L'endgame di World of Warcraft si sposta su Argus  14

Blizzard ha presentato ufficialmente i primi contenuti dell'aggiornamento 7.3: Le Ombre di Argus

Negli ultimi giorni girava la voce che Blizzard avrebbe annunciato la nuova espansione di World of Warcraft al Gamescom e già si facevano ipotesi sul Jaina Marefiero, Kul Tiras e il futuro di Azeroth. Ian Hazzikostas, invece, ha parlato soltanto del nuovo aggiornamento 7.3 e in tutta onestà, dato che i contenuti in questione sono sui Reami Pubblici di Prova già da parecchie settimane e i veri fan di World of Warcraft li hanno già spulciati personalmente o indirettamente, è stato difficile cedere all'entusiasmo. Detto questo, Hazzikostas ha comunque mostrato in anteprima il trailer dell'aggiornamento, intitolato Le Ombre di Argus, e la cinematica introduttiva con cui arriveremo finalmente sul pianeta che la Legione Infuocata ha trasformato nella sua roccaforte, per poi spiegare le principali feature che lo caratterizzeranno, prolungando i contenuti endgame fino - presumibilmente - alla prossima espansione.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

La strada per Argus

Con l'apertura dell'ultima ala nella Tomba di Sargeras in modalità Ricerca delle incursioni, il pianeta Argus è comparso nel cielo di tutti i giocatori di World of Warcraft: fino a quel momento, avevano potuto vederlo soltanto quelli che avevano sconfitto Kil'jaeden alla fine dell'incursione, ma ormai si avvicina l'ora di viaggiare nello spazio e attaccare la Legione dritta al cuore. L'aggiornamento 7.3 sarà pubblicato il 30 agosto e aggiungerà Argus ai territori implementati con Legion: si tratta del pianeta d'origine degli Eredar, la razza che oggi chiamiamo Draenei. Argus è oggi in mano a Sargeras e al suo esercito di demoni ed è proprio lì che sta combattendo l'Armata della Luce capitanata da due eroi storici che non vedevamo dai tempi di Warcraft II: Turalyon e Alleria. Il nostro compito - purché si sia raggiunto almeno il livello 110 - sarà ovviamente quello di aiutare l'Armata della Luce a riconquistare Argus, sconfiggendo una volta per tutte la Legione.

La nuova campagna si dilungherà attraverso una serie di missioni settimanali, che speriamo saranno più simili a quelle di Suramar che a quelle davvero insipide della Riva Dispersa, e che sbloccheranno via via nuove aree di Argus da esplorare, avvicinandoci sempre di più all'ultima incursione: Antorus, il Trono Infuocato. I giocatori, nel mentre, completeranno varie missioni giornaliere che li ricompenseranno con Potere Artefatto, risorse e altre valute più o meno utili, un po' come è successo finora con le missioni mondiali delle Isole Disperse, anche se gli sviluppatori hanno promesso una maggiore varietà. Argus, per esempio, è collegato a vari altri pianeti attraverso portali specifici, chiamati anche punti d'invasione, che ci permetteranno di affrontare alcune missioni in piccole mappe dense di nemici che, in certi casi, richiederanno più giocatori per essere sconfitti. Restando in tema di attività di gruppo, l'aggiornamento 7.3 introduce fin da subito una nuova spedizione (Il seggio del Triumvirato) a difficoltà mitica e aumenta il livello oggetto delle ricompense in tutte le altre spedizioni a ogni livello di difficoltà, mitico+ compreso. È ancora presto per dire se Argus spezzerà almeno un po' la monotonia di un endgame PvE eccessivamente votato al grind sfrenato, ma il cambio d'ambientazione sicuramente aiuterà a rilassare gli animi dei giocatori assidui.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Hazzikostas ci teneva molto anche a parlare dei nuovi sistemi di progressione che interesseranno soprattutto i giocatori in cerca di miglioramenti. Uno di essi è il Crogiolo di Lucefatua, una fucina nella nostra base operativa - l'astronave Vindicaar - che ci permetterà di personalizzare le reliquie incastonate nelle armi Artefatto e migliorarne alcuni tratti. Per chi ha già sbloccato il tratto Armonia degli Spezzalegione, purtroppo non ci sono grandi novità, e restano solo da accumulare miliardi di punti Potere Artefatto per aumentare l'efficacia del beneficio casuale. Fortunatamente, l'aggiornamento 7.3 prevede l'aumento della Conoscenza Artefatto a ritmi regolari per tutti i giocatori, il che dovrebbe allineare i personaggi principali cresciuti in questi mesi con quelli secondari e con i giocatori che magari hanno raggiunto il livello massimo da poco.

