Gli Articoli della Settimana - 07/2010  18

Grandi pubblicazioni questa settimana, ecco il terzo nostro articolo di riepilogo.

Il nostro sunto settimanale arriva alla terza puntata, dopo la discesa negli inferi della settimana scorsa questa volta ci aspettano due discese molto particolari: andiamo nelle profondità degli abissi marini con BioShock 2, mentre ci buttiamo nei recessi più bui della mente dell'assassino con Heavy Rain. Chi invece non volesse bagnarsi i piedi, può iniziare a contare i giorni che ci separano dal mondiale sudafricano con il gioco ufficiale del torneo made in EA, oppure combattere nelle terre fantastiche di Final Fantasy XIII.
A concludere sette giorni da paura ci sono le prime bombe targate X10 del reportage esclusivo di Antonio Jodice da San Francisco, una full immersion dall'evento Microsoft dove sono stati mostrati i titoli di prossima uscita su Xbox 360.
La settimana è insomma iniziata bene con l'appassionata recensione di BioShock 2 scritta da Pierpaolo Greco, nostro direttore editoriale, che dissipa tutti i dubbi che il secondo capitolo della saga di Rapture si portava in dote, vista l'uscita di Ken Levine dal progetto. Il gioco va oltre ogni più rosea aspettativa, si è preso un 9.2 che la dice lunga sulla qualità del lavoro di 2K Marin vincendo la sfida di bissare il successo di un gioco narrativamente adulto e con un gameplay solido come il primo BioShock. Cambia il protagonista, la storia si arricchisce di nuovi personaggi, mentre vecchie conoscenze tornano a farci compagnia fungendo da raccordo con gli eventi narrati nel primo capitolo. Magari al gioco mancherà la freschezza e l'originalità del prototipo, comunque BioShock 2 riesce a stupire e stordire, a correggere tutte quelle criticità che avevano fatto storcere il naso a molti ormai più di due anni fa, ma soprattutto riesce a catturare gli scettici del troppo hype e a soddisfare gli appassionati del franchise.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Pioggia mondiale

Da Londra, si conclude il nostro press tour calcistico con la prima prova di Mondiali FIFA Sudafrica 2010, il gioco che ci permette di alleviare l'attesa che ci separa dai prossimi mondiali. In attesa di FIFA 11, Electronic Arts propone un edizione di mezzo: solo squadre nazionali ma tante revisioni, grazie ai feedback degli utenti, al gameplay e al comparto grafico. In più visto che il mondiale è una festa, sia si vinca sia si perda, tutto il gioco ha un aspetto decisamente meno serioso, a partire dai menù sino agli stadi, più colorati e festosi, con tanto di supporter pitturati con i colori della propria nazione. La nostra prova ha evidenziato notevoli miglioramenti, nell'articolo ci sono poi un paio di scatti "rubati" alla presentazione che mostrano i notevoli passi in avanti fatti su modellazione e illuminazione.

A chiusura del pezzo ci sono anche le ultime novità su FIFA Ultimate Team, il manageriale con le figurine che ha catturato l'attenzione di molti allenatori in erba. Anche qui ci sono correzioni e miglioramenti per rendere la simulazione più autentica e profonda. Mondiali FIFA Sudafrica 2010 uscirà il 30 aprile, FIFA Ultimate Team sarà scaricabile a partire dal 25 febbraio.
Finalmente abbiamo provato e recensito Heavy Rain, una delle esclusive Sony più attese degli ultimi tempi. Il gioco ha letteralmente spaccato gli utenti, qualcuno lo ha bollato come semplice film interattivo, un antivideogioco insomma, altri sin dal primissimo filmato uscito ormai più di due anni fa lo hanno definito uno dei punti di svolta del nostro amato medium, un titolo che farà evolvere i giochi come li conosciamo verso una forma d'intrattenimento più matura, adulta, senza nessun timore reverenziale verso cinema e tv. Per nostra fortuna i secondi avevano ragione, Heavy Rain non è un "semplice" capolavoro, è qualcosa di diverso, che, grazie a Dio, funziona alla grande! Anche qui è tornato in campo Pierpaolo Greco, regalandoci per la seconda volta in tre giorni un altro dei suoi accuratissimi articoli. In redazione ci ha costretto a sentirlo almeno un paio d'ore al giorno parlare del gioco prima in tono piuttosto neutro e distaccato, poi col passare delle ore di gioco, che sono tante per i fanatici del cronometro, con fare da evangelizzatore invasato ha iniziato a snocciolare il suo amore verso Heavy Rain, e di converso anche verso David Cage, facendoci di fatto prenotare a tutti il titolo. Per ingannare l'attesa dell'uscita del gioco e dei successivi DLC fiondatevi a leggere il nostro articolo, e magari lasciate un vostro commento.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Sorprese finali

