AccessoriTutte le novità di Sparco 

Sedie da gaming, guanti e magliette in arrivo da Torino!

A marzo siamo stati negli uffici di Sparco per carpire i segreti dei suoi piani per il mondo gaming: l'azienda torinese ha infatti deciso di lanciarsi nel settore degli accessori per giocatori competitivi adattando ciò che sa fare molto bene da sempre, i sedili racing. La prima cosa che abbiamo potuto toccare con mano è stato Evolve, abitacolo professionale su cui è possibile montare il proprio volante per simulare il più fedelmente possibile l'emozione di guidare un'auto da corsa, adesso è il momento di vedere cos'altro ha in serbo un team di esperti che di solito mette le mani sulle vetture più belle e costose del mondo.

Sedie, guanti e magliette: ecco le novità di Sparco per il mondo del gaming!

Sedie da gamer

Essendo i sedili da corsa il pane quotidiano di Sparco, è ovvio che la prima cosa a uscire dalla fabbrica sarà una linea di sedute pensate per giocatori con vari profili e varie possibilità economiche. Il segmento delle cosiddette "sedie da gamer" è ormai una nicchia abbastanza importante, un po' perché anche chi gioca solo a casa propria vuole un prodotto che gli faccia sembrare di stare in una arena con migliaia di persone che esultano per la sua ultima kill, un po' perché se vuoi stare per qualche ora seduto di fronte al computer tanto vale farlo su qualcosa che non ti spezza la schiena o appiattisce il sedere. Tutte le novità di Sparco Tutte le novità di Sparco Oltre alla già presente Respawn, in questo ambito Sparco ha, per ora, pensato tre differenti proposte. Il modello base, previsto per l'inizio dell'estate, si chiama Grip, costa 269 euro, è rivestito in pelle sintetica, identica a quella utilizzata per i sedili, con una buona resistenza all'usura e facile da lavare. Per adattarsi al corpo del giocatore la seduta può essere regolata in altezza e inclinazione, mentre sullo schienale è possibile scegliere la reclinazione e la regolazione lombare, per dare supporto nel punto in cui il corpo scarica il peso. Il modello intermedio si chiama invece Stint, arriverà a settembre, il prezzo non è noto ma offre le stesse regolazioni di Grip, solo che a differenza del rivestimento sintetico, che in estate può non essere la soluzione migliore se vuoi evitare che il caldo saldi la tua pelle alla sedia, è dotato di un sistema ColdFlow che prevede sul cuscino e nella parte centrale dello schienale un tessuto microforato che mantiene la pelle più fresca e aiuta il flusso sanguigno, così da migliorare il comfort e mitigare in parte i rischi della sedentarietà. Per chi invece vuole esagerare c'è Comp, un prodotto che a sua volta viene pensato in due varianti: C e V, lettere che identificano il materiale dello schienale. Il modello C infatti vede sul retro la presenza della fibra di carbonio, la stessa che Sparco utilizza nelle auto che potete veder correre sui circuiti o dentro Fast & Furious. Se invece preferite qualcosa di ancora più vistoso, nel modello V il retro prevede una vetroresina nera opaca. In entrambi i casi il design si ispira al sedile SPX di Sparco, probabilmente una delle cose più comode su cui potete poggiare il vostro sedere. Questo modello permette anche la regolazione dei poggiabraccia, sia in altezza che in larghezza e rotazione. Alla prova dei fatti tutti e tre i modelli si rivelano estremamente comodi e avvolgenti, in grado di dare tutto il supporto necessario. Anche Comp è previsto per l'estate, a un prezzo che varia tra 800 euro, per il modello in carbonio e 550 per quello in vetroresina. I modelli di fascia più alta, data la loro ispirazione racing, sono forse più adatti per i fisici più standard, visto che sono abbastanza avvolgenti sui fianchi, mentre il Grip, più somigliante a una poltrona normale, è un modello valido anche per corporature più generose. Come se non bastasse, Sparco ha anche avviato, anche, una collaborazione con Codemasters, assieme alla quale è stata prodotta una poltrona personalizzata DiRT Rally che avrà una colorazione diversa, ispirata al gioco e decisamente più vistosa.

Professionismo da indossare

Ma non è finita qui, perché Sparco è anche famosa per aver inventato le prime tute da corsa ignifughe, indossate da assi del volante di ogni epoca e tutt'ora usate da miglia di piloti di ogni categoria. Ovviamente i "pro gamer" non hanno bisogno di questo tipo di materiale, a meno che il loro PC non prenda fuoco a causa di overlock particolarmente aggressivi, ma questo non vuol dire che non ci sia margine per creare dei prodotti pensati per il settore. Ormai il mondo dei clan è ricco e variegato almeno quanto quello del calcio e c'è una cosa che accomuna il Real Madrid, la squadra di calcetto del venerdì sera, gli Splice, i Fnatic o un gruppo di ragazzi che sta muovendo ora i primi passi nella scena competitiva di Overwatch o League of Legends: una divisa. Tutte le novità di Sparco Tutte le novità di Sparco Per offrire a tutti lo stesso servizio, Sparco ha pensato a una maglietta, nome in codice GT-Vent, da indossare durante i tornei che offra traspirazione, comfort e, soprattutto, personalizzazione. Presto uscirà infatti il modello base, costo previsto 54 euro, ma in futuro sarà possibile modificare il colore in base alle esigenze di ogni team e far cucire loghi e sponsor. L'altro accessorio che potrebbe rivelarsi interessante si chiama Hypergrip, è un guanto pensato per eliminare il problema del sudore che può formarsi sul palmo delle mani dopo lunghe sessioni di gioco, favorendo una presa più salda. I materiali sono traspiranti sul dorso, mentre sul palmo garantiscono una presa sicura del joypad o del volante e volendo è possibile scoprire la punta del pollice e dell'indice per avere il massimo controllo quando si impugna un pad o si tiene la mano sul mouse. Alla prova su strada Hypergrip si rivela decisamente comodo e, per fortuna sufficientemente traspirante nella parte superiore, quella inferiore invece si scalda velocemente, ma i materiali evitano di ritrovarsi mouse e pad pieni di sudore. Il suo ambiente ideale di utilizzo è probabilmente con pad e volanti, perché per chi usa mouse e tastiera è meglio avere tutti i polpastrelli liberi, visto che il guanto, per quanto sottile, limita comunque la sensibilità e richiederebbe un certo grado di adattamento. Anche il guanto, come tutto il resto, dovrebbe vedere la luce entro l'estate e non è detto che questi mesi non siano serviti ai progettisti Sparco per modificare i materiali e renderlo ancora più confortevole. Da quello che abbiamo potuto capire parlando con i dirigenti e i responsabili della divisione gaming, Sparco ha in ballo altre sorprese interessanti per i prossimi mesi, che riguarderanno sia il settore delle sedie, sia quello degli altri accessori. Non sappiamo cosa bolle in pentola, nei capannoni torinesi pieni di pelli pregiate e macchinari di precisione, ma siamo sicuri che se c'è un marchio in grado di portare questo segmento verso nuove e interessanti soluzioni, quello è Sparco.

TI POTREBBE INTERESSARE