MMOGI magnifici cinque (MMO) 

La classifica dei cinque migliori MMO gratuiti secondo la redazione di Multiplayer.it.

Eccoci alla classifica di quelli che la redazione di Multiplayer.it considera i cinque migliori MMO gratuiti attualmente reperibili in rete. Prima di cominciare con la lista vediamo come siamo arrivati alla scrematura. In primo luogo abbiamo cercato di provarli tutti in modo abbastanza diffuso da avere un'idea precisa delle loro caratteristiche principali e delle potenzialità in termini di sviluppi futuri. Questo significa non soltanto averli giocati, ma anche aver tentato di esaminare come funzionano le community di ogni prodotto e quanto supporto ricevono dagli sviluppatori. Sempre parlando di supporto abbiamo fatto delle ricerche per capire quanto e come gli autori vogliano far sviluppare il loro prodotto. In questo senso abbiamo escluso dalla lista tutti quei giochi che, pur gratuiti, sono stati abbandonati o vengono supportati blandamente. Di base siamo convinti che un buon MMO con un ottimo supporto sia migliore di uno magari più completo ma abbandonato e, quindi, senza prospettive.
Detto questo dobbiamo specificare un altro paio di questioni. In primo luogo è vero che esistono moltissimi MMO che permettono di scaricare i client gratuitamente, ma quasi tutti prevedono delle forme di transazioni che, spesso, servono per accedere ad aree avanzate o per acquistare oggetti più potenti e determinanti in battaglia. Fondamentalmente abbiamo privilegiato titoli in grado di offrire molte ore di gioco anche a chi non voglia spendere un euro e che lasciano al giocatore la scelta di investire o meno negli elementi a pagamento. La seconda questione che ci rimane da trattare è proprio la natura di questo elenco. Leggendolo partite dal presupposto che non pretende di essere una pietra tombale, ovvero non vuole essere definitivo e infallibile. Dovendo scegliere abbiamo scelto. Abbiamo seguito dei criteri, ovviamente discutibili, ma abbiamo cercato di essere soprattutto onesti con noi stessi quando abbiamo compilato la classifica. Comunque, in caso di proteste, potete recarvi con una mazza chiodata a casa del Moioli che sarà felicissimo di ascoltare le vostre rimostranze (chiedeteci l'indirizzo per email).

Sviluppatore: Ankama
Sito di riferimento: Link
Microtransazioni: gli abbonati hanno molti vantaggi rispetto agli altri giocatori. Possono esplorare l'intero mondo, sfidare i mostri più potenti, entrare nelle gilde o crearne una, usare tutti gli oggetti e così via.

5. Dofus

Nonostante offra una quantità limitata di contenuti gratuiti, Dofus dura molto anche nella versione free. Tecnicamente è il meno spettacolare del quintetto, ma rispetto agli altri ha dei vantaggi che vanno considerati. Intanto la lingua italiana viene supportata ufficialmente, con tanto di server dedicati, I magnifici cinque (MMO) cosa piuttosto rara nel mondo degli MMO. Inoltre il fatto di essere bidimensionale e basato su Flash lo rende molto compatibile e abbastanza leggero (ehi tu che stai rispolverando il 386. Sì, stiamo parlando con te. Non è "così" leggero, quindi piantala!)
Ambientato nel Mondo dei Dodici, così chiamato perché è abitato da dodici classi differenti, Dofus non vuole assolutamente complicare la vita al giocatore con schede personaggio troppo complesse e offre una generazione dell'avatar semplice e veloce, sia nelle caratteristiche che nell'aspetto. Il gioco è rappresentato con una visuale isometrica e con uno stile cartoon molto dettagliato e colorato. Combattendo e completando missioni si accumulano punti esperienza e si parte alla scalata del duecentesimo livello. Da notare il ricco supporto in termini di comunità e contenuti fornito da Ankama (lo sviluppatore), che proprio tra qualche giorno rilascerà una nuova versione del client (la 2.0) in cui promette la presenza di moltissime novità, tra le quali la riscrittura completa del codice per migliorare ulteriormente le prestazioni. Gli account creati dal giorno del lancio pare abbiano superato i quattro milioni.

Sviluppatore: Runewaker Entertainment / Frogster Interactive
Sito di riferimento: Link
Microtransazioni: con i soldi veri è possibile acquistare diamanti da usare nelle transazioni in gioco.

4. Runes of Magic

Considerato un clone abbastanza spudorato di World of Warcraft (basta giocarci un po' per rendersene conto), Runes of Magic è un MMORPG di origine taiwanese adattato in lingua inglese e tedesca per il pubblico occidentale. I magnifici cinque (MMO) Ambientato nel mondo fantasy di Taborea, ha come caratteristica di punta il completissimo sistema di crafting, che consente ai giocatori che non vogliono combattere di dedicarsi soltanto alla creazione degli oggetti. Graficamente il gioco è ben fatto ed è abbastanza evidente come gli sviluppatori abbiano tentato di ricalcare lo stile di Blizzard (gli manca solo una puntata di South Park per specchiarsi completamente nel fratellastro famoso).
Creando l'avatar è possibile selezionare una tra otto classi (inizialmente erano sei, ma due sono state aggiunte di recente). Raggiunto il decimo livello sarà possibile scegliere una classe secondaria. Per accumulare punti esperienza bisogna svolgere le classiche quest (ce ne sono più di duemila sparse per il mondo di gioco). In Ottobre di quest'anno è stato lanciato il secondo capitolo del gioco, The Elven Prophecy, che ha aggiunto moltissimi contenuti rispetto alla versione base a dimostrazione del successo ottenuto e della volontà degli sviluppatori di far crescere ancora la loro opera. Runes of Magic conta attualmente più di due milioni di utenti registrati.

