, a partire dalla chiaccheratissima Sombra, fino alle nuove mappe e modalità che andranno ad ampliare ancora di più il ventaglio di contenuti disponibili.

Overwatch si prende il BlizzCon 2016 con l'annuncio di Sombra e tante interessanti novità

Hacker si nasce

Ana è stata l'unica aggiunta al roster dall'uscita di Overwatch: un cecchino support estremamente particolare che si è rivelato unico nel suo genere ed estremamente efficace in battaglia per fornire supporto dalle retrovie senza raggiungere il centro dell'azione. Di mesi ne sono passati parecchi e Blizzard ha deciso di giocare con la propria community disseminando qua e là tra le mappe criptici e misteriosi indizi sul nuovo eroe, talvolta non semplici da decifrare. Dal Protocollo Sombra v1.95 di qualche settimana addietro corredato con il messaggio trasmesso in codice morse su un pannello nella mappa El Dorado e visibile solo con Bastion nella Partita Personalizzata, fino alla creazione del sito web lumerico.mx, un finto portale vittima di un attacco hacker. D'altronde Blizzard per Overwatch ha deciso di rinunciare al single player e si è inventata un modo alternativo per raccontare la storia dei propri personaggi e permettere ai giocatori di farsi un'idea più precisa dell'universo che ruota attorno al gioco, come sempre molto complesso e sfaccettato. Finalmente Sombra Finalmente Sombra Con Sombra la campagna ha funzionato alla perfezione attirano l'interesse dei fan, che non aspettavano altro che il BlizzCon per vedere finalmente svelate fattezze e abilità del nuovo personaggio. Sombra è una hacker cresciuta orfana a seguito della Crisi Omnic e molto abile con i computer. Dapprima ha utilizzato questa sua qualità per sopravvivere unendosi al gruppo del Los Muertos, ma poi arriva a modificare fisicamente il suo corpo pur di migliorare le sue capacità e diventare la macchina da hacking definitiva. La sua genesi è piuttosto accattivante, così come il suo design sinuoso e colorato che ne richiamano l'abilità di muoversi silenziosamente senza farsi scoprire. La lingua tagliente le dà poi il tocco sbarazzino finale, inquadrando subito l'hacker sudamericana come una ragazza sicura dei propri mezzi e pazza abbastanza da rischiare tutto pur di raggiungerli. Un personaggio estremamente gradevole quindi, che una volta sceso in campo si dimostra un attaccante unico nel suo genere. L'arma base è una Pistola Mitragliatrice adatta a rapide raffiche di colpi ma a distanza ravvicinata, da utilizzare solamente a colpo sicuro visto che avvicinarsi ai nemici non è una buona idea per Sombra, molto fragile contro i colpi nemici. Per rendersi pericolosi nella mappa bisogna quindi prendere confidenza con le abilità che permettono a Sombra di muoversi rapidamente e senza farsi vedere: Occultamento Termo-ottico la rende completamente invisibile per un breve lasso di tempo, ma l'effetto scompare una volta che si subiscono danni, mentre il Rilocatore permette di lanciare un piccolo dispositivo verso il quale Sombra può teletrasportarsi a piacimento. Entrambe le abilità garantiscono la mobilità necessaria per portarsi nel mezzo dello scontro e scappare all'occorrenza, ma sono le restanti quelle più interessanti. Hacking è un'abilità che le permette di hackerare i nemici per disattivarne le abilità, le torrette di Torbjörn e rendere i Medipack inutilizzabili al nemico; un'abilità che va a braccetto con la Ultra EMP, un hacking ad area, che disattiva i nemici, scudi e qualunque cosa sia nel suo raggio d'azione. Inoltre il tratto distintivo di Sombra è Opportunista: le permette di vedere attraverso le pareti i nemici con poca vita disponibile. Il mix di abilità a attacchi è decisamente peculiare, ma ci vorrà qualche partita per prendere la giusta confidenza con Sombra, un eroe come detto fragile ma capace di fare danni e soprattutto limitare di molto le opzioni offensive dei nemici se utilizzata accuratamente, rivelandosi un'arma fondamentale per gli equilibri della squadra.

