Configurazioni a ConfrontoConfigurazioni a Confronto – Mediacenter (Prima Parte) 27

La flessibilità e la versatilità dei personal computer, al servizio della multimedialità più totale in salotto. Gli Home Theatre PC come centro d'intrattenimento domestico e le soluzioni "easy" per vedere senza problemi i file anche in alta definizione.

Nonostante le console di nuova generazione, Xbox 360 e Playstation 3, siano ormai dei dispositivi tutto fare che ci permettono, oltre che di giocare, anche di usufruire comodamente seduti sul divano di contenuti come film Divx (Xvid e derivati), musica mp3 e foto, non si può negare che difficilmente possono raggiungere la versatilità di un PC assemblato con l'intenzione di renderlo il centro multimediale domestico. A tal proposito basti pensare alle limitazioni che hanno entrambe le console con alcuni file video che non vengono riconosciuti solo perché leggermente diversi dagli standard, l'impossibilità di decodificare file nel contenitore multimediale matroska (gli mkv per intenderci), l'obbligo di avere un pc sempre acceso per sfruttare le modeste funzionalità di media extender con i file multimediali mandati in streaming, tramite collegamento Lan o WiFi.
In questa puntata di Configurazioni a Confronto andremo a vedere cosa sono gli HTPC, denominazione che identifica gli Home Theatre PC, daremo delle indicazioni e consigli su quale hardware scegliere. Inoltre, con la seconda uscita, daremo uno sguardo ai Media Center o Media Player disponibili sul mercato, mettendo in risalto quelli più evoluti capaci di leggere qualsiasi formato multimediale e soprattutto i file con estensione .mkv.

Home Theatre PC

Gli HTPC sono dei dispositivi che combinano le funzioni di un comune personal computer a quelle di un centro multimediale tramite un software in grado di riprodurre filmati, musica e spesso anche con funzionalità di video registrazione. Sono quindi dei computer il cui scopo principale è di permettere la riproduzione di contenuti multimediali nei diversi formati in cui sono distribuiti, che possono essere collegati al televisore di casa, preferibilmente LCD o Plasma con risoluzione FullHD. Possono avere le stesse funzioni di un sistema di registrazione programmabile e di solito sono usati come centro di raccolta foto, musica e video in generale, e relativa condivisione e distribuzione verso qualsiasi altro dispositivo connesso nelle rete domestica con capacità simili.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Prima Parte) L'interfaccia grafica è di solito semplificata ed è definita come "10-foot user interface" (o 10-Foot Experience dalla stessa Microsoft), in pratica si tratta di una GUI (Graphical User Interface) confortevole e facilmente usabile alla distanza tipica di circa 3metri(10feet) dalla quale di solito si godrà dei contenuti multimediali (la distanza che in genere ha il divano dal televisore). Un buon esempio è proprio quella del programma Media Center, integrato nel sistema operativo Microsoft Windows Vista Home Premium e Ultimate che per le proprie doti di qualità e fruibilità dell'interfaccia e per la semplicità di utilizzo, va benissimo per tutti coloro che si avvicinano la prima volta a questo tipo di impiego della piattaforma PC.

