Assembla che ti Passa #103  39

La lotta per il dominio nel mercato delle CPU si fa sempre più accesa e presto si estenderà alla fascia bassa

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

Questa settimana partiamo da Intel che ha lanciato la sua serie Xeon dedicata ai server approfittando dell'occasione per sminuire i processori AMD Epyc. Secondo la compagnia i processori della concorrenza hanno problemi di consistenza nelle performance in quanto basati su 4 Die delle versioni desktop della serie zen "incollati" assieme. Eppure la soluzione AMD non sembra funzionare così male e ha il vantaggio di tagliare notevolmente i prezzi. Lo Xeon di punta, il Platinum 8176, costa qualcosa come 8719 dollari e si ferma a 28 core e 56 thread contro i 32/64 dell'Epyc 7601 che ne costa solo 4000. I primi test vedono il processore AMD leggermente indietro nei calcoli e nelle capacità multimediali, ma come abbiamo detto costa sensibilmente meno e vince in quanto a efficienza multi-core risultando comunque appetibile. Non è detto, quindi, che Intel faccia bene a sminuire i processori concorrenti, nonostante il trucco architetturale utilizzato da AMD abbia senza dubbio un peso sulle performance. Ma queste ultime non hanno impedito ai processori desktop Ryzen di farsi notare, guadagnando un'importante fetta di mercato, grazie all'ottimo rapporto tra prezzo e offerta. E da questo punto di vista ci aspettiamo che i processori Ryzen 3, ormai in dirittura d'arrivo, siano all'altezza degli altri processori desktop basati su architettura Zen. Processori che dovranno fronteggiare il temibile Pentium G4560, dato sulla via del pensionamento da alcuni rumor ma, a detta di un portavoce Intel, destinato invece a restare mettendo in campo un rapporto tra qualità e prezzo decisamente superiore al Core i3-7100. Quest'ultimo vanta 400MHz in più, istruzioni AVX e una GPU integrata migliore, ma all'osso è il medesimo processore, con gli stessi due core e quattro thread, venduto a quasi cinquanta euro in più.

Non stupisce, quindi, che il Pentium G4560 sia più gettonato e potrebbe infastidire anche i Ryzen 3 1200 e 1300 benché questi, pur privi di Multi-Threading, mettano in campo quattro core fisici a prezzi probabilmente molto contenuti. Inutile dire che siamo curiosi di vedere come si evolveranno le cose e lo siamo ancora di più per quanto riguarda il campo delle GPU, laddove AMD sta finalmente per scendere in campo con le schede video Radeon RX Vega. Il debutto ufficiale è fissato per la fine di luglio, ma il Team Red porterà i sample a zonzo per l'Europa a partire dal 18, cominciando dall'Akvárium Klub di Budapest. La nostra speranza è che le prime prove sul campo ci rivelino qualcosa sulle performance di schede che sono ancora avvolte nel mistero. Da quello che sappiamo uno dei modelli dovrebbe avere performance vicine alla GTX 1070 e un altro superare la GTX 1080, ma non sappiamo a quali specifici modelli appartengano i presunti benchmark, oltre a non avere idea dei prezzi. Grazie a 3DCenter potremmo, però, sapere almeno i nomi e i consumi. I tre modelli, a quanto pare tutti equipaggiati con 8GB di HMB2, dovrebbero chiamarsi Vega XTX, Vega XT e Vega XL. Il primo, raffreddato ad acqua, parrebbe avere un TDP decisamente elevato, con gli stessi 375W della Frontier Edition a liquido che in questo caso sono tutti spesi per il gaming. Il secondo, il Vega XT, sarebbe la versione ad aria, questa volta meno affamato di energia del corrispettivo Frontier Edition con 285W. Il terzo modello, caratterizzato dagli stessi consumi, sarebbe invece una versione castrata del chipset Vega, con 3584 stream processor contro i 4096 dei modelli superiori. A questo punto non ci resta che scoprire piccoli e insignificanti dettagli come prezzo e performance, ma per queste ultime è probabile che la verità non venga a galla fino alle prime recensioni. Confidando in un agosto bollente, e non parliamo del sole, torniamo a parlare di realtà virtuale sull'onda del corposo taglio di prezzo di Oculus che ha portato il Rift in bundle con i controller Touch a 399 dollari. Con le vendite impantanate una mossa del genere non stupisce, così come non stupisce che la compagnia, sussidiaria di Facebook e pioniera della nuova ondata di visori, non si arrenda alla concorrenza e alla diffidenza nei confronti della realtà virtuale. E il rilancio passa per l'annuncio di un nuovo visore wireless chiamato Pacific e presumibilmente pensato per l'ambito mobile. Il prezzo, 200 dollari, non è basso, ma probabilmente parliamo di qualcosa di sensibilmente più potente rispetto alle soluzioni della concorrenza, più piccolo del Rift e più leggero del Samsung Gear VR.

