AssemblaggioAssembla che ti passa Weekly 

Continua l'eterna lotta tra il nostro portafogli e le novità del mercato hardware.

Tra dichiarazioni apocalittiche e fiere internazionali ci prepariamo a salutare l'inizio ormai prossimo del periodo estivo. AMD/ATI ha finalmente mostrato la tecnologia Fusion in occasione del Computex 2010 mentre NVidia guarda verso la Cina e si prepara a presentare le proprie GPU alla CGDC di Shangai.


Il ritorno del Pentium
Assembla che ti passa Weekly Qualche tempo fa Intel ha presentato un mostruoso processore a 48 core successivamente distribuito ad alcuni partner selezionati per fini accademici e test. Ebbene, la fantomatica tecnologia potrebbe essere il successore del recentemente scomparso Larrabee o comunque un progetto molto più concreto di quanto apparso in precedenza. Troviamo alcune delucidazioni a riguardo in un'intervista pubblicata da Xbitlabs. Attualmente il processore è basato sulla vecchia tecnologia Pentium e il suo punto di forza principale è quello di piazzare un totale di 1.3 miliardi di transistor su un singolo die. Lo scopo del progetto non è infatti quello di raggiungere il massimo in termini di calcolo floating point ma di far lavorare in parallelo, e senza intoppi, il maggior numero di core. Una volta verificate le prospettive future della tecnologia multicore in termini di dimensioni e consumi verrà senza dubbio il momento di pensare alla potenza.

CDGC 2010
Nvidia è lo sponsor principale della CGDC di quest'anno. Assembla che ti passa Weekly No, per fortuna non stiamo parlando della Christian Game Developer Conference ma della China Game Developer Conference che si terrà a Shangai dal 30 luglio al primo agosto. Una fiera molto importante non tanto per il materiale presentato quanto per il mercato a cui si riferisce che rappresenta un bacino molto importante per il mercato hardware. E l'industria videoludica non ha certo intenzione di perdere l'occasione per sensibilizzare tutti quei ragazzi cinesi che si dedicano con fin troppo fervore al download illegale di videogiochi. L'importanza della fiera è infatti sottolineata da presenze illustri che contano il presidente di Blizzard, il CEO di Epic, il vicepresidente di Electronic Arts e un'altra cinquantina di pezzi grossi del settore. Ma la Cina non ha intenzione di essere invasa dalle tecnologie straniere e ha intenzione di portare il suo esuberante spirito commerciale anche nel campo dei chipset e dei supercomputers. Speriamo con una qualità superiore rispetto a quella di altri mercati.

Sound Blaster X-Fi fantasma
Assembla che ti passa Weekly Alcuni distributori hanno messo in vendita motherboards con un layout grafico che potrebbe lasciar intendere la presenza di chipset Sound Blaster X-Fi nella scheda madre. Alcuni utenti potrebbero quindi rimanere sorpresi scomprendo che non c'è alcun chip X-Fi integrato in queste motherboards ma un comune chip audio accompagnato dal software Sound Blaster X-Fi. Nonostante molte funzioni del software Creative Labs siano effettivamente utilizzabili anche con altri chip audio i risultati qualitativi non sono ovviamente gli stessi.

Il PC è morto
Una lapidaria dichiarazione che ha accompagnato il personal Assembla che ti passa Weekly computer per gran parte della sua esistenza. Una profezia che molti hanno voluto leggere nella diffusione delle consoles, nella nascita dei terminali e ora nel boom dei dispositivi mobile e dei computer targati Apple. Una possibilità forse concreta sotto alcuni punti di vista ma lontana nel tempo e mai confermata dalle vendite hardware. La fatidica frase è ricomparsa a più riprese nel web proprio in occasione dell'exploit di Apple, la cui valutazione finanziaria è risultata superiore a quella dell'acerrima nemica Microsoft. Lo stesso Steve Jobs ha colto l'occasione per dire la propria in merito durante la conferenza D8 con chiari riferimenti all'inevitabile rivoluzione chiamata iPad. Il guru del PC non compatibile ha dichiarato, almeno secondo quanto riporta cnet, che i personal computer standard non moriranno ma sono come i camion che erano più diffusi delle macchine quando gli Stati Uniti erano una nazione di agricoltori. Alcuni utenti qua e la ne avranno ancora bisogno bisogno ma con il mutamento delle abitudini il computer tradizionale è destinato a lasciare il passo.

COMPUTEX 2010
Assembla che ti passa Weekly Il Computex è un evento assolutamente inadatto a chi considera il PC sulla via del tramonto. Si tratta infatti di una fiera piena di case per overclocking, sistemi di raffreddamento di ogni tipo e motherboard estreme. Tra queste ultime figura certamente l'Asus Immensity con tecnologia Hydra che consente l'utilizzo di diverse GPU sulla stessa mobo e un gradino ancora più in alto troviamo anche l'Asus Big Bang Fuzion che, oltre al controller Hydra, sfoggia una 5770 integrata. Inoltre, sempre nel campo delle soluzioni integrate, AMD ha finalmente mostrato in forma pubblica l'APU Fusion. L'ormai celebre chipset che combina CPU e GPU su un singolo die e che arriverà sul mercato nella prima metà del 2011. L'APU mostrata potrebbe essere l'Ontario, ovvero la sorella minore di Llano, che, seppur destinata ai sistemi ultraportatili, ha mostrato di poter gestire Alien Vs Predator con qualche incertezza ma in forma giocabile e con pieno supporto DX11.

OCZ RevoDrive
Una delle notizie più importanti del computex riguarda Assembla che ti passa Weekly l'SSD RevoDrive presentato da OCZ. Si tratta di un disco solido con due controller in configurazione RAID 0 il tutto montato su scheda PCI EXPRESS 4x. La configurazione base è da 120 gigabytes e dovrebbe costare circa 450 dollari al lancio atteso per il mese prossimo. Non si tratta certo di una rivoluzione e il prezzo può apparire alto, ma, con 540MB/s in lettura e 530MB/s in scrittura, il RevoDrive è in grado di bruciare le performances delle unità SSD standard, delle unità SSD PCI EXPRESS "economiche" e di qualsivoglia Hard Disk meccanico. Certo, il RevoDrive non si avvicina alle prestazioni delle schede SSD PCI businness ma non si avvicina nemmeno ai mostruosi prezzi di queste unità.

GIGABYTE HD 5870 SOC
Assembla che ti passa Weekly Al di la delle diatribe sull'effettivo potenziale in termini di calcolo, possiamo tranquillamente affermare che la qualità costruttiva delle GPU ATI regala alle schede video RADEON margini di miglioramento incredibili. I benchmarks effettuati sulla scheda ASUS ARES hanno infatti dato prova della potenza bruta di due 5870 senza freni. Ma i risultati più impressionanti arrivano da GIGABYTE che ha infranto tutti i record GPU/CPU del 3DMark con una singola 5870 della propria linea Super Overclock. Sono 31298 i punti registrati nel 3DMark Vantage, 60775 nel 3DMark05 e 46920 nel 3DMark06.