Caratteristiche Hardware ideali

A prima vista potrebbe sembrare che qualsiasi PC recente possa assolvere all'impiego di un HTPC, in effetti per molti di voi, già il pc tramite il quale state leggendo questo articolo potrebbe rivelarsi in grado di gestire il compito in modo dignitoso, ma bisogna considerare in prima istanza che un buon HTPC deve essere silenzioso e che dovrebbe avere un'estetica piacevole che si integri con l'arredamento tipico del salotto.
La caratteristica da cui partire è quindi che sia il meno rumoroso possibile, così da non inquinare l'ambiente acustico della stanza in cui troverà collocazione. Un HTPC che emette un fastidioso rumore di sottofondo dalle ventole di raffreddamento, mentre guardate rilassati un film o ascoltate il vostro brano musicale preferito, non assolve correttamente al proprio scopo.
Il telaio o case è uno dei componenti più importanti che influirà anche sulla scelta delle altre parti: è l'elemento più visibile che deve avere un design ricercato che non sfiguri con l'arredamento, ingegnerizzato in modo opportuno con rifiniture di qualità superiore rispetto quelli normalmente utilizzati per PC Desktop. Oltre ad avere un bel aspetto, dovrà permettere un buon ricambio d'aria Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Prima Parte) all'interno per evitare il surriscaldamento. Sceglierlo compatto influirà anche sulla necessità di bilanciare le prestazioni con i consumi, l'emissione termica e silenziosità di tutto il nostro Home Theatre PC. Sceglierlo troppo piccolo o nel formato slim, influirà direttamente su cosa sarà possibile metterci dentro e quindi questa decisione sarà legata alle performance che potrà offrire e che vorremo ottenere. I problemi da affrontare sarebbero quindi svariati poiché il sistema di dissipazione della CPU dovrà essere a basso profilo e quindi adatto a CPU con basso TDP, non eccessivamente potenti, mentre si potrebbero avere delle limitazioni di scelta e problemi di reperimenti della scheda madre in formato Mini ITX, o l'impossibilità di inserire schede di espansione e altre controindicazioni il più delle volte raggirabili ma in alcuni casi insormontabili, come l'impossibilità di inserire schede video specifiche per alte prestazioni a causa della lunghezza spesso eccessiva per case di piccole dimensioni.
Qui daremo un esempio di possibile configurazione, non con la presunzione di dare quella ideale che possa soddisfare chiunque, ma una sicuramente in grado di svolgere in modo egregio le determinate funzioni che deve adempiere un HTPC.

Proposta Intel Quad Core

Vogliamo che il nostro HTPC sia di dimensioni medie, quindi espandibile senza eccessive rinunce, silenzioso, capace di leggere i Blu-Ray, dotato di scheda TV ibrida sfruttabile anche per acquisizione video e potente a sufficienza per eseguire editing video con disinvoltura.

Componente
Caratteristiche
Prezzo
Processore Intel Core 2 Quad 9400S Low Power 2.66GHz 6MB 65W Boxed 235€
Dissipatore CPU
Scythe Ninja Mini REV.B 6Heat Pipes 36€
Scheda Madre Gigabyte GA-E7AUM-DS2H GF9400 micro ATX 120€
Scheda Video Integrata nella scheda madre ---
Scheda TV
Hauppauge WinTV HRV-4000 PCI 130€
Ram Corsair DDR2 TWIN2X4096-6400C4DHX 4GB (2GB x 2) CAS 4 53€
Alimentatore NesteQ ASM XZero 400W 120€
Hard Disk Western Digital - Caviar Green 1TB WD10EADS 32MB 68€
Lettore-Masterizzatore Ottico LG GGC-H20L 90€
Case Antec Fusion Remote Black 140€
Prezzo HTPC Intel
992€

Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Prima Parte) Per il processore abbiamo scelto un modello Quad Core a basso consumo, infatti la "S" dopo "Q9400" identifica una CPU con TDP di 65Watt (la stessa di un Dual Core E8x00 qualsiasi), ha una frequenza di 2.66GHz e una cache L2 di 6MB, caratteristiche sufficienti per qualsiasi impiego. Pur costando un po' di più questa scelta risulta sensata con l'obiettivo di farlo funzionare con un dissipatore più efficiente di quello compreso nella confezione e capace di dissipare a sufficienza anche senza l'impiego di una ventola. Tra i Quad Core low power troviamo anche una CPU meno potente (e meno costosa) come il Q8200S a 2.33MHz e dotato di 4MB di L2 Cache e una versione più potente (e più costosa), il Q9550S a 2.83MHz e 12MB di L2 cache. Una scelta intelligente e meno dispendiosa è quella di prendere un classico Q9550 (senza la "S" finale dal costo di circa 180euro) rigorosamente nello step E0 e tentare la via dell'undervolting, facendolo funzionare alla velocità standard ma dandogli un voltaggio inferiore al normale.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Prima Parte) Il dissipatore Scythe Ninja Mini REV.B è dotato di 6 Heat Pipes, ha la stessa struttura a torre del fratello maggiore, dal quale riprende lo stesso design ma ridotto nelle dimensioni. Si tratta di un dissipatore studiato appositamente per l'impiego in HTPC e che grazie ad una buona ventilazione del case può funzionare in modo passivo anche senza la ventola in dotazione. Ricordiamo nuovamente l'importanza della pasta termo-conduttiva da applicare tra il processore e il dissipatore, una davvero niente male e di facile applicazione è la Zalman STG-1, che grazie al pennellino si stende molto uniformemente. Una valida alternative a questo dissipatore, sempre della Scythe, è il Big Shuriken che sfiora i 6cm di altezza e, compreso di ventola, risulta uno dei dissipatori più bassi ed efficienti presenti sul mercato.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Prima Parte) La Gigabyte GA-E7AUM-DS2H GF9400 è una scheda madre socket LGA775 per CPU Intel Core 2 con fattore di forma micro ATX, ha le dimensioni ridotte rispetto alle schede nel formato ATX e si adatta alla perfezione per l'impiego HTPC e il case scelto. Il chipset è basato sul nuovo GeForce9400 che integra al suo interno anche il chip grafico capace anche di eseguire in modo dignitoso i videogiochi meno esigenti con dettagli bassi o medi. Monta memorie RAM di tipo DDR2, ha slot e connessioni per una buona espandibilità, ha la scheda audio integrata di discreta qualità, uscita video HDMI e tra i vari connettori uno di tipo PCI Express 2.0 16X su cui montare all'evenienza una scheda video più potente, preferibilmente Nvidia, anche per poter sfruttare le funzionalità Hybrid SLI e Hybrid Power che ci permette di scegliere quale chip usare e nell'evenienza spegnere completamente la scheda video aggiuntiva, evitando sprechi di energia e annullando il rumore della ventola della VGA. Una degna sostituta dalle caratteristiche simile e a circa lo stesso prezzo è la DFI LANParty GF9400-T2RS.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Prima Parte) Come scheda TV e di acquisizione video si è scelto il modello più evoluto di Hauppauge, la WinTV-HVR-4000 integra un ricevitore TV Quad-mode che permette di guardare e registrare TV DVB-S2 hi-definition digital Satellite, TV DVB-S digital Satellite TV, TV digitale terrestre e infine TV analogica PAL/SECAM. Quindi una scheda tutto fare che viene fornita anche di telecomando e che grazie all'ingresso audio/video può acquisire video da sorgenti analogiche esterne come videoregistratori, videocamere o qualsiasi set top box. Una possibile alternativa è data dalla scheda Asus My Cinema-PS3-100/PTS/FM/AV/RC che costa anche quasi la metà.