Il 2017 di Overwatch  24

A ridosso del BlizzCon, facciamo il punto su questo secondo anno in compagnia di Overwatch

Il BlizzCon si è concluso e, pur non essendo stato l'appuntamento più entusiasmante di sempre con l'universo metavideoludico di Blizzard, le novità non sono certo mancate. Overwatch ovviamente è stato uno dei protagonisti assoluti e in un certo senso è incredibile pensare che lo sparatutto Blizzard, in poco meno di due anni, sia diventato così importante da sostituire brand storici come Diablo sullo showfloor. In ogni caso, le novità di Overwatch erano scontate. Ovviamente nessuno sapeva che cosa sarebbero state precisamente, ma tutti si aspettavano un nuovo eroe e una nuova mappa. Jeff Kaplan ha dunque accontentato i fan del gioco, presentando Moira, Blizzard World, i nuovi costumi e il bellissimo cortometraggio dedicato al passato di Reinhardt. Il 2017 si sta concludendo bene per Overwatch, a fronte anche del successo che sta avendo a livello internazionale come e-sport: abbiamo quindi pensato di ripercorrere quest'anno per ricordare com'è cambiato rispetto al 2016.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Da gennaio a marzo

L'anno ha preso il via in grande stile con l'aggiunta di Oasi, una nuova mappa di controllo, ambientata nel deserto arabo e costituita da tre mappe, che Blizzard ha proposto il 3 gennaio scorso. Come primo aggiornamento del 2017 potrebbe sembrare un po' misero - anche perché la patch si era portata dietro non pochi bug che sarebbero stati fixati e hotfixati dopo poco tempo - ma in realtà Blizzard stava già preparando un altro update, proposto poi il 24 gennaio, che introduceva l'evento Anno del Gallo: tre settimane di tempo per giocare a una modalità Cattura Bandiera temporanea, ammirare i fuochi d'artificio fuori dalla Torre di Lijang e sbloccare numerosi modelli a tema. L'aggiornamento 1.7.0.2a implementava anche la ruota di comunicazione, con la possibilità di selezionare fino a quattro spray e emote, e alcuni cambiamenti a vari eroi: all'epoca fecero scalpore soprattutto i nerf alla Granata Biotica di Ana e al Gancio di Roadhog, ma Blizzard in quella patch cominciò anche a rilavorare lentamente D.Va. L'aggiornamento successivo si fece attendere un mesetto, ma portò con sé, a grande richiesta, la modalità Cattura Bandiera nelle partite personalizzate, configurabili attraverso un menù tutto nuovo. Sul fronte degli eroi, la patch 1.8.0.2 è famosa anche per aver rivoluzionato Bastion, rendendolo molto più versatile grazie, fra le altre cose, alla riparazione in movimento e alla maggior velocità di trasformazione nella configurazione Torretta. Blizzard intanto continuava a pasticciare con D.Va e Roadhog, modificando la Matrice Difensiva della prima e continuando a lavorare sul bilanciamento della combo Gancio > shotgun > pugno del panzone, fino a quel momento letale e insopportabile. A distanza di un altro mese circa, il 21 marzo usciva la patch 1.9.0.2 e la sentinella robotica Orisa entrava a far parte del roster, aggiungendo un nuovo tank alla schiera originale e cominciando una specie di storyline che avrebbe condotto all'eroe successivo.