Sviluppatore: KingsIsle Entertainment
Sito di riferimento: Link
Microtransazioni: con i soldi veri è possibile acquistare un account che consente di visitare tutte le aree, oppure pagare l'accesso alle stesse acquistando moneta virtuale.

3. Wizard 101

Wizard 101 inizia con un tutorial nella "Ravenwood School of Magical Arts" dove il personaggio appena creato, un mago novizio, viene addestrato al combattimento facendogli affrontare un paio di creature piuttosto minacciose controllate da un mago oscuro, che altri non è se non il cattivone principale: Malistaire Drake. I magnifici cinque (MMO) Gli scontri si svolgono tramite un sistema a turni e per compiere le azioni si usano delle carte magiche. Probabilmente è il titolo di questa classifica con più limiti per quel che riguarda i contenuti gratuiti, nonostante offra molte ore di gioco senza costringere a sborsare un euro e, soprattutto, offra un sistema di combattimento originale e appagante, secondo solo al primo in classifica, soprattutto per chi ama i giochi a turni. Potendo guidare soltanto un mago (non sono previste altre professioni), il giocatore deve scegliere la scuola di magia di appartenenza, che fa le veci della classe.
Per ora il gioco è formato soltanto da sei mondi, di cui solo la città dei maghi accessibile liberamente, ma gli sviluppatori hanno promesso che ne aggiungeranno presto altri raggiungendo la cifra di nove. Con più di cinque milioni di account creati dal giorno del lancio, Wizard 101 è adatto anche a un pubblico di bambini grazie alle precauzioni prese dagli sviluppatori in termini di possibilità di interazione tra i personaggi guidati dai minori.

Sviluppatore: SOE San Diego
Sito di riferimento: Link
Microtransazioni: con i soldi veri è possibile acquistare lo Station Cash, la monetà virtuale usata nel gioco, con cui acquistare oggetti speciali.

2. Free Realms

Sviluppato da Sony e previsto anche per PlayStation 3, anche se per quest'ultima versione non è stata comunicata nessuna data d'uscita ufficiale, Free Realms è un MMO atipico in cui si accumula esperienza in molti modi differenti (quindi non solo combattendo e risolvendo quest) a seconda del lavoro che si è scelto di svolgere. I magnifici cinque (MMO) La maggior parte dei lavori sono assumubili gratuitamente, ma ne esistono alcuni che vanno acquistati. In realtà la situazione è cambiata parecchio dal primo Novembre 2009, quando Sony ha deciso di aumentare i lavori a pagamento. Il livello massimo raggiungibile per ogni lavoro è il ventesimo, ma durante il gioco è possibile cambiarli e mettersi a fare altro.
Oltre ad essere tecnicamente eccellente, migliore di molti MMO commerciali, Free Realms stupisce per il suo essere una specie di contenitore poliedrico in cui si trova un po' di tutto. La parola d'ordine è la personalizzazione da parte dell'utente, invitato a partecipare a molte attività che poco sembrano avere a che fare con il genere.
Tra le novità offerte c'è la possibilità di registrare video in-game e caricarli direttamente su YouTube. Riportiamo come curiosità il fatto che Free Realms è finito nel Guinness dei primati 2009 insieme al gruppo musicale The Dares, per aver ospitato il primo concerto svoltosi contemporaneamente nella realtà e in un mondo virtuale.

Sviluppatore: Ndoors Interactive
Sito di riferimento: Link
Microtransazioni: con i soldi veri è possibile acquistare monete virtuali con cui acquistare oggetti.

1. Atlantica Online

Perché Atlantica Online si trova in cima alla classifica? In primo luogo perché è equilibratissimo e raffinato in ogni aspetto, pregi che già da soli fanno un buon MMO. Inoltre ha un sistema di crescita del personaggio davvero interessante, che dà al giocatore la scelta di farsi accompagnare da dei mercenari. All'inizio se ne possono selezionare soltanto due, ma salendo di livello si arriva a portarsi dietro un plotone di otto soldati. I magnifici cinque (MMO) I combattimenti si svolgono a turni e sono molto profondi e articolati, soprattutto ai livelli superiori quando si dispone di più possibilità, dando anche delle opzioni per limitare i fastidi causati dai giocatori molesti (i cosiddetti griefer), tra le quali dei limiti di tempo per compiere ogni azione. Parlando delle possibili di PvP, sono state implementate ben cinque modalità per affrontare altri giocatori umani. Quello che l'utente medio dei MMO noterà subito è che per vincere bisogna usare il cervello e non basta limitarsi a cliccare più velocemente dell'avversario. Quando ci si trova davanti a un nemico particolarmente impegnativo, bisogna saper valutare attentamente tutte le risorse a disposizione e le mosse avventate fanno guadagnare quasi sempre la disfatta. Probabilmente basta solo questo a proiettarlo nell'olimpo degli MMO, facendocelo preferire anche a moltissimi titoli commerciali. Da provare anche se solitamente i giochi online fanno venire l'orticaria.

TI POTREBBE INTERESSARE