Palline impazzite  5

Relegato in un angolino dello stand Nintendo e ignorato da tutti, FlingSmash è invece un titolo piuttosto interessante: ecco il nostro hands-on.

Sviluppato da Artoon, FlingSmash è un action game per Wii che, pur non facendo parte dei giochi mostrati in conferenza da Reggie Fils-Aime, aveva comunque una postazione nello stand Nintendo accanto a titoloni come Donkey Kong Returns e Metroid: Other M. Probabilmente proprio per questo motivo, il prodotto è stato oggetto di ben poche attenzioni da parte dei visitatori dello show, ma la nostra prova sul campo ha messo in evidenza delle qualità tali da renderlo un gioco quantomeno interessante.

Abbasso i tasti

FlingSmash si può descrivere come una sorta di platform sviluppato su un piano bidimensionale che ha per protagonista una simpatica pallina di nome Zip: lo scopo dell'utente è più classico che si può, ovvero raggiungere sano e salvo la fine dei vari stage, ma è nell'esecuzione di tutto ciò che il prodotto Artoon si distingue. Supportando il Motion Plus, il gioco si controlla semplicemente scuotendo il Remote nella direzione desiderata, azione che provoca la propulsione di Zip con conseguenti rimbalzi sulle pareti fino al successivo input: difficilmente trovare qualcosa di più immediato di FlingSmash, anche perché la rilevazione dei movimenti ci è parsa precisa ed affidabile, consentendoci di lanciare sempre la pallina esattamente dove volevamo che andasse. Ovviamente una struttura ludica così asciutta deve essere supportata da un level desing particolarmente ispirato per poter avere successo, ma le prime indicazioni date da Artoon sembrerebbero confortanti. Il prodotto finale conterà su otto mondi spezzati in più stage, e nella nostra sessione di gioco ne abbiamo potuti provare un paio che hanno lasciato ben sperare sull'esito finale del progetto. Sulla propria strada, Zip incontrerà nemici e blocchi da annientare andandoci addosso, oltre ad ostacoli di varia natura da evitare pena la perdita di secondi preziosi: un elemento da non sottovalutare, visto che la telecamera procede costantemente verso sinistra indipendentemente dai propri movimenti, con l'immancabile game over nel caso in cui Zip raggiunga il bordo dello schermo.

Per ravvivare ulteriormente l'azione, FlingSmash comprende minigiochi che spezzano l'azione standard dei livelli e scontri coi boss che chiudono ognuno degli otto mondi, oltre a tutta una serie di power-up che modificano alcune caratteristiche della pallina, ad esempio rendendola temporaneamente invulnerabile. Tutti questi elementi hanno reso la nostra prova sul campo di sicuro piacevole e divertente, anche se con gameplay di questo genere il rischio è sempre quello di ritrovarsi con esperienze brevi o tendenti alla ripetitività. Artoon cercherà di salvaguardarsi da tale eventualità inserendo nel prodotto finale anche una modalità cooperativa per due giocatori, oltre a varie sezioni extra che non sono state rivelate in questa occasione. Dal punto di vista grafico, invece, il lavoro è già completo e piuttosto soddisfacente: gli stage non sono particolarmente ricchi di dettagli ma sono molto colorati, e numerosi effetti accompagnano i furiosi rimbalzi di Zip, che peraltro gode di un design davvero azzeccato così come i nemici che si incontrano lungo la strada. Insomma, non ci troveremo probabilmente di fronte ad un capolavoro, ma FlingSmash sembra avere le carte in regola per dimostrarsi un prodotto divertente ed immediato, in pieno stile Wii. Staremo a vedere.

CERTEZZE

  • Divertente e immediato
  • Gameplay originale

DUBBI

  • Rischia di essere breve e ripetitivo