LittleBigPlanetCreazioni al volo per Sackboy portatili 

Presente al GamesCom in versione giocabile, LittleBigPlanet PSP si mostra in gran forma e conferma la bontà del lavoro di conversione svolto da Media Molecule.

Mancano ancora alcuni mesi all'uscita di LittleBigPlanet PSP, eppure ogni volta che il gioco viene mostrato in pubblico sembra di trovarsi di fronte a un prodotto già pronto per la commercializzazione. Il particolare platform-editor sviluppato da Media Creazioni al volo per Sackboy portatili Molecule per PlayStation 3 magari non si è rivelato essere la "killer application" in cui Sony confidava per muovere le vendite della propria console ammiraglia, ma con più di due milioni di copie vendute si pone comunque come un titolo di grande successo. Il progetto di realizzarne una riduzione per PSP è apparso fin da principio molto ambizioso, visto il complesso ambiente fisico che contraddistingue LBP e che senz'altro ne costituisce il fiore all'occhiello. Eppure eccoci qui, il gioco è in uno stadio di sviluppo molto avanzato e i ragazzi di Media Molecule sono riusciti a "restringerlo" quasi senza colpo ferire, pagando dazio unicamente per quella modalità multiplayer online che pure contribuiva in modo importante al gameplay di LittleBigPlanet.

Crea in qualsiasi momento, ovunque tu sia

LittleBigPlanet PSP mantiene tutte le caratteristiche che hanno reso famosa la versione del gioco per PlayStation 3. Questo significa che avremo a disposizione la totalità degli strumenti che già conosciamo per creare da zero livelli di ogni tipo inserendovi dispositivi, costruendo strambi veicoli e salvando poi il tutto per nostro uso e consumo o per caricarlo online sui server Sony. Creazioni al volo per Sackboy portatili La condivisione dei livelli è anche in questo caso un elemento fondamentale, che sancirà da subito una simpatica gara fra gli appassionati di tutto il mondo per la realizzazione degli stage più belli, divertenti e originali. I vincitori di tale confronto saranno i giocatori stessi, che potranno attingere a un database di livelli sconfinato, individuare i lavori realizzati dai loro amici ed eventualmente modificarli per aggiungervi un tocco personale, come se si trattasse di un lavoro di gruppo a cui ognuno può contribuire. L'interfaccia grafica non è cambiata, ma sono state apportate quelle modifiche necessarie a rendere tutto ancora più scorrevole e pratico. Insomma, dare sfogo alla propria creatività utilizzando una PSP sarà più semplice che mai e potremo farlo in qualsiasi momento, ovunque ci troviamo. Il sistema di download dei contenuti ci permetterà di lavorare "offline" non appena avremo recuperato dai server tutti i dati che ci servono, se la nostra intenzione è quella di modificare un livello preesistente.

Un'esperienza nuova

Come accennato in precedenza, purtroppo LittleBigPlanet PSP non potrà offrirci la modalità multiplayer per giocare con gli amici all'interno dei livelli che abbiamo creato. Tuttavia, il gioco in singolo verrà potenziato grazie alla presenza di stage completamente nuovi, pensati appositamente per questa versione. Ciò che è stato mostrato durante il GamesCom fa molto ben sperare riguardo la bontà Creazioni al volo per Sackboy portatili di tali aggiunte, col nostro Sackboy che deve esplorare scenari colorati e originali, pieni di insidie e prove d'abilità che spesso vertono sul tempismo e sulla capacità di mantenere il personaggio in equilibrio su di una superficie tutt'altro che stabile. Abbiamo notato che le musiche che accompagnano l'azione sono fondamentalmente le stesse ascoltate su PS3, mentre per la grafica è stato fatto un lavoro di adattamento straordinario: se non si notasse la mancanza di elementi in movimento sullo sfondo, sembrerebbe quasi di trovarsi davanti al gioco originale! Il sistema di controllo è stato lievemente semplificato per adattarsi alle caratteristiche della PSP, e in mancanza di un dispositivo "tilt" per la rilevazione dei movimenti si è optato per una soluzione che combina i tasti dorsali e il d-pad per far assumere a Sackboy le espressioni desiderate. L'atmosfera che circonda il gioco è come al solito gioiosa e ricca di entusiasmo, e non possiamo che sperare in una conversione che regali agli utenti PSP un'esperienza mai provata prima, anche se il multiplayer appare davvero una grossa mancanza e non sappiamo se l'integrazione con PS3 possa mitigare questa cosa almeno in parte.

Certezze

  • Create Mode fedele all'originale
  • Nuovi stage per il gioco in singolo
  • Livelli creati dagli utenti disponibili online

Dubbi

  • Manca il multiplayer online

TI POTREBBE INTERESSARE