Con il provato di Final Fantasy XIII Multiplayer.it, in attesa di un codice italiano, torna su Cocoon, grazie al nuovo articolo di Umbertino Moioli, questa settimana fermo ai box ma con il solito biglietto per Londra sempre in tasca. Se ne sono sentite di tutti i colori sul nuovo capitolo del jRPG più amato in tutto il mondo, si passa senza mezzi termini da capolavoro ruolistico della scuola nipponica a negazione della stessa, di fatto le opinioni (e le recensioni) uscite nella rete non fanno che confermare questa assoluta discordanza di giudizio. Noi lo abbiamo coperto piuttosto diffusamente, con tanto di Superdiretta e Videoanteprima, il nostro giudizio finale è per ora sospeso, intanto oltre al nostro articolo di prova leggetevi anche l'intervista con Yoshinori Kitase e Motomu Toriyama, rispettivamente producer e director del gioco.
La settimana si è conclusa con i coverage esclusivi da San Francisco dove il nostro Antonio Jodice ha partecipato all'X10. Fable 3, la creatura più famosa di Peter Molineaux sembra essere realmente rivoluzionaria a partire dalla storia che ci narra la lotta di liberazione di Albion dal suo tiranno. Le tante novità toccano un pò tutti i settori del gioco: accanto all'ovvio revamp grafico che tratteggia un mondo dai tratti steampunk, che mostra i muscoli in termini di modellazione, texture e illuminazione, al nostro Barone è sicuramente piaciuto il nuovo sistema di interazione tra i personaggi, decisamente più "caloroso" rispetto agli episodi precedenti, e l'inedito meccanismo di crescita del giocatore, che fa evolvere il nostro eroe in maniera naturale a seconda delle azioni compiute. Purtroppo non c'è ancora una data di uscita ufficiale, ci dobbiamo accontentare di un vago Natale 2010, per ora l'hype ha già raggiunto i livelli di guardia, mettiamoci seduti e buoni in attesa di nuovi aggiornamenti.

E visto che la stanchezza, il fuso orario e le bellezze locali non hanno distolto il Barone dal suo lavoro, leggete le sue impressioni su Halo: Reach, l'ultimo capitolo della saga sviluppata da Bungie prima di passare la mano e dedicarsi a qualche nuovo titolo. L'anteprima è molto interessante, oltre ad aver visto per la prima volta il comparto multigiocatore del gioco Antonio ha potuto parlare direttamente con gli sviluppatori i quali, senza sbottonarsi troppo gli hanno comunque detto molto sulla loro ultima fatica, sul single e sul multiplayer, sul level design e sull'epicità della loro ultima battaglia.

Purtroppo c'è ancora molto da aspettare, gli ultimi mesi dell'anno sono lontani. Prima di mettere le mani sulla beta multiplayer prevista a maggio, iniziate a tenervi informati sul gioco leggendo il nostro coverage esclusivo. Concludiamo in bellezza con l'anteprima di Alan Wake, da ieri esclusiva Xbox 360, visto l'abbandono della versione PC. Un thriller psicologico, un survival horror, un gioco d'azione. Si è detto molto sul nuovo prodotto Remedy (per chi non li conoscesse sono i ragazzi che hanno realizzato i due Max Payne) ma tutti sono concordi nel dire che sarà un capolavoro e visto il pedigree degli sviluppatori ci sono buone probabilità che lo sia. Il nostro articolo svela per la prima volta il "gameplay diurno" del gioco, quindi possiamo rispondere affermativamente a tutti i ragazzi che ce lo chiedono nella Superdiretta: si gioca anche di giorno! Ma il buio, la notte, l'oscurità sono i veri protagonisti del gioco. Andatevi subito a leggere l'articolo del Barone tanto per farvi venire ancora di più l'acquolina in bocca, ma mi raccomando lasciate una luce accesa quando andate a dormire e tenetevi pronti perchè tra meno di una settimana Antonio tornerà a parlare del gioco sottolineando le sensazioni provate giocandolo dal vivo!