La risposta di PlayStation a Xbox One X  36

Tra cross-play, potenza bruta e dati di vendita, vediamo le reazioni di Sony alla nuova console Microsoft

L'E3 2017 sarà ricordato principalmente per la presentazione di Xbox One X. La nuova console Microsoft ha fatto tornare ad ardere la fiamma della console war con PlayStation, che fino al momento dell'annuncio di Project Scorpio stava cominciando a diventare sempre più fioca per via del divario di base installata, esclusive e prestazioni. Il gap di potenza e prezzo con l'attuale offerta PlayStation ha così dato vita a uno scoppiettante botta e risposta tra i dirigenti delle due aziende, che stanno affilando le loro armi di marketing. La contesa si sta giocando su diversi campi: cross-play, retrocompatibilità, dati di vendita e, ovviamente, la potenza bruta. Da una parte Phil Spencer, capo della divisione Xbox dal 2014, l'uomo che ha messo una pezza ai disastri di comunicazione del suo predecessore. Dall'altra Jim Ryan, responsabile della divisione marketing e vendite di PlayStation. Chi ne uscirà vincitore?

13 Aggiornamenti
fino a 1 settimana, 3 giorni fa

Jim Ryan: Sony non sta imponendo agli sviluppatori di peggiorare le versione Xbox One X dei giochi per non far sfigurare PlayStation 4 Pro

La versione Xbox One X di Destiny 2 non girerà a 60 frame al secondo ma a 30, come la versione PlayStation 4 Pro. Il motivo, secondo l'immancabile teoria cospirazionista, è che Sony avrebbe fatto pressioni per limitare la versione per la nuova console di Microsoft, così da non far sfigurare quella della console di Sony. Jim Ryan è intervenuto anche su questa paradossale faccenda, dichiarando di non sapere (ovviamente) nulla di simili accordi. Secondo lui sta agli sviluppatori decidere come e se sfruttare la maggiore potenza di una console.

Jim Ryan: Sony non teme la potenza di Xbox One X perché gli sviluppatori dovranno puntare al "minimo comune denominatore"

Entra finalmente in scena anche Jim Ryan, che ha minimizzato l'importanza di avere una console particolarmente potente sul mercato: secondo il responsabile del marketing Sony, gli sviluppatori devono infatti comunque puntare al minimo comune denominatore, ovvero a far funzionare al meglio il software sull'hardware meno performante. "Se sei un grande publisher, è un approccio perfettamente razionale", ha spiegato, "perché ti ritrovi a dover sviluppare il software in una versione unica. Non si sviluppa un prodotto a un certo livello e poi vi si aggiunge altro lavoro per poterlo portare ad un livello più evoluto".

Sony ha volutamente evitato di annunciare alcuni titoli all'E3 2017

Un punto su cui anche Sony sembra essere d'accordo, almeno in parte. Intervistato dal canale YouTube Jagat Review, il presidente di Sony Worldwide Studio, Shuei Yoshida, ha dichiarato che l'azienda si è tenuta alcune sorprese per i prossimi eventi fissati nel corso dell'anno, quindi presumibilmente la GamesCom, il Tokyo Game Show e, soprattutto, il PlayStation Experience di dicembre.

Microsoft non ha presentato grandi titoli first party all'E3 2017 per non anticipare troppo i tempi, dice Phil Spencer

Intanto Phil Spencer è tornato a discutere la line-up di Xbox One. Il capo di Xbox ci ha tenuto a rassicurare ancora una volta gli appassionati, dichiarando che altri titoli first party per Xbox One saranno annunciati in seguito. "Ho dovuto convivere col fatto di annunciare cose troppo in anticipo e poi dover subire l'hype mentre si sta cercando di costruire un progetto, e sto imparando la lezione. Non sono un grande fan di queste situazioni, pertanto voglio lasciare ai team il tempo necessario", ha spiegato Spencer. "Come produttore si vive la tensione, dal momento che se avessi mostrato Master Chief girare sullo schermo a 4K, il teatro sarebbe impazzito".

Sony ha rifiutato il multiplayer cross-platform in Minecraft per proteggere i bambini

Tornato alla ribalta nel corso dell'E3 grazie all'annuncio riguardante Minecraft, il multiplayer cross-network sembra diventato un argomento spinoso per Sony, che ha lasciato fuori dalla community estesa sia i giocatori di Rocket League che quelli dello stesso Minecraft. Interrogato da Eurogamer.net sull'argomento, Jim Ryan ha spiegato che la scelta è stata presa per proteggere gli utenti più giovani di PlayStation Network. "Dobbiamo essere attenti a causa della nostra responsabilità nei confronti dei nostri utenti", ha spiegato Ryan, "Minecraft in particolare, con la sua demografia che comprende tutte le età compresi i molto giovani". Sony ha "un contratto con le persone che vanno online sui propri servizi e finché stanno nell'universo PlayStation l'ambiente è sotto controllo."

