Expa che ti passa Weekly  9

Questa settimana i riflettori sono puntati sugli MMO meno popolari: ogni tanto tocca anche a loro!

Aion
L'ormai mitologica patch 2.0 per Aion è finalmente in dirittura d'arrivo: è confermato, secondo il sito ufficiale del gioco che questa "espansione", intitolata Assault on Balaurea, sarà disponibile per il digital download il 7 Settembre 2010.

Dal 10 Settembre sarà inoltre disponibile una nuova confezione nei negozi europei, contenente l'intero gioco, compresa ovviamente Assault on Balaurea, e alcuni codici che permetteranno di ottenere dei pet esclusivi. Il primo passo verso il famigerato futuro mostrato nel filmato Visions of Atreia sembra quindi compiuto...

Allods Online
Non ne parlavamo da un bel po', ma uno degli MMO gratuiti più interessanti resta ancora Allods Online. Nonostante i vari problemi degli ultimi mesi, l'MMORPG della russa gPotato resta forse uno dei più curati sul mercato dei free-to-play, anche se l'enfasi riposta sulle microtransazioni non gli ha fatto esattamente una buona pubblicità, men che meno la penalità causata dalla morte, che getta una sorta di maledizione sugli oggetti dei giocatori, depotenziandoli. Il cash-shop del gioco inoltre propone proprio gli oggetti più indispensabili a crescere di livello, obbligando i giocatori a pagare per giocare, dopotutto.

Insomma, non sono mancate pesanti lamentele da parte degli utenti, e la risposta del team di sviluppo è stata quantomeno controversa: secondo i developers il cash-shop non sarebbe necessario per godersi il gioco, anzi assicurano che Allods Online non è diventato Pay-to-Play o Pay-to-Win. E gli oggetti fondamentali? Acquistabili con denaro virtuale da altri giocatori che li hanno pagati veramente, magari tramite l'asta. Ha senso? Insomma, siamo un po' scettici. In compenso, gPotato ne ha approfittato per segnalare che è in arrivo una patch che introdurrà nuovi contenuti e obbiettivi per i giocatori... o quello che ne rimane.

Secondo Voi...

... dopo Star Trek, quale altra serie televisiva sarebbe il soggetto ideale per un nuovo MMORPG?

Fallen Earth
Qualcosa di nuovo è in arrivo anche per Fallen Earth, gli sviluppatori hanno infatti rilasciato un nuovo commento sullo stato del gioco che interesserà senz'altro gli avventurieri di questa virtuale Terra post-apocalittica. A quanto pare sarà presto possibile cambiare il colore dei veicoli, un primo passo verso possibilità di personalizzazione più ampie che si apriranno col passare dei mesi.

Lo stesso vale per alcune nuove feature, come il "respec": all'inizio si acquisterà dai mercanti come un semplice oggetto, in seguito i giocatori potranno prodursi i loro personali "respec injector". I devs non si sono fermati qua, rivelando anche qualche dettaglio relativo al tanto atteso Sector Four: non si tratterà di una vera e propria espansione, ma di una serie di zone che saranno introdotte lentamente nel corso del prossimo anno. E' previsto anche un cambiamento sostanziale al PvP: non più zone adibite soltanto alla guerriglia, i giocatori potranno infatti sfidare altri avatar in qualsiasi zona. E come se non bastasse, il post menziona anche l'housing e una rinnovata casa d'aste, fra le varie novità. Insomma, non mancheranno decisamente i contenuti nei prossimi mesi.

Darkfall
Meno esaltanti invece le notizie riguardanti l'espansione di Darkfall. Il Lead Designer di Aventurine, Tasos Flambouras, ha confermato ufficialmente che l'update, che si concentrerà sulla componente PvE di questo MMORPG (in caso non lo sappiate, Darkfall è estremamente basato sul PvP), è stato rimandato a data da destinarsi.

L'espansione, in lavorazione già da sei mesi, sembra si sia arenata a causa dell'instabilità causata, nei client, dai nuovi contenuti, specialmente il revamp di creature e zone che dovrebbe esserne la feature principale. Flambouras è stato piuttosto drastico, l'espansione non sarà rilasciata finchè non sarà pronta e si parla di ancora svariate settimane di test, durante le quali il team di Aventurine cercherà di trovare anche il tempo per aggiungere ulteriori contenuti.



Star Trek Online
Star Trek è stato un telefilm e come tale ogni incarnazione seguiva un certo criterio, ovvero quello dell'episodio settimanale (quantomeno per la durata della stagione). La stessa cosa vuole fare Cryptic con la Season 2 di Star Trek Online, secondo una recente intervista a Daniel Stahl. Gli "episodi settimanali" forniranno regolarmente ai giocatori nuovi contenuti basati su svariate esperienze, per esempio un incontro con una razza aliena o una situazione di pericolo.

La Season 2 amplierà anche la profondità delle missioni diplomatiche, ma è solo un'altra delle varie aree che i giocatori hanno considerato insoddisfacenti e che Cryptic mira ad aggiustare verso la fine di Luglio. Per esempio, è in arrivo il tanto richiesto PvE anche per i Klingon, e saranno aggiunti sei nuovi livelli che permetteranno ai giocatori di ascendere al grado di Vice Ammiraglio nella Federazione e Luogotenente Generale nell'Impero Klingon, con nuove astronavi relative. Anche la "scansione", al momento un semplice sistema per raccogliere risorse, sarà modificata in una specie di minigioco. E per questa settimana è tutto!