Da aprile a luglio

La primavera è cominciata su Overwatch con una specie di flashback. L'aggiornamento dell'11 aprile, intitolato Rivolta, introduceva una modalità di gioco temporanea sulla falsariga de La vendetta di Junkenstein del novembre precedente. In questa modalità cooperativa, quattro giocatori dovevano affrontare varie ondate di nemici in una versione devastata di King's Row. Immancabili, naturalmente, i modelli a tema. La patch riduceva anche un po' l'efficacia di Lúcio, rendendolo sempre versatile ma meno obbligatorio rispetto a prima, soprattutto nelle partite competitive. L'aggiornamento importante successivo arrivò circa un mese dopo: la patch 1.11.1.2 del 23 maggio festeggiava il primo anniversario del gioco con costumi, emote, icone e altri bottini a tema, implementando ancora più opzioni nella schermata delle partite personalizzate. Nonostante l'importanza dell'evento, la patch dell'anniversario non ha ritoccato molto il gioco: questo compito l'ha avuto l'aggiornamento successivo, 1.12.0.2, che oltre a implementare la mappa Colonia Lunare Horizon ha cambiato in modo abbastanza significativo tre eroi, aumentando la velocità della Ultra di McCree, sostituendo i Globi Curativi di Reaper con un semplice effetto sanguisuga integrato nelle sue pallottole e, soprattutto, bilanciando la cannonata di Roadhog per depotenziare la sua combo micidiale. Blizzard ha poi alleviato la calura di una delle estati più soffocanti della storia moderna con l'aggiunta di Doomfist: il nuovo eroe è entrato nel roster il 27 luglio con l'aggiornamento 1.13.0.2 e ha risolto il mistero dell'attacco a Numbani durante il quale è stato trafugato il guanto che al lancio di Overwatch bisognava scortare da un punto all'altro della mappa. La patch ha anche implementato la possibilità di salvare e condividere gli highlight e un nuovo algoritmo che regola i bottini contenuti nei forzieri, limitando il numero di duplicati.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Da agosto a novembre

L'estate 2017 di Overwatch si è chiusa con la seconda edizione dei Giochi Estivi, proposti per la prima volta nel 2016 in occasione delle Olimpiadi. Nuovi costumi e bottini hanno incentivato i giocatori a cimentarsi nella rinnovata Lúcioball, mentre si chiudeva e ricominciava una nuova stagione della modalità competitiva. L'aggiornamento successivo del 29 agosto è stato invece molto più corposo: ha infatti introdotto la modalità Deathmatch nelle partite arcade e personalizzate, insieme a una mappa apposita (Château Guillard) e a una serie di migliorie mirate a rendere alcuni eroi più competitivi. Junkrat è stato leggermente rilavorato e ora può schierare due mine contemporaneamente, oltre a muovere la sua Rotobomba più velocemente, mentre Roadhog ha imparato a curarsi in movimento con la sua Boccata d'aria. Sono stati importanti anche i cambiamenti apportati a Orisa e alla sua Barriera protettiva, estesa in ampiezza per rendere il robot più utile. L'aggiornamento successivo del 19 settembre, invece, ha modificato in maniera molto più incisiva due eroine, e sta ancora facendo discutere. La patch 1.15.02 ha infatti cambiato completamente la Ultra di Mercy e modificato la bionda guaritrice per renderla meno fragile, più strategica da impiegare e più coinvolta negli scontri. D.Va ha invece guadagnato una nuova abilità, i Micromissili, al prezzo di un leggero depotenziamento della sua Matrice difensiva, ma adesso può sparare anche in volo, cosa che rende l'eroina coreana molto più versatile e aggressiva. Le modifiche sono coincise con l'implementazione di una nuova mappa di scorta, la divertente Junkertown. L'ultima patch pubblicata fino al momento in cui abbiamo steso questo riepilogo sintetico risale al 10 ottobre e ha reintrodotto l'evento di Halloween con qualche piccolo cambiamento e tutta una serie di modelli e bottini inediti. Oltre a ciò, l'update ha anche cambiato il meccanismo di consumo delle Ultra interrotte, bilanciando alcuni problemi nei combattimenti. Considerando le tempistiche precedenti, presumiamo che il prossimo aggiornamento implementerà Moira e arriverà sui server entro la fine di novembre. Dicembre sarà probabilmente un mese di pausa, cui seguirà, poco dopo capodanno, l'aggiornamento che introdurrà l'attesissima mappa Blizzard World e i costumi a tema. Ovviamente non mancheremo di seguire gli sviluppi di Overwatch, perciò vi invitiamo a sintonizzarvi presto su queste stesse pagine.