Bimbo Ragno a chi? Il nuovo incontro con Spider-Man  82

Abbiamo visto ancora l'atteso action di Insomniac e fatto due chiacchiere con gli sviluppatori

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Con l'impressionante Spider-Man di Insomniac, Sony ha voluto chiudere la sua conferenza all'E3 2017. Un finale coi botti, non inaspettato o particolarmente sorprendente, ma che comunque ha dato enorme risalto a quello che è senza dubbio uno dei giochi più importanti nel 2018 di PlayStation 4. Dopo la presentazione al pubblico abbiamo incontrato gli sviluppatori in una delle salette dello stand Sony, ma sfortunatamente la demo che ci è stata mostrata era esattamente la stessa presentata sul palco della conferenza. Ancora una volta, quindi, abbiamo visto Spider-Man alle prese con Kingpin e Mr. Negative, finire nel mezzo di uno scontro tra bande e lanciarsi in un frenetico inseguimento tra i grattacieli di Manhattan. Vedere il gioco girare su un enorme schermo in 4K lascia effettivamente a bocca aperta, e non potrebbe essere altrimenti visto che Spider-Man sfrutta una versione ulteriormente arricchita del motore che Insomniac ha già usato per lo sgargiante Ratchet & Clank. "Chi ha giocato Ratchet sa bene quanto appaia vivace e definito in 4K", ci ha detto Ryan Schneider, brand officer di Insomniac. "Già al tempo avevamo utilizzato la tecnica del temporal injection per rendere tutto più gradevole, ma con Spider-Man siamo riusciti ad applicarla meglio ottenendo risultati ancora migliori". Il tutto assicurando un frame rate elevato e stabile sia su PlayStation 4 che su PlayStation 4 Pro.

Hey Spidey!

"Questa demo è pensata per dare un'idea molto generale di quella che sarà l'esperienza del gioco. Dimostra creativi approcci al combattimento, a prescindere che sia a terra, a mezz'aria oppure combinando tecniche e interazioni con l'ambiente per liberarsi dei nemici in un attimo. Oltre a questo ci sono questi spettacolari momenti cinematografici che ricordano i blockbuster di Hollywood, richiedendo un'interazione molto semplice tramite quick time event". In alcuni casi il tempismo dei QTE sarà più rigido rispetto a quello visto durante la presentazione. Non è ancora chiaro però quale sarà il rapporto tra la componente sandbox e lo svolgimento delle singole missioni, ma Schneider ha promesso "un'esperienza che sia quanto più libera possibile nei momenti di free roaming e un po' più guidata nelle sequenze più cinematografiche". In combattimento i controlli non sono particolarmente complessi: coi quattro tasti frontali si salta, si schivano gli attacchi, si effettua una presa sparando una ragnatela e ovviamente si effettuano combo d'attacchi. Volteggiare tra i grattacieli richiede invece l'utilizzo dei grilletti, premendoli separatamente in base all'appiglio da prendere o assieme per darsi una forte spinta in avanti.

Tutto sembra essere molto fluido e immediato, e il fatto che Spidey reagisca contestualmente all'ambiente (ad esempio correndo lungo la parete di un edificio) dovrebbe permettere un'esperienza divertente, scorrevole e senza interruzioni. Esattamente come nella conferenza Sony, durante la presentazione a porte chiuse gli sviluppatori sono stati attenti a non uccidere nessuno dei nemici, afferrando un bandito con la ragnatela prima che possa precipitare giù dal grattacielo. "La filosofia di Spider-Man è quella di non uccidere", afferma Schneider. "Dal punto di vista del design è una limitazione stimolante e terrificante allo stesso tempo. In alcune di queste situazioni il giocatore fallirà la missione, e comunque stiamo facendo il possibile per permettere al giocatore di liberarsi dei nemici nel modo più umano possibile". Sfortunatamente gli sviluppatori hanno tenuto la bocca cucita su tutta una serie di informazioni: dal ruolo di Miles Morales nella storia alla crescita del personaggio in termini di abilità, né sappiamo se sarà possibile vestire anche i panni di Peter Parker senza il suo costume. Sappiamo però che lo Spider-Man del gioco di Insomniac sarà molto più esperto, sono passati anni dalla morte dello zio Ben e ormai è in grado di costruire le sue tecnologie. "Da sempre Spider-Man e Peter Parker hanno un rapporto inverso", conclude Schneider. "Quando Spidey è in piena forma e si gode il successo, Peter sta vivendo il suo periodo peggiore. E viceversa, quando Peter si dedica alla sua vita privata, Spider-Man sparisce dalle luci dei riflettori. Questo cortocircuito sarà alla base della nostra storia".

CERTEZZE

  • Vivace, spettacolare e fluido... proprio come Spidey
  • Il sistema di combattimento sembra versatile e divertente

DUBBI

  • Speriamo che le scene scriptate non siano eccessivamente frequenti
  • Ancora nessun dettaglio sulla progressione del personaggio