Non tutti i giochi per Xbox One X gireranno a 4k, alcuni faranno l'upscaling come Assassin's Creed Origins

Tuttavia non tutti i giochi gireranno in 4K reali. Ad esempio è già stato chiarito che Assassin's Creed Origins non girerà completamente a 4K su Xbox One. Lo ha dichiarato il producer del gioco, Julien Laferrière, ai microfoni di Geoff Keighley per la trasmissione E3 YouTube Live.

Phil Spencer giustifica il prezzo di Xbox One X, è una console che offre un'esperienza premium

Dichiarazioni che vanno a braccetto con quelle riguardanti il prezzo della nuova Xbox. Il capo di Xbox ha infatti sottolineato come la nuova console offra un'esperienza di tipo premium: "Quando guardiamo la nostra linea di console, è incredibilmente importante il fatto di avere una macchina conveniente come Xbox One S, che offre HDR gaming, lettore Blu-ray UHD, upsampling fino a 4K e potenza. Xbox One X è invece un sistema pensato per gli utenti alla ricerca della console più potente, che possa far girare qualsiasi gioco meglio rispetto alle altre."

Phil Spencer: PlayStation 4 Pro è più una concorrente di Xbox One S, perché non è un vero sistema da 4K

Iniziano le frecciatine a distanza: nel corso di un intervista a The Verge, Phil Spencer ha scartato scarta ogni possibile confronto diretto, sul fronte delle potenzialità dell'hardware, tra Xbox One X e PlayStation 4 Pro. "Vedo PlayStation 4 Pro più come una concorrente diretta di Xbox One S piuttosto che di Xbox One X. Quest'ultima è una console in grado di fornire il vero 4K; anche solo guardando le specifiche ci si rende conto che gioca in un campionato differente rispetto alle altre console attualmente sul mercato". A tale proposito, Spencer ha anche evidenziato la differenza tra il 4K visualizzato tramite le varie tecniche di upscaling di PlayStation 4 Pro e il 4K nativo, facendo intendere che su Xbox One X saranno molti di più i titoli che sfrutteranno il "vero 4K" rispetto alla concorrenza.

Mark Cerny parla di PlayStation 4 Pro, Death Stranding, Spider-Man e altro

Nel frattempo Sony pubblicava un video con protagonista Mark Cerny, il system architect di PlayStation 4 e PlayStation 4 Pro, che ha parlato di diversi argomenti. Cerny ha affermato che la reazione a PlayStation 4 Pro è stata positiva e che metà di quelli che hanno acquistato la console la stanno utilizzando su un televisore 4K. Anche gli sviluppatori avrebbero reagito bene alla console, e imparato velocemente a sfruttarla.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Phil Spencer: non ci serve fare affidamento su Gears of War e Halo

A questo punto è iniziato il valzer delle dichiarazioni sui più diversi argomenti. A cominciare è Phil Spencer, tornato a spiegare l'assenza di franchise blasonati come Gears of War o Halo dalla conferenza E3. A suo avviso questo dimostrerebbe la capacità di Microsoft di allestire lo stesso uno show interessante. "Abbiamo mostrato 42 giochi. Siamo andati oltre le nostre tempistiche abituali. Ho amato i titoli che abbiamo proposto sul palco. Non ne avrei scartato nemmeno uno". Insomma, il leader di Xbox non rimpiange l'assenza di due pezzi da novanta come Gears e Halo, pur facendo presente che 343 Industries e The Coalition sono già al lavoro sui loro prossimi progetti.

La sintesi della conferenza Sony PlayStation dell'E3 2017

Sony risponde con una conferenza incentrata sui giochi. Manca The Last of Us: Part II, ma in compenso arrivano nuovi filmati della prima espansione narrativa di Uncharted, di God of War e dello Spider-man di Insomniac.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

PlayStation 4 ha superato i 60,4 milioni di unità vendute e 487 milioni di giochi

A margine della conferenza, Sony ha diffuso nuovi dati sull'andamento di PlayStation 4 in generale. Secondo quanto si legge in un comunicato, PlayStation 4 ha venduto un totale di oltre 60,4 milioni di unità in tutto il mondo. Le vendite software, in totale, ammontano ora a 487 milioni di copie complessivamente, comprensive di titoli in retail e in digitale.

La sintesi della Conferenza Microsoft dell'E3 2017

Tutto parte ovviamente dalla conferenza Xbox: Microsoft presenta Xbox One X, puntando forte su "4K reale e 60 fotogrammi al secondo" attraverso numerosi trailer e video di gameplay. Si tratta dello stesso terreno di caccia di PlayStation 4 Pro, che però non sembra poter competere in termini prestazionali con Scorpio.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )