EditorialiCapodanno alternativo da videogamer 

Alcuni consigli su qualche gioco da riprendere e magari finire tutto in una notte, dal 31 notte fino all'alba del 2017

Capodanno inizia fin dai primi giorni di dicembre a diventare un tormentone insostenibile per molti. Cosa fare il 31 notte diventa così quasi un meme che ogni anno, puntualmente, sbuca fuori chiacchierando con amici e sui social network. Qualsiasi cosa pensiate di fare, uscire per andare a ballare, passare capodanno in piazza a sentire qualche concerto oppure a cena fuori, c'è sempre un'altra possibilità. C'è anche chi, per forza di cose, dovrà passarlo a casa: pensiamo a tutti quelli di noi influenzati, oppure semplicemente non possono o non vogliono uscire di casa passando una lunga notte in mezzo a fuochi d'artificio e spumanti. Per fortuna il nostro hobby preferito riserva sempre una ottima alternativa a qualsiasi altro programma: scopriamo insieme alcuni giochi che potremmo finire dalla sera alla mattina, fino alla prima alba del 2017.

Non sapete cosa fare a capodanno? Vi diamo qualche idea videogiocosa!

Avete un Nintendo 3DS?

Ci sono decine e decine di ottimi titoli da provare su Nintendo 3DS, ma se proprio dobbiamo deciderne uno che ci accompagnerà durante tutta la lunghissima notte di capodanno, ovvero un arco di tempo che va dal dopo cena alle prime ore dell'alba del primo gennaio, vorremmo scegliere una bella avventura abbastanza scorrevole e che si possa concludere in 7-8 ore al massimo. Capodanno alternativo da videogamer La nostra scelta è ricaduta su un gioco abbastanza nuovo, uscito da pochissimi mesi e un po' bistrattato dal grande pubblico: questa potrebbe essere una buona occasione per riprendere in mano Metroid Prime: Federation Force, uno spin-off con meccaniche cooperative che fa vedere buone cose. Il gioco è pensato per privilegiare la fruizione in co-op a fianco di altri tre giocatori, magari cercando altri tre amici che, come noi, hanno poca voglia di uscire di casa nella notte più folle dell'anno. L'associazione tra utenti può infatti avvenire in locale con la modalità wireless, ma anche collegandosi con altri amici attraverso la rete. Le 22 missioni attraverso le quali si dipana la campagna si svolgono in tre ambientazioni distinte da altrettanti pianeti: Excelcion, Talvania e Bion. Ci sembra cosa buona e giusta dare fiducia a questo titolo in quanto non si tratta di quel "disastro" tanto paventato dai fan al momento dell'annuncio, ma tutto sommato un buon gioco, molto godibile nonostante alcuni difetti di sostanza e controllo. C'entra poco con la saga principale, vedi Metroid Prime, ma con una buona iniezione di fiducia il nostro capodanno alternativo potrà essere degno di questo appellativo, finendo un gioco tanto poco considerato ma degno di essere concluso.

Volete buttarvi su Xbox One?

Avete una fiammante Xbox One attaccata alla televisione che non aspetta altro che essere accesa? Non avete la minima idea di cosa combinare la notte di capodanno e i vostri amici vi stanno anche un po' sulle scatole? Non c'è problema, la console Microsoft pullula di ottime avventure da essere vissute tutte d'un fiato dalla notte alla mattina successiva: quale miglior occasione per sfruttare questo attesissimo giorno e riposarsi a letto durante il primo gennaio? Abbiamo scelto l'ultima fatica di Remedy, ovvero Quantum Break , gioco di indubbia qualità e che saprà regalarci ore di puro svago e divertimento. Capodanno alternativo da videogamer L'avventura per Xbox One dura all'incirca proprio quel lasso di tempo che va dall'ora di cena fino a quella di colazione, se giocato senza tanti fronzoli e andando direttamente al sodo. Quantum Break vanta una trama serrata, personaggi dotati di una notevole profondità e i sorprendenti colpi di scena narrativi di cui Remedy Entertainment è maestra indiscussa. Tutte le scelte compiute in questa avventura avranno ripercussioni sul finale di questo esperimento mediatico, in equilibrio tra videogioco e serie TV, offrendo al giocatore un'esperienza unica. Dopo Max Payne e Alan Wake, questo è sicuramente un altro gioco che fa e farà discutere il grande pubblico: Quantum Break è un action adventure con spiccati elementi sparatutto, molto più vicino a un Gears of War che un Uncharted, anche se non mancheranno momenti di gioco dove ci sarà da esplorare uno scenario o saltare da una piattaforma all'altra. Ma è nei combattimenti che il vero gameplay esce fuori, con le sue coperture e la sua spettacolarità. Quantum Break non è un gioco innovativo né tanto meno geniale, ma se cercate un ottimo intrattenimento che vi faccia volar via una nottata intera, è sicuramente quello che fa al caso vostro.

Passiamo la notte sulla nostra Wii U!

