Pro Evolution Soccer 2018 dà il calcio d'inizio alla stagione calcistica nella nostra videorecensione  21

PES 2018 gioca d'anticipo e arriva nei negozi il 14 settembre: scopriamo insieme tutte le novità di questa edizione

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Archiviati i grossi problemi di due anni fa, quest'anno Pro Evolution Soccer 2018 può contare sulle ottime basi dell'edizione 2017. In questo modo Konami ha potuto dare continuità di crescita al sistema di gioco, completando un processo cominciato ormai diversi anni fa. Arrivano così un sistema evoluto nella gestione del controllo della palla, un'intelligenza artificiale più convincente e, in generale, si ha la sensazione che in alcuni momenti PES 2018 riesca a cogliere la vera essenza del calcio.

Non mancano però alcuni difetti, alcuni dei quali ormai storici per la serie. Le licenze, innanzitutto, sono ancora una volta una spina nel fianco della produzione giapponese, che si ritrova senza un gran numero di squadre nonostante la ricca partnership con il Barcellona. Un passo indietro è stato fatto anche sulla gestione della direzione della gara, con gli arbitri che dimostrano più di qualche incertezza nei contrasti. Al contrario il comparto tecnico si conferma ancora una volta ottimo, con una riproduzione fedelissima degli stadi su licenza e dei volti di un grandissimo numero di giocatori.

Se però volete saperne di più vi invitiamo a guardare la videorecensione in testa all'articolo e a leggere l'approfondita recensione di Rosario Salatiello.