Assembla che ti Passa #103

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è necessariamente detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

Il Pentium G4560 resta un'opzione dannatamente golosa per la fascia bassa, a meno di non voler aspettare l'arrivo degli ormai imminenti Ryzen 3 1200 e 1300. Capace di sostenere, pur con qualche incertezza, anche una RX 470, l'economico processore Intel mette in campo 2 core e 4 thread, risultando una delle migliori opzioni in circolazione in quanto a rapporto tra qualità e prezzo.

La febbre dell'estrazione digitale delle criptovalute ha messo praticamente fuori gioco le Radeon RX 470 e 570, costringendoci a tornare alle classiche alternative di fascia bassa. Questa settimana, in vena di risparmio, ci lanciamo sulla Radeon RX 460 da 2GB, limitata ma economica e comunque capace di regalare qualche soddisfazione a chi non ha grandi necessità in ambito gaming.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 65.00
Intel Pentium G4560 3.5GHz
SCHEDA MADRE € 70.00
Asrock B250M-HDV
SCHEDA VIDEO € 105.00
Gigabyte Radeon RX 460 Windforce OC 2GB
RAM € 60.00
Crucial 8GB 1x8GB DDR4 2400MHz CL17
ALIMENTATORE € 45.00
XFX ProSeries 450W PSU 80+ Bronze
HARD DISK € 45.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 35.00
BitFenix NOVA
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
LG GH24NSD1
TOTALE: € 440.00

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Tra prezzi elevati e scarsa disponibilità, la Radeon RX 580 è una scheda complicata da ottenere senza spendere una fortuna o sottostare ad attese molto lunghe, trasformata in un bene di lusso dalle brame di tonnellate di nuovi minatori digitali. Un simile destino, sebbene con rincari inferiori, è toccato alle GeForce GTX 1060, irreperibili o abbordabili solo nella versione da 3GB.

Ed è proprio quest'ultima quella che siamo costretti a scegliere, visto che lo sconvolgimento dei prezzi ha influenzato anche la GTX 1070. Per quanto riguarda il processore ci rivolgiamo, guardando anche a chi non vuole correre rischi con l'overclock, al Ryzen 5 1500X che può arrivare fino a 3.7GHz e superarli grazie alla tecnologia XFR, ricordando che può comunque essere portato a un paio di centinaia di megahertz in più con il Wraith Spire incluso nel pacchetto.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 180.00
AMD Ryzen 5 1500X 3.5-3.7GHz
SCHEDA MADRE € 100.00
MSI B350 PC MATE
SCHEDA VIDEO € 250.00
GIGABYTE NVIDIA GeForce GTX 1060 3GB
RAM € 135.00
Corsair Vengeance LPX 2x8GB DDR4 3000MHz CL15
ALIMENTATORE € 50.00
XFX P1-500B-XTFR 500W 80+ Bronze
HARD DISK € 45.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 65.00
Corsair Carbide 100R Silent Edition Mid Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
LG GH24NSD1
TOTALE: € 840.00

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni elevate, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Ridimensionante le due configurazioni precedenti, ci permettiamo qualcosa in più in quella extra puntando alla GeForce GTX 1080 Ti che lascia a desiderare in quanto a rapporto tra prezzo e prestazioni, ma permette di giocare senza troppe rinunce in 4K e partendo da un prezzo base molto elevato è sfuggita alla febbre delle criptovalute.

Per quanto riguarda il processore restiamo con il Ryzen 7 1700, più conveniente dei modelli superiori e comunque capace di raggiungere le stesse frequenze, e proprio per questo ci permettiamo di sostituire il Wraith Spire in bundle con un Corsair H100i a liquido.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 425.00
AMD Ryzen 7 1700 3.0-3.7GHz / Corsair H100i V2
SCHEDA MADRE € 170.00
Gigabyte AORUS AX370 Gaming 5
SCHEDA VIDEO € 830.00
Zotac GeForce GTX 1080 Ti AMP Edition
RAM € 140.00
Corsair Vengeance LPX DDR4 3200MHz CL16
ALIMENTATORE € 160.00
EVGA SuperNOVA 750 P2 80+ Platinum
HARD DISK € 170.00
SSD Samsung 850 EVO 250GB M.2 / Western Digital Caviar Black 1TB
CASE € 100.00
Phanteks Enthoo Pro M Tempered Glass Mid Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
LG GH24NSD1
TOTALE: € 2010.00