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Prima Parte) Per la memoria si è puntato ad un kit DDR2 2x2GB di Corsair a 800MHz e CAS 4, caratterizzato dal sistema di dissipazione DHX, dapprima esclusiva dei moduli ad alte prestazioni di Corsair e poi adottato anche per le soluzioni medie. La tecnologia DHX fornisce caratteristiche termiche adeguate per favorirne il raffreddamento in modo più efficiente con il risultato di una maggiore affidabilità, stabilità e capacità di prestazioni. E' disponibile anche un kit CAS 5 quindi con timing meno spinti a una manciata di euro in meno.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Prima Parte) NesteQ è uno storico partner di Asus per la quale ha prodotto alimentatori dall'elevatissima qualità che hanno equipaggiato server e workstation per numerosi anni. Il modello ASM XZero 400W ha una efficienza dichiarata del 89% ed è stato scelto per le proprie caratteristiche che lo rendono unico, infatti è possibile attivare la modalità ASM (Advance Silent Mode) che rende l'alimentatore completamente inudibile, 0 dbA, fino a che questo non raggiunge una temperatura interna di 65°C. In pratica la ventola da 12cm in questa modalità rimane inattiva fino a quando la temperatura rilevata dal sensore interno dell'alimentatore non supera i 65 gradi centigradi. Il NesteQ ASM XZero 400W è un alimentatore di tipo modulare, dote importante considerato che i telai per HTPC in genere sono poco spaziosi, in questo modo si possono utilizzare solo i cavi che servono senza creare il classico groviglio che influisce negativamente sulla buona aerazione del case. Sono disponibili anche modelli dalla potenza maggiore di 500W e 600W ma per un uso HTPC con scheda grafica integrata il modello da 400W è più che sufficiente.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Prima Parte) Il Western Digital Caviar Green modello WD10EADS con capacità da 1Terabyte e 32MB di cache è un hard disk della serie Green che si distingue per la silenziosità, l'efficienza termica e il basso consumo. E' costruito con un sistema che durante l'idle o le normali operazioni di lettura e scrittura fa diminuire la velocità di rotazione dei piattelli a 5400rpm evitando il surriscaldamento e gli sprechi di energia, regalando una silenziosità adeguata, e all'occorrenza quando è richiesto l'accesso a un grande quantitativo di informazioni aumenta di velocità fino a 7200rpm. L'unica controindicazione è che è meno performante rispetto altre soluzioni. Si è scelto di abbondare sullo spazio, poichè film, musica e immagini sono capaci di divorare spazio più rapidamente di quanto si possa pensare.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Prima Parte) Come unità ottica si è scelto il masterizzatore DVD e CD modello LG GGC-H20L che ha la peculiarità di essere combo e supportare in lettura sia il formato per l'alta risoluzione Blu-Ray sia l'ormai defunto HD-DVD, magari ci scappa ancora qualche buona offerta tra i film in HD-DVD. Per chi fosse interessato al solo Blu-Ray potrebbe scegliere il modello Pioneer BDC-202BK a 80euro circa, oppure per chi vuole di più può puntare direttamente ad un masterizzatore Blu-Ray tipo Plextor PX-B920SA, Pioneer BDR-203BK o LG GGW-H20L.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Prima Parte) L'Antec Fusion Remote Nero grazie alle proprie caratteristiche si posiziona agevolmente tra le migliori soluzioni per HTPC presenti sul mercato. Si tratta di un case adatto a schede madri micro ATX, grazie alla sua struttura interna a triplo scomparto e alle due ventole laterali da 120 mm, gli permettono di funzionare isolato dal calore e silenziosamente. In dotazione con il telaio sono forniti un piccolo telecomando e un software di gestione media. Le ventole sono le Antec Tricool da 120 mm con selettore per tre velocità, nel caso non siano soddisfacenti si possono sempre sostituire o con due Scythe Slipstream da 120mm a 800rpm o con due Noctua S12B FLX 1200.

