NBA JamA palla di fuoco 

NBA Jam ritorna su Nintendo Wii, in un tripudio di schiacciate a tutto spiano!

La lunga scia degli appuntamenti legati alla Games Developer Conference si conclude oggi con uno dei titoli che abbiamo avuto occasione di provare per la prima volta nella fiera di San Francisco dedicata agli sviluppatori. NBA Jam per Wii, il ritorno di un brand storico che è nato come una versione caricaturale del basket NBA, nella quale sul parquet ci sono in totale 4 giocatori e dove molte delle regole sono state eliminate in favore del divertimento e della spettacolarità delle partite, con schiacciate e mosse ancora più esagerate di quelle già di per se eccezionali della massima lega Americana. A palla di fuoco Ad accompagnare un gameplay di puro stampo arcade c'era inoltre una grafica colorata ed "esagerata" nella realizzazione dei giocatori, piuttosto piacevole anche per l'utilizzo del 2D che donava un look moderno alla produzione Midway. A partire dalla sala giochi e passando per Super Nintendo, Mega Drive, PlayStation e così via, il titolo ha avuto diverse iterazioni più o meno fortunate, per poi godere di un periodo prolungato di riposo, fino all'annuncio della versione per Nintendo Wii, sviluppata da EA Vancouver insieme al creatore originale, Mark Turmell.

It's showtime!

Quali sono le caratteristiche di base della versione Wii? Esattamente le stesse! Durante la nostra prova all'evento dedicato organizzato da Electronic Arts, e dopo una breve presentazione del gioco, ci siamo subito sentiti subito a nostro agio nell'affrontare una partita assieme ad alcuni colleghi di Nextgame e internazionali, dove abbiamo disputato una classica partita 2 contro 2 in maniera del tutto simile a quelle dei capitoli precedenti. 

Le differenze ovviamente vanno ricercate nel sistema di controllo, con quella più importante demandata all'uso del wiimote, necessario per utilizzare in maniera contestuale il salto per bloccare la palla in difesa, i tiri da 2 e da 3 in attacco, per finire con schiacciate esagerate di ogni tipo, finalizzate col movimento verso il basso del controller di movimento del Wii. 

Per il resto abbiamo la possibilità di eseguire i classici spintoni tesi a rubare la palla, il tasto A per passare e il Nunchuck in generale per muovere il proprio giocatore piuttosto che per attivare il turbo, necessario per rapidi capovolgimenti di fronte o per evitare che gli avversari rubino (troppo) facilmente la palla.
Dobbiamo ammettere che le nostre sensazioni sono state mai come in questo caso identiche a quanto provato diversi anni fa con il titolo originale e con i seguiti, il che da un lato è cosa buona e giusta perché NBA Jam per Wii sembra essere ugualmente un titolo estremamente divertente e immediato, in grado di dare il meglio di se in multiplayer; dall'altro c'è da temere che il divertimento possa esaurirsi in maniera piuttosto veloce, in quanto ruota attorno ad una struttura comunque vecchia e se vogliamo vista in tanti altri giochi più o meno simili. A palla di fuoco Detto questo, durante la breve presentazione abbiamo potuto apprendere che il titolo disporrà di ben due modalità carriera, la prima ancora non meglio definita e denominata "Remix Tour", che immaginiamo essere accompagnata da qualche storia da playground apposita, ed un'altra classica dove all'interno sarà possibile sfidare anche leggende della pallacanestro che hanno disputato l'NBA. Il comparto tecnico ha subito ovviamente un adeguamento agli standard Wii, e mantiene l'accento caricaturale che rappresenta uno degli aspetti cardine della serie. Ottimo l'uso dei colori, perfetta la fluidità, interessante e divertente la realizzazione dei giocatori, con i corpi realizzati in tre dimensioni sui quali sono "appiccicate" le teste in 2D che rappresentano diverse espressioni facciali dei cestisti reali, alcune delle quali esilaranti sia per la loro realizzazione in quanto tale che per il strano ma riuscito ibrido tra le due tecniche di cui sopra. In attesa di provare una versione più estesa del gioco, la nostra ardente speranza è che il divertimento genuino che accompagna NBA Jam possa protrarsi per tutte le modalità di gioco e per lungo tempo, anche perché ascoltare dal commentatore frasi come "He's on fire!" fa sempre il suo effetto.

Certezze

  • Divertente come la prima volta
  • Multiplayer al potere

Dubbi

  • Struttura di gioco troppo simile al passato
  • Longevità destinata ad essere breve

TI POTREBBE INTERESSARE