Sempre seguendo il nostro filo logico e cercando titoli abbastanza alternativi per passare un capodanno altrettanto alternativo, se la nostra console preferita è Wii U ci sentiamo di consigliarvi un titolo decisamente fuori dagli schemi e poco chiacchierato dal grande pubblico: parliamo di quella piccola chicca di Yoshi's Woolly World uscito ormai da tempo sull'attuale ammiraglia di casa Nintendo. Capodanno alternativo da videogamer L'avventura si svolge sull'Isola Gomitolo, abitata da Yoshi e dai suoi amici dinosauri. Wii U è una console in cui platform e avventure abbondano, ma sarebbe troppo scontato puntare tutto sui soliti Super Mario o The Legend of Zelda, soprattutto perché impossibile finirli in una nottata. Il gioco di Yoshi è invece una ottima alternativa ai "super classici", un titolo abbastanza bistrattato ma sorprendentemente curato e appassionante. Lo stile grafico rimanda immediatamente ad altre perle Nintendo, d'altra parte il team dietro a questo videogioco è Good-Feel, già autore di quel Kirby e la Stoffa dell'Eroe. Wolly World ha un level design decisamente impegnativo, forse nemmeno adatto a chi è poco avvezzo a platform e simili: molto difficile a tratti, la sua forza è proprio il livello di sfida che riproduce. L'elaborazione grafica di Nintendo Wii U poi fa il resto, donando al gioco un look irresistibile e fascinoso, fatto di materiali come lana, tessuti, gomitoli che sembrano a tratti reali, il tutto a 60 frame al secondo costanti per ogni livello di questo titolo. Le ambientazioni sono veramente ben disegnate ma soprattutto si differenziano tantissimo l'una dall'altra, passando da una stanza di giocattoli a mondi acquatici o fatti di lava. Tutta l'avventura si può finire, con un po' di impegno e bravura, nell'arco di una lunga nottata come quella che abbiamo alle porte.

Per i fan di PlayStation 4 consigliamo...

È recentemente uscito in digitale un titolo veramente eccezionale, da non lasciarsi scappare. Quale migliore occasione di provarlo e magari finirlo tutto di un fiato, se non a capodanno? Stiamo parlando dell'ultima fatica di Playdead: Inside. Capodanno alternativo da videogamer Ricordiamo per i più distratti che il team dietro a questa piccola opera d'arte altro non è che lo stesso del più rinomato Limbo, altra perla disponibile su tutti gli store virtuali. Proprio come avveniva in Limbo, l'avventura di Inside è interamente vissuta attraverso gli occhi di un bambino ed è interamente basata sulla intuizione e la fantasia. Non esiste una sola riga di testo e tutto il gioco è fortemente decontestualizzato: non sappiamo esattamente dove siamo ne perché, il tutto è lasciato alla libera interpretazione del giocatore, esattamente come il "da farsi" durante l'avventura. Non ci sono consigli o tutorial, solo l'esperienza diretta e la prova diretta ci può portare da una zona all'altra, fino alla fine. Abbandonato il monocromatismo del precedente Limbo, questo Inside è comunque un gioco decisamente cupo che preferisce ombre alle luci, nebbie e buio piuttosto che colori. Anche questa volta il comparto audio fa parte del gameplay stesso, introducendo momenti di relax fatti di silenzi assoluti a scene di panico e frenesia dove il battito cardiaco accelerato del protagonista e rumori assordati e improvvisi fanno capolino sulle casse della TV. Il ritmo di gioco è decisamente lento e soffocante ma efficace nel trasmettere emozioni di paura e ansia, basando molto del suo fascino sulla nostra attenzione e spirito di osservazione. I puzzle che incontriamo procedendo nell'avventura sono abbastanza stimolanti e difficili, ma non abbastanza da renderlo frustrante: Inside è il titolo alternativo perfetto per passare una nottata di solitudine davanti alla nostra amata PlayStation 4!

Capodanno sul PC!

Ci sono migliaia di titoli su PC che meritano di essere sviscerati e giocati per ore ed ore. In questo momento storico, dovessimo scegliere uno specifico titolo sul quale passare una nottata intera, consigliamo uno degli ultimi sparatutto usciti sul mercato: Battlefield 1. Capodanno alternativo da videogamer Il titolo Electronic Arts basa molta della sua longevità sul comparto online, ovviamente, ma questa volta lo story mode ci è sembrato veramente degno di essere apprezzato. Sarà per le affascinanti ambientazioni italiane delle Alpi, sarà perché la prima guerra mondiale non è mai stata così "vera" e realistica, ma sicuramente l'avventura in single player di Battlefield 1 va completata. La storia racconta la prima guerra mondiale attraverso una serie di protagonisti che la vivono quasi come fossero attori di un grande film hollywoodiano, con ambientazioni eterogenee e obiettivi molto diversificati. Si passa da combattimenti sul fronte a duelli aerei, passando dal deserto africano alle montagne europee. Battlefield 1 si completa interamente in poco più di 5/6 ore, non una durata esaltante è vero, ma d'altra parte il titolo EA punta tutto il suo fascino sulla competizione online e la storia rappresenta una sorta di gustoso contorno. La sua esigua durata lo rende perfetto come titolo da iniziare e completare nell'arco di una nottata, esattamente il tempo che ci concede questo capodanno fino al momento in cui, svegliandoci, sarà finalmente il 2017!

TI POTREBBE INTERESSARE