Arriva l'Overwatch League

Oltre agli eroi, Overwatch ha vissuto di eventi a tempo limitato come quello dedicato alle Olimpiadi di Rio e il più recente Halloween da Brividi, che oltre a ricompense esclusive ha proposto anche la missione La vendetta del Dottor Junkenstein da giocare in cooperativa con altri giocatori, capaci di regalare sfide nuove e inconsuete perfette per riprendere fiato tra una partita competitiva e l'altra. In tal senso, tra le novità più importanti in arrivo c'è sicuramente l'Arcade, una sorta di contenitore che andrà a raccogliere tutte le esperienza di gioco meno convenzionali, come le future Risse e le nuove modalità annunciate in occasione del BlizzCon. Una di queste è Mystery Duel, un frenetico uno contro uno nel quale, però, si pone il problema della scelta dell'eroe, con alcuni decisamente sbilanciati rispetto ad altri per via della differenziazione imposta dalla presenza delle classi. Finalmente Sombra Finalmente Sombra Per questa modalità è stata annunciata la mappa EcoBase: Antartide, un remoto avamposto scientifico nel quale Mei ha passato parecchi anni vittima di un sonno criogenico. Un'altra modalità atipica è la Schermaglia tre contro tre formata da più round e caratterizzata da regole particolari come l'impossibilità di cambiare eroi fino al round successivo. Per quanto riguarda le più classiche partite sei contro sei sono state annunciate la Mystery Heroes nella quale gli eroi vengono assegnati in modo casuale, e la No Limits, una partita nella quale non vi sono limiti al numero dello stesso eroe da utilizzare nella stessa squadra. Quest'ultima aggiunta si è resa necessaria soprattutto dopo la decisione degli sviluppatori di aggiungere alla Partita Rapida il divieto di due giocatori della stessa squadra di possedere lo stesso eroe già introdotto nelle partite competitive. In ultimo, All Brawls raccoglie tutte le Risse uscite finora da giocare in un'unica partita nella quale ad ogni round corrisponde una rissa diversa. Per quanto riguarda le mappe è in sviluppo Oasis, una mappa di tipo Controllo ambientata in una città del futuro nel Deserto d'Arabia, nel Medio Oriente che introdurrà in Overwatch il primo Jump-pad. Attualmente si tratta di un work in progress, ma stando ai piani del team di sviluppo arriverà nel reame pubblico di prova entro dicembre per poi debuttare ufficialmente nei primi mesi del prossimo anno. Sul fronte eSport, c'è da ricordare l'inizio della terza stagione competitiva fissato per il primo dicembre e l'annuncio della Overwatch League, un sistema per la gestione dei pro-player e delle squadre competitive che partecipano alle competizioni ufficiali che vede Blizzard impegnata in prima persona nel seguire organizzazioni e singoli talenti, arrivando addirittura a investire nei giocatori più promettenti. Un'iniziativa unica nel suo genere, ma evidentemente considerata dalla software house di Irvine fondamentale per garantire una crescita sana e controllata in un settore che ha ancora tutto da dimostrare, soprattutto per quanto riguarda le possibilità di una stabile crescita professionale. Overwatch è un'eSport ancora molto giovane e acerbo, alla ricerca di una sua identità e di un'organizzazione più strutturata a livello competitivo. L'idea quindi è quella di arrivare a stilare delle classifiche locali dei giocatori di Overwatch per permettere ai più talentuosi di emergere a livello territoriale e godere della visibilità necessaria a richiamare le attenzioni di un team di professionisti. La pre-stagione è in programma per i prossimi mesi, resta solo da capire quanto sia effettivamente ramificata la rete locale messa in piedi da Blizzard per scovare i nuovi talenti dell'eSport dei prossimi anni. Per l'Italia non si sa ancora nulla di ufficiale, ma rimaniamo molto curiosi di vedere come l'iniziativa riuscirà a trovare spazio nel nostro paese.

Certezze

  • Sombra è un'aggiunta molto interessante
  • C'è grande fermento attorno al gioco

Dubbi

  • Ci chiediamo come Blizzard si muoverà in Italia per le nuove iniziative legate all'ambito eSport