Proposta AMD Phenom II X4

La proposta AMD rimane sostanzialmente invariata rispetto quella Intel dalla quale differisce solo per CPU, scheda madre e case che in questo caso adotta il formato ATX. Anche il prezzo non varia sostanzialmente offrendo entrambe circa le medesime prestazioni.

Componente
Caratteristiche
Prezzo
Processore AMD Phenom II X4 810 2.60GHz 95W Boxed
120€
Dissipatore CPU
Scythe Ninja Mini REV.B 6Heat Pipes 36€
Scheda Madre Gigabyte GA-MA790GP-DS4H ATX 120€
Scheda Video Integrata nella scheda madre ---
Scheda TV
Hauppauge WinTV HRV-4000 PCI 130€
Ram Corsair DDR2 TWIN2X4096-6400C4DHX 4GB (2GB x 2) CAS 4 53€
Alimentatore NesteQ ASM XZero 400W 120€
Hard Disk Western Digital - Caviar Green 1TB WD10EADS 32MB 68€
Lettore-Masterizzatore Ottico LG GGC-H20L 90€
Case
+
Ventole
Nox Live Desktop Imon
+
2 Ventole da 120mm
172€
+
2x15€
Prezzo HTPC AMD
939€

Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Prima Parte) Come processore AMD si è scelto un Phenom II X4 810 con frequenza di funzionamento di 2.60GHz e 4 MB cache L3, si tratta di una CPU che può essere adattata sia per socket AM3 sia per AM2+ e quindi supporta entrambe le Ram DDR2 e DDR3 avendo all'interno il controller integrato per i due tipi di memoria. Si sconsiglia di scegliere i Phenom II X4 della serie 9xx a causa del loro TDP dichiarato che supera i 120W e che potrebbero essere difficoltosi da dissipare. Al momento un Phenom II X4 810 o un Phenom II X3 si rivelano le scelte migliori fin quando AMD non presenterà i propri nuovi Phenom II "low power" che dovrebbero arrivare sul mercato entro settembre con i nomi X4 905e e X3 705e entrambe a 2.5GHz con 6MB di cache L3 e TDP di 65W.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Prima Parte) La Gigabyte GA-MA790GP-DS4H è una scheda madre socket AM2+ per CPU AMD Phenom II con fattore di forma ATX standard. Il chipset è basato sul recente 790GX che integra al suo interno anche il chip grafico ATI Radeon HD3300 capace anche di eseguire in modo dignitoso i videogiochi meno esigenti con dettagli bassi o medi. Monta memorie RAM di tipo DDR2, ha slot e connessioni per una ottima espandibilità(essendo ATX non ha nessuna limitazione), ha la scheda audio integrata di discreta qualità, uscita video HDMI e tra i vari connettori due di tipo PCI Express 2.0 16X su cui montare all'evenienza una scheda video più potente preferibilmente Ati Radeon per poter sfruttare le funzioni Hybrid CrossFireX.
Configurazioni a Confronto – Mediacenter (Prima Parte) Questo case mi ha molto colpito per l'estetica. Pur non essendo dotato all'interno di una buona razionalizzazione degli spazi, ha tutto ciò di cui poter aver bisogno, tra le tante cose il frontale integra un display VFD (Vacuum Fluorescent Display) completamente invisibile da spento, attivo solo al momento dell'accensione, uno sportellino nasconde 4 porte USB 2.0 e 2 porte Audio e un Card Reader multischeda SD/MMC, MS, CF/MD, SM, xD. Inoltre il Live integra un ricevitore per telecomando Imon, comodissimo e compatibile con Windows Media Center. Essenziale risulta comprare due ventole silenziose tipo Scythe Slipstream da 120mm da montare poichè viene venduto sprovvisto di ventole.

Considerazioni

Abbiamo visto due possibili configurazioni per HTPC, entrambe al di sotto dei 1000euro. Volendo si possono migliorare sotto l'aspetto audio aggiungendo una scheda audio tipo la Asus Xonar, mentre nel caso si decida di dare uno spiccata capacità ludica, si dovrà per forza prendere in considerazione l'aggiunta di una scheda video obbligatoriamente non troppo lunga(per entrare nel case), tipo la ATI Radeon 4870 da 1GB per la proposta AMD o una nVidia GTS250 per quella Intel. Questa distinzione per poter sfruttare le capacità del chipset Hybrid CrossFireX per AMD e Hybrid SLI e Hybrid Power per Intel/nVidia.
Lo spazio stringe, avrei voluto parlarvi di tante altre belle cosette molto interessanti. Il titolo avrebbe voluto che trattassi anche di Media Player per vedere .mkv ma ne riparleremo al prossimo appuntamento. Stay Tuned.