Quantum TheoryPS3 avrà il suo Gears of War? 

Nel corso del TGS 09 abbiamo provato il chiaccherato sparatutto in terza persona di Tecmo; una scommessa vinta?

PS3 avrà il suo Gears of War? Annunciato da Tecmo come un prodotto di primissimo piano, sviluppato su PlayStation 3 per sfruttare al massimo le potenzialità della macchina, Quantum Theory si era un po' perso per strada, scomparendo dopo il Tokyo Games Show dello scorso anno, per poi ricomparire sempre in Giappone ma nell'edizione in corso, mostrandosi in forma giocabile allo stand del produttore giapponese, meno pubblicizzato di quanto sarebbe stato lecito attendersi. Lo abbiamo provato nella sua versione non definita ricavandone i primi dettagli.

Quantum of Wars?

La trama racconterà di un mondo oramai in disgrazia e di un eroe, nonché alter ego dell'utente, tale Syd, impegnato nella difficile missione volta alla distruzione di una torre in qualche modo legata al male che opprime quanto rimasto dell'umanità. Nella missione il giocatore sarà affiancato, a quanto pare solo attraverso l'intelligenza artificiale, da Felina, a differenza del protagonista armata di spada e in grado di dare un elemento di complessità in più a una struttura che per il giocatore, tra armi da fuoco e la visuale in terza persona, inizialmente regala un affresco pesantemente ispirato a quello offerto da Gears of War, con le copertura onnipresenti e degli scontri che per tempistiche e modalità non possono non riportare alla mente la saga di Epic. Tutto qui? No, perché Tecmo ha sviluppato un sistema di modifica dinamica delle ambientazioni, con interi pezzi degli schemi in movimento così da creare nuove vie, angoli dietro i quali ripararsi e al contrario spiani da cui sarà difficile uscire sani e salvi, non più al sicuro come pochi istanti prima. Il tutto all'interno di un mondo di per sé piuttosto personale, come visibile dalle foto una sorta di sci-fi con strutture organiche - Clive Barker incontra Gears of War? - anche se ancora piuttosto indietro PS3 avrà il suo Gears of War? tanto nelle texture, poco definite, quanto nei modelli e nelle animazioni, che dovranno essere riviste prima di poter essere inserite nel pacchetto in uscita nei negozi nei primi mesi del 2010. Pad alla mano i controlli si comportano in modo piuttosto tradizionale, con i grilletti per gli spari e gli analogici deputati ai movimenti, per un feeling dotato di una certa fisicità anche se, davvero, molto spesso e nonostante le aggiunte, sicuramente da tenere sott'occhio, si ha una certa sensazione di deja vù. La gestione di Felina è sembrata buona e in combinazione con il suddetto sistema di modifica dinamica degli ambienti, riesce a mantenere una certa credibilità, pur essendo lo scorcio di gameplay provato non ancora sufficiente a dare giudizi definitivi. Si era detto anche di una modalità multiplayer competitiva di cui però aspettiamo ulteriori notizie magari già nelle prossime settimane. Insomma un titolo che dovrà utilizzare al meglio le proprie peculiarità per togliersi dal sentiero tracciato da altri: Tecmo è stata molto altisonante nelle proprie dichiarazioni e tra qualche mese potremo metterle a confronto con la realtà dei fatti.

Certezze

  • Modifiche dinamiche dell'ambiente di gioco
  • Felina sembra essere gestita in modo adeguato

Dubbi

  • Tecnicamente da perfezionare
  • Dovrà impegnarsi per emergere tra un'offerta molto ricca

TI POTREBBE INTERESSARE