A Volte li ScontanoA Volte li Scontano - Volume 24 

Una rubrica serissima.

Riprendo il controllo dell'editoriale, approfittando del fatto che Tagliaferri è partito alla ricerca del suo ultimo capello, caduto quando ha visto quanto ha venduto Modern Warfare 2. E parto proprio dal titolo di Infinity Ward. Riflettevo sul fatto che il gioco online di MW2 lo trovo molto divertente. Sì, direi proprio che mi diverto parecchio. Lo stesso potrei dire di The Legend of Zelda: Phantom Hourglass, o di Professor Layton And The Curious Village. Quindi a quanto pare, che ci siano sangue o enigmi, se un gioco mi piace, mi diverto molto a giocarci.
Poi ho pensato a un film che ho visto di recente al cinema, Lebanon, e a un libro che ho letto, Il mio nome è Rosso, di Orhan Pamuk. Mi sono piaciuti molto entrambi, ma non li definirei proprio divertenti. Mica sono delle commedie. Da qui l'ipotesi che i videogiochi siano costretti dalla loro natura a essere solo intrattenimento, giochi e nient'altro, seppure di grande valore; qualcosa insomma da affrontare con la leggerezza di un piacere ludico. Non ci troverei niente di male. Ma se venissero utilizzati dagli sviluppatori per fini diversi, mi piacerebbero? E a voi? Non lo so, ma sono convinto che abbiate le vostre idee in proposito.

di Andrea Rubbini

Piattaforma: Playstation 3
Il gioco
Linea: Platinum
Prezzo: 24,99€
Storico: Ninja Gaiden viene pubblicato per la prima volta su NES nel 1988
Voto originale Multiplayer.it: 9.0 - Recensione

Ninja Gaiden Sigma

Si comprende meglio Ninja Gaiden se si guarda Tomonobu Itagaki, leader del Team Ninja di Tecmo, che ha firmato Ninja Gaiden e Dead or Alive. Saranno gli occhiali scuri o il sorriso enigmatico alla Kitano, ma di certo questo eccentrico personaggio non ha l'aria di uno che ama i compromessi. Ninja Gaiden difatti, concede ben poco agli utenti, ma per lo meno gioca alla pari. Partiamo dal passato recente: uscito per Xbox e acclamato giustamente a furor di popolo, si è reincarnato nell'edizione Black del 2005, tuttora disponibile su XBL. Si trattava dello stesso gioco, ma con integrati nella narrazione i contenuti extra rilasciati negli Hurricane Pack. Bene, a quel punto si potevano lasciare i possessori di PS3 senza tale meraviglia? Ma soprattutto, si poteva rinunciare alla possibilità di fare un bel po' di quattrini senza tanti sforzi? A Volte li Scontano - Volume 24 Fu così che approdò in casa Sony Ninja Gaiden Sigma, versione rivista, stiracchiata, e limata (no, non è solo la confezione, parliamo proprio del gioco) di Ninja Gaiden Black. Se non si fosse capito, con questo gioco vi portate a casa la storia. Parliamo di un gameplay quasi perfetto, dove la precisione eccezionale dei comandi consente di impegnarsi in combattimenti di grande valore tecnico ed estetico, senza possibilità di barare, né da una parte né dall'altra. Il gioco non ci tende tranelli insensati, e con la pratica - molta pratica - possiamo padroneggiare il ninja Ryu Hayabusa a un livello tale da poter battere con soddisfazione vera ogni singolo nemico. Male che vada, ora possiamo accedere alla modalità di gioco Ninja Dog - già il nome ci fa capire cosa penserebbe di noi Itagaki. Inoltre sono state inserite alcune missioni giocabili nei panni di Rachel, la formosa cacciatrice di demoni che prima era relegata ai filmati. Naturalmente ci sono armi extra, costumi e quant'altro, ma non sono i fronzoli che hanno fatto di questo gioco una pietra miliare: Ninja Gaiden è pura essenza di gioco, bilanciamento, e sfida, di quelle che si fanno ringraziare per averci messo alla prova. Il tutto naturalmente, telecamera permettendo.

Piattaforma: Xbox 360
Il gioco
Linea: Classics
Prezzo: 29,90€
Storico: Niente di rilevante da segnalare
Voto originale Multiplayer.it: Non disponibile

