Cosa vi siete persi?Gli articoli della settimana - 20/2010 

Settimana in viaggio per Multiplayer.it, ecco il meglio dei nostri reportage (e non solo) in giro per l'Europa!

Gli articoli della settimana - 20/2010 Questa settimana è stata particolarmente interessante e piena di succose anteprime, vista la concomitanza di molti press tour in giro per l'Europa. La settimana è iniziata col reportage esclusivo da Parigi di LittleBigPlanet 2, ed è poi proseguita com i primi articoli dal mega evento Electronic Arts di Londra, ovvero Dead Space 2, Bulletstorm e Medal of Honor, nel mezzo, un'altra anteprima esclusiva, quella di Guild Wars 2 e la recensione del terzo capitolo di Skate 3. LittleBigPlanet 2 è tutto quello che gli utenti cercano in un secondo capitolo, cioè tante novità, un comparto tecnico se possibile migliorato e lo stesso feeling del prototipo. La creatura di Media Molecule sembra avere tutto di ciò, offrendo al giocatore, non un semplice platform game, non un semplice strumento di creazione livelli, ma un potente tool per sviluppare giochi veri e propri, qualcosa che possa esaltare ancora di più la creatività dei milioni di utenti nel mondo. Provare a riassumere qui tutte le nuove features del gioco è improponibile, per questo il nostro consiglio è quello di fiondarvi a leggere la corposa anteprima di Antonio Fucito, ma vi basti sapere che tra le molte novità, vi è un'integrazione più razionale e comoda delle potenzialità a disposizione dei social network, ben sei differenti stili grafici per caratterizzare ancor di più i mondi di gioco a disposizione e la possibilità di dotare i personaggi secondari di routine di intelligenza artificiale, senza dimenticare che tutto quello creato nel primo capitolo non verrà perso, ma sarà giocabile beneficiando anche di revamping grafico. Un gioco che insomma sarà un serio pretendente alla palma di gioco dell'anno, siamo quindi in attesa che venga rilasciata una data di uscita ufficiale, per ora prevista negli ultimi mesi dell'anno.

Il tris di EA da Londra

Gli articoli della settimana - 20/2010 Martedì siamo volanti a Londra per il consueto appuntamento primaverile con tutti i titoli di prossima uscita di Electronic Arts, tra prime visioni e approfondimenti di giochi già visti in altri press tour. La nostra anteprima di Dead Space 2 ci ha portati sulla enorme stazione mineraria The Sprawl, con il veterano Isaac alle prese con una nuova infestazione di necromorfi, ma questa volta oltre a farsi vedere in faccia e a parlare, avrà tutta una serie di nuovi strumenti di offesa e abilità per fare in mille pezzi i mutati. La presentazione si è infatti concentrata sul sistema di combattimento che sembra donare maggior flessibilità e tatticismo al nostro ingegnere, con la telecinesi che permette di raccogliere e scagliare molto più agilmente oggetti contro i nostri nemici, potendo anche usare una sorta di bazooka per impalare le aberrazioni che infestazione la stazione. Sembra insomma che ci sarà da combattere parecchio, vedremo quanto si spera in concomitanza col prossimo E3. Gli articoli della settimana - 20/2010 L'anteprima di Bulletstorm ha svelato invece il nuovo progetto di Epic Games realizzato da People can Fly, con la supervisione di Cliff " Gears of War" Bleszinski, un fps decisamente frenetico, demenziale e caciarone, perfettamente in linea con il pedigree della software house polacca, con alle spalle una piccola gemma come Painkiller. Questa volta abbandonati monasteri infestati e i paletti di frassino, ci troviamo sul pianeta Stygia, con l'obiettivo di far a pezzi tutto quello che si muove, umano, mutato o vegetale che sia. Niente di nuovo sotto al sole direte, l'importante è che tutto venga fatto con stile, Bulletstorm premia infatti il giocatore per le skillshot più creative, tra calci in faccia, catene esplosive e precisi colpi sul basso ventre. Da non sottovalutare poi il comparto tecnico, davvero ben fatto e dai colori sgargianti che esaltano l'abbondate splatter del gioco. Infine venerdì è stato il giorno dell'anteprima di Medal of Honor, rinascita di una delle serie storiche di Electronic Arts che per la prima volta tenta il grande salto dalla seconda guerra mondiale al presente. Il gioco ci porta nell'Afghanistan all'indomani dell'invasione americana come risposta agli attacchi di New York, impersonando i Rangers dell'esercito e le forze speciali Tier 1, i veri protagonisti del gioco. Le porzioni di gioco mostrate hanno rivelato le due differenti anime di Medal of Honor, diviso a metà tra le battaglie campali dei Rangers e le infiltrazioni silenziose sottocoperta delle barbute forze speciali, il tutto all'insegna della assoluta fedeltà storica, obiettivo dichiarato degli sviluppatori.

E per concludere

Gli articoli della settimana - 20/2010 A anni tre dall'annuncio abbiamo finalmente potuto vedere Guild Wars 2, l'atteso MMO di ArenaNet che finalmente dopo un lungo silenzio si è finalmente svelato alla stampa specializzata. L'approfondita anteprima scritta dal solito Umberto Moioli ci racconta la più grossa novità di questo secondo capitolo, ovvero gli Eventi Dinamici, che promettono di rivoluzionare il modo in cui si acquisiscono e si portano a termine le missioni, rendendo il tutto più naturale e verosimile nelle dinamiche, molto più fluido in termini narrativi e di reale conseguenza sul campo delle azioni effettuate, tutto ciò fatto per svecchiare meccaniche tanto collaudate quanto fin troppo uguali a se stesse produzione dopo produzione, ma soprattutto per invogliare a giocare ancor più cooperativamente, vagando nelle terre di Tyria. Chiudiamo con la recensione di Skate 3, ultimo capitolo del franchise che negli ultimi anni ha rivoluzionato questo genere di giochi, che ad onor del vero sembra cullarsi un po' troppo sugli allori, pur rimanendo a tutti gli effetti un ottimo gioco, il nostro 8 sta li a dimostrarlo. Si tratta comunque della miglior simulazione di skate in commercio, graziato da diverse addizioni come il potenziamento del multiplayer, una nuova città e molto altro. Il solito more of the same che farà la gioia di chi si avvicina per la prima volta alla tavola con quattro ruote, ma tutti quelli che hanno spolpato per bene il secondo capitolo troveranno Skate 3 fin troppo uguale a se stesso.

TI POTREBBE INTERESSARE