In termini di attività secondarie, inoltre, l'aggiornamento prevede nuove formule per alcune professioni di artigianato e una nuova impresa per i collezionisti di mascotte legata alle vecchie incursioni dell'espansione Cataclysm. Se aggiungiamo i soliti cambiamenti alle classi e l'implementazione di tutta una nuova serie di animazioni che renderanno più spettacolari Maghi, Sacerdoti, Sciamani e Druidi, appare subito chiaro che l'aggiornamento Le Ombre di Argus è uno dei più ambiziosi che Blizzard abbia mai pubblicato, anche perché a differenza di altre patch simili, come per esempio quella con l'Isola del Tuono in Mists of Pandaria, va a toccare la trama portante di World of Warcraft in modo decisivo. Sarà comunque la seconda parte dell'aggiornamento a concludere la saga della Legione Infuocata e a proiettarci verso la prossima espansione, ma per l'ultima incursione e la battaglia finale per il destino di Argus e di Azeroth dovremo aspettare la fine dell'anno.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Intervista a Ion Hazzikostas

Durante la Gamescom, abbiamo avuto l'occasione di intervistare personalmente Ion Hazzikostas, il game director di World of Warcraft, sull'aggiornamento 7.3 e il futuro dopo Legion. Ecco com'è andata.

Nonostante le modifiche apportate negli ultimi mesi, la questione dei leggendari resta ancora oggi molto spinosa. Per i personaggi secondari e per i giocatori che cominciano Legion adesso è difficile allinearsi a chi ha cresciuto un personaggio per mesi perché la raccolta si basa unicamente sulla fortuna. Avete pensato a un sistema che permetta di sbloccare più velocemente i leggendari desiderati?
Ammetto che ci sono delle cose che vorremmo fare diversamente, se potessimo tornare a un anno fa, ma non abbiamo intenzione di modificare il sistema attuale. Quello che abbiamo fatto è stato incrementare la frequenza con cui si trovano gli oggetti leggendari per andare incontro ai giocatori che hanno appena cominciato o che vogliono crescere nuovi personaggi. Inoltre, abbiamo bilanciato continuamente i vari oggetti leggendari - per esempio migliorando i peggiori o diminuendo l'efficacia dei migliori - e così ci siamo accorti che i giocatori non equipaggiano sempre gli stessi oggetti leggendari, ma li cambiano a seconda della situazione. Questa flessibilità, secondo noi, è la ricompensa per aver investito molto tempo su un personaggio.

Avete già anticipato che il limite della Conoscenza Artefatto aumenterà, ma chi ha già sbloccato l'Armonia degli Spezzalegione ha finito di potenziare la sua arma e in futuro dovrà solo sbloccare i nuovi ranghi: dunque la crescita dell'arma è finita o ci aspettano delle sorprese nella 7.3?
Sì, vi confermo che abbiamo aumentato il livello massimo della Conoscenza Artefatto, ma voglio precisare che adesso aumenterà di un livello a settimana per tutti i giocatori. Non dipende più dalla progressione personale, e come uscirà l'aggiornamento 7.3, tutti i giocatori livello 110 si ritroveranno la Conoscenza a 41. I giocatori che hanno raggiunto l'Armonia potranno continuare a potenziarla, ma nel nuovo aggiornamento abbiamo implementato anche il Crogiolo di Lucefatua per migliorare le reliquie.