Viva Piñata

Ma che simpatici questi animaletti, e in mano abbiamo pure una vanga: ora li ammazziamo e accumuliamo punti. E invece no, questi esseri pelosi non rischiano il massacro come nello storico Creatures (Commodore 64, 1990); dobbiamo bensì ospitarli nel nostro giardino, accudirli e favorirne l'accoppiamento. Non fate quelle facce, che poi vi becchiamo a giocare a Farmville su Facebook. In effetti Viva Piñata si potrebbe vedere come uno sviluppo alla decima potenza del famoso casual game che tante vittime miete sul social network più amato del mondo. Uscito in esclusiva per Microsoft grazie al lavoro della storica Rare, questo bel gioco non si è guadagnato l'attenzione che meritava. A Volte li Scontano - Volume 24 Viva Piñata di fondo è una simulazione vicina come filosofia a quella di The Sims: abbiamo un fazzoletto di terra e dobbiamo cercare di attirare specie animali sempre più belle ed esigenti, soddisfacendo le loro richieste. In alcuni casi hanno bisogno di frutti particolari, in altri semplicemente di mangiarsi una delle nostre povere creature. Se si trovano bene e decidono di rimanere nell'habitat che abbiamo creato per loro, potrebbero anche volersi riprodurre, dando il via a danze dell'amore fantasiose. Ci sono poi aiutanti, oggetti a profusione, empori, semenze, ogni articolo immaginabile per il giardinaggio. Si arriva ben presto ad avere tenute immense, con laghi, alberi maestosi e animali coloratissimi. Naturalmente non mancano gli antagonisti, le specie malvagie, e difficoltà di vario genere. Quindi qual è il valore di Viva Piñata a distanza di anni? Senza dubbio quello di rappresentare un genere raro su console, che molti potrebbero non aver mai provato. Inoltre il gioco riesce a sviluppare un amore per i propri animali che ha del preoccupante. Possiamo infatti battezzare le creature fin dal primo verme di terra, e si finisce per voler loro bene come a degli animali domestici. Nonostante un pizzico di noia che con il passare delle ore affligge un po' questi titoli, vi consigliamo di dargli un'occhiata: potrebbe essere il diversivo che vi mancava tra uno sgozzamento natalizo tripla A e un nuovo seguito identico al suo prequel.

Piattaforma: PC
Il gioco
Linea: EA
Prezzo: Circa 30€
Storico: la confezione comprende anche Crysis Wars
Voto originale Multiplayer.it: 9.4 - Crysis / 9.4 - Crysis Warhead

Crysis Maximum Edition

A ormai due anni dalla sua uscita, Crysis rimane il videogioco tecnicamente più impressionante che sia mai stato realizzato, pietra di paragone per tutti gli altri, almeno a livello meramente visivo. Il problema sarà che Crysis è troppo avanti o che la concorrenza è rimasta troppo indietro? La questione sarebbe lunga da affrontare e ci porterebbe a toccare argomenti disparati, costringendoci a esaminare in dettaglio il mercato dei videogiochi per PC e quello dei vibratori multiuso, quindi è meglio lasciare perdere perché non è questo il contesto adatto per farlo. A Volte li Scontano - Volume 24 La raccolta Maximum Edition comprende il gioco base, la prima (e finora unica) espansione single player, sottotitolata Warhead e l'espansione multigiocatore chiamata Wars (originariamente distribuita insieme a Warhead). Vestiremo i panni di un membro di un'unità speciale di super soldati equipaggiati con una tuta che gli conferisce poteri straordinari, tra cui la possibilità di farsi la pipì addosso senza bagnarsi le scarpe (non è prevista alcuna chiusura lampo, sorry). Alcuni archeologi americani, al lavoro su un'isola nel mare delle Filippine, hanno smesso di mandare comunicazioni sulle loro scoperte e, soprattutto, link per siti con ragazze poco vestite. Inoltre, pare che sull'isola siano arrivati quei cattivacci dei coreani e che abbiano messo a ferro e a fuoco un resort per scambisti molto ricchi. Indovinate un po' a chi tocca andare a scoprire cosa sta succedendo? Ritirata la nanotuta dalla tintoria, indossato il grugno d'ordinanza, i nostri eroi partono con un aereo invisibile. Così invisibile che faticano a salirci a bordo. Arrivati sul posto e verificato che la classica carrucola nel pollo di gomma non avrebbe sortito alcun effetto se usata sui nemici, decidono di far cantare le armi. Crysis è sostanzialmente uno sparatutto in prima persona molto simile al predecessore ideale, ovvero Far Cry (il primo, quello divertente) realizzato dallo stesso team di sviluppo (Crytek), con l'aggiunta dei superpoteri che aprono diverse possibilità a livello di meccaniche di gioco e regalano indubbiamente soddisfazioni varie ed eventuali (saltare da terra sul tetto e sparare ai nemici increduli non ha prezzo). È anche uno dei giochi in cui la fisica è stata meglio implementata, con baracche di lamiera che possono essere fatte crollare o altri elementi dello scenario che vengono sbalzati in aria con un grande realismo. Nonostante si tratti di due titoli distinti, il gioco base e l'espansione raccontano la stessa storia vissuta da due soldati differenti, l'ambientazione è la stessa, il colpo di scena dell'arrivo degli alieni è telefonato in entrambi e, soprattutto, le meccaniche sono identiche così come il gameplay. Vederli nello stesso pacco dà quasi l'idea che siano un solo gioco. Crysis Maximum Edition è consigliato a tutti quelli che hanno perso il gioco all'epoca dell'uscita e a chi vuole vedere il proprio PC messo alla frusta in modo serio e non artefatto, anche perché dopo averci giocato vi porrete moltissime domande sulla vita e sul perché le email del Moioli continuano a finire insieme a quelle del Viagra nonostante Mail sia stato informato più volte che si tratta di un mittente attendibile.