Se nella prossima espansione si torneranno a usare armi normali invece di quelle Artefatto, giustificherete narrativamente la loro perdita? Sono armi mitologiche che dovrebbero essere le più potenti in assoluto, no?
In effetti ci stiamo pensando. Abbiamo implementato il sistema delle armi Artefatto pensando che l'avremmo usato soltanto in Legion, anche perché se decidessimo di inventarci nuovi Artefatti o crescere ulteriormente quelli già in gioco, dovremmo ideare almeno una cinquantina di nuovi tratti ad arma e diventerebbe tutto troppo complesso. Tuttavia ci siamo resi conto che i giocatori si sono molto affezionati ai loro Artefatti e non è una cosa che vogliamo prendere alla leggera, perciò stiamo studiando un modo per sacrificare il potere delle armi prima di proseguire nella nuova espansione. In ogni caso, i giocatori potranno utilizzare gli aspetti delle armi Artefatto che hanno sbloccato attraverso il sistema di trasmogrificazione.

Jaina Marefiero è stranamente sparita dalla circolazione. Sappiamo che nella 7.3 non gioca un ruolo importante, dunque dobbiamo aspettarci di rivederla nella prossima espansione, magari con un ruolo più decisivo?
Jaina è un personaggio molto importante nella storia di Warcraft, perciò penso che risentiremo parlare di lei molto presto. In fondo è una delle donne più potenti nel mondo di Warcraft, ma all'inizio di Legion si è fatta da parte perché porta molto rancore nei confronti dell'Orda e non ha digerito la tregua con l'Alleanza per sconfiggere la Legione Infuocata.

Molte giocatrici lamentano il fatto che cominciano a scarseggiare i personaggi femminili protagonisti: come abbiamo detto, Jaina è sparita mentre Sylvanas, nonostante sia il nuovo Capoguerra dell'Orda, ha avuto un ruolo marginale nella storia di Legion. Secondo noi è una critica legittima. Dove sono finite Aggra, Yrael e Garona?
Siamo molto fieri della varietà di personaggi che figurano in World of Warcraft, ma ci teniamo sempre a contestualizzarli. Come ho detto, Jaina si è fatta da parte e Sylvanas ha avuto un ruolo importante nella storyline di Stromheim. Abbiamo deciso di far condurre la battaglia contro la Legione ad alcuni personaggi neutrali come Khadgar o Illidan per il semplice fatto che trascendono il concetto di fazione, ma un personaggio femminile che sta per tornare è Alleria, la sorella di Sylvanas che non vediamo da tantissimo tempo. Nella 7.3 scopriremo che fine ha fatto, anche perché è una delle protagoniste assolute del nuovo aggiornamento, tant'è che ci accompagna nella spedizione Il Seggio del Triumvirato.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Possiamo chiedervi come stanno andando le sottoscrizioni? Abbiamo l'impressione che abbiate sventato il calo d'interesse che aveva colpito il gioco sul finire di Warlords of Draenor...
Come sviluppatori, non ci soffermiamo molto sul numero dei sottoscriventi, anche se ci ha fatto piacere sapere che nell'ultimo anno sono tornati molti giocatori, rispetto a come sono andate le cose con Warlords of Draenor. Alla fin fine, a noi interessa soltanto sviluppare un gioco divertente, pieno di contenuti e di sorprese dietro ogni angolo.

Che cosa credi che sia migliorato in Legion, rispetto a Warlords of Draenor, se i giocatori hanno molta più voglia di continuare rispetto a prima?
Credo che il merito sia tutto del nostro piano di aggiornamenti. Ultimamente abbiamo aggiunto nuovi contenuti praticamente ogni due mesi: zone, missioni, microfeste, scenari come quello di Chromie e via dicendo. Per farvi un esempio, alcuni mesi fa abbiamo implementato l'incursione Prova del Valore: era davvero molto breve, ma ci ha permesso di concludere la storyline di Stromheim che avevamo lasciato in sospeso, mentre in passato magari ci saremmo concentrati su qualcos'altro. In definitiva, questa volta abbiamo deciso di offrire contenuti per tutti i gusti, coinvolgendo ogni tipo di giocatore.

In generale, ritenete di essere riusciti a implementare in questa espansione tutto quello che volevate, o ci sono delle feature che avete dovuto mettere da parte e che ora rimpiangete?
Direi che siamo soddisfatti. Credo che ci sarà sempre qualcosa che avremmo voluto aggiungere o migliorare e se potessimo tornare indietro, come dicevo, faremmo qualcosa diversamente, come per esempio il sistema dei leggendari, ma per il resto devo dire che non stiamo rimpiangendo proprio nulla.