Piattaforma: PC
Sacred 2: Fallen Angel - Sacred 2: Ice & Blood
Linea: Koch Media
Prezzo: 29,90€
Storico: niente di rilevante da segnalare
Voto originale Multiplayer.it: 8.5 - Sacred 2: Fallen Angel

Sacred 2 Gold Edition

La lega per le eroine dei videogiochi femministe è in fermento. La battaglia che stanno portando avanti è di quelle che lasceranno il segno. Insomma, passino i vestitini di latex spacciati come il massimo della comodità per saltare da un'auto all'altra, passino gli ammiccamenti sessuali e le pose da Metropolitan che sono costrette a tenere in ogni inquadratura e passi anche che Bayonetta venga spacciata come una donna quando evidentemente è Kratos con la parrucca. Quello che proprio non riescono a tollerare è il dover continuare a scendere sul campo di battaglia in tanga, soprattutto nei giochi fantasy. Insomma, dicono, sessismo a parte, voi maschietti l'affrontereste un orco alto tre metri e armato con un'ascia bipenne indossando soltanto un cavo telefonico che passa in mezzo alla zona più buia del corpo umano? A Volte li Scontano - Volume 24 Il problema è che molti personaggi femminili impegnati nei giochi più rudi, come la Serafina di Sacred 2, costretta a girare mezza nuda per dei territori ghiacciati e pieni di mostri, stanno iniziando a invidiare le loro colleghe dei vari Cooking Mama e affini alle quali non è richiesto di essere sexy per forza e, soprattutto, sono fornite di vestiti! È quindi al grido di "I pixel sono miei e me li gestisco io" che avviamo Sacred 2 Gold,pacco che comprende il gioco base (Fallen Angel) e l'espansione (Ice & Blood), e selezioniamo un personaggio maschile per non avere problemi di sorta a causa di rivendicazioni più o meno urlate. Per quei due o tre che non sapessero di cosa stiamo parlando, diciamo che Sacred 2 è il seguito di uno dei migliori GDR action degli ultimi anni. Pur non tradendo la formula Diablo, è probabilmente il titolo che nel genere ha portato più innovazioni, fosse anche soltanto l'abbandono della classica serie di dungeon multilivello per abbracciare un mondo aperto e più articolato. Sacred 2 ha tutte le caratteristiche del primo, ma va oltre offrendo più quest e un territorio molto più vasto (beh, anche il numero dei bug è aumentato, a dirla tutta). Ovviamente non mancano migliaia di oggetti da raccogliere e altrettanti nemici da abbattere in diversi ambienti di gioco. Considerando anche l'espansione e non tenendo da conto la modalità multigiocatore, possiamo affermare senza tema di smentita che Sacred 2 Gold Edition supera ampiamente le cento ore di gioco complessive. Se non vi bastano possiamo spedirvi anche un arto tranciato dal Rubbini, sempre disposto ad allietare i lettori con regali macabri ottimi per stupire gli amici e i parenti più stretti.

Piattaforma: PC
Il gioco
Linea: gog.com
Prezzo: 4,99$
Storico: niente di rilevante da segnalare
Voto originale Multiplayer.it: Non disponibile

Sanitarium

Urla agghiaccianti a tutte le ore del giorno e della notte. Pareti sporche e corrose dall'umidità. Ruggine ovunque. Esseri semi umani che prendono a testate pareti di cemento armato. Celle e uffici strettissimi che emanano odori nauseabondi... stiamo parlando della redazione di Multiplayer.it? Quasi, ma no, non proprio. Se così fosse andrebbero aggiunte all'allegro quadruccio le macchinette del caffè omicide e il rigor mortis che il redattore medio si porta dietro dopo una notte brava passata a fare effusioni ludo erotiche con la sua console preferita. A Volte li Scontano - Volume 24 No, stiamo parlando di Sanitarium, una delle avventure grafiche più visionarie mai pubblicate e che oggi può rivivere sui nostri monitor grazie a GOG.com (il cui staff dovrebbe piantarla di spacciare come capolavori da riscoprire dei giocacci usciti l'anno scorso e proporre più perle come questa). Riuscendo a passare sulla grafica vecchiotta e su un sistema di controllo non proprio eccezionale, ci si trova a vivere una storia appassionante intrisa di mistero e follia (difficilmente ne troverete una rappresentazione migliore in un videogioco), dove non mancano enigmi da risolvere e colpi di scena che cambiano radicalmente la prospettiva di quello che si sta facendo. Se fossimo in voi non ce lo lasceremmo scappare. Non spendere tre euro circa (in base al cambio attuale tra euro e dollaro) per un capolavoro del genere andrebbe considerato un delitto dal legislatore.

TI POTREBBE INTERESSARE