Guitar Hero: Warriors of Rock I guerrieri del Rock! 

Scaldate le mani, il rock made in Activision è tornato, più cattivo che mai!

Versione testata: Xbox 360

Ultima prova prima del lancio per Guitar Hero: Warriors of Rock qui alla GamesCom 2010 di Colonia. Questo nuovo episodio si fa forte della grinta del terzo capitolo, con un ritorno all'energia dei pezzi che hanno fatto la storia del brand. Se c'è una canzone rock bella, i Neversoft hanno fatto di tutto per inserirla nella tracklist, che vanta più di 90 pezzi. GH: WoW è perfettamente compatibile, però, con qualsiasi canzone scaricata in precedenza, portando il repertorio a più di 500 brani suonabili in tutte le modalità previste in questa versione.
I guerrieri del Rock! Come potete leggere nell'articolo qui sotto, di cui questo è un aggiornamento, è stata inserita una modalità sfida che richiede al giocatore di realizzare determinate sfide per ogni singolo brano, a seconda delle sue caratteristiche, come il finirlo con un certo numero di note corrette, pennate in un certo verso o percentuali di assolo realizzato. Queste sfide, che attribuiscono comunque le stelle da spendere per acquistare oggetti e vestiti per i personaggi, si attivano per tutti i 500 brani che potenzialmente possono finire nella tracklist, compresi quelli vecchi, quindi. Per il resto il gioco mantiene tutte le buone caratteristiche inserite di recente con la possibilità di giocare in quattro anche con lo stesso strumento, la modalità party e tutti i filtri che aiuteranno ancora di più a navigare in una tracklist che diventa sempre più mastodontica. Il cuore dell'offerta è senz'altro la nuova modalità quest che abbiamo provato con quattro musicisti con tutti i poteri attivati, che ci hanno permesso di realizzare una super prestazione premiata con decine di stelle d'orate da spendere nel gioco. Insomma, per i maniaci dei punteggi e per i puristi del Rock, sembra esserci tutto il necessario per divertirsi!

Prova italiana

A pochi mesi dall'uscita nei negozi, Activision ci ha invitati in un vero studio di registrazione - Massive Arts studio, sito in Milano - per testare con mano l'ultima fatica di Neversoft, Guitar Hero: Warriors of Rock. I guerrieri del Rock! La serie di Guitar hero ormai arrivata alla sua sesta uscita, esclusi i titoli dedicati alle varie band, è ormai nell'immaginario di qualsiasihttp://submit.shutterstock.com/main.mhtml videogiocatore, tuttavia come tutte le serie che continuano per anni, necessita di una scossa innovativa che sembra essere arrivata in quest'ultimo capitolo. La nostra prova infatti verteva principalmente sulla nuovissima modalità creata apposta per quest'ultimo capitolo chiamata "Quest mode". Una vera e propria storia all'interno del gioco. Per la prima volta 8 dei protagonisti del mondo di Guitar Hero - tra cui Axel e Johnny, giusto per citarne un paio - dovranno unire le loro forze e diventare dei veri e propri guerrieri, con tanto di poteri speciali, per salvare il semi Dio del rock che è stato rapito dalla "Bestia". La storia inoltre avrà una voce narrante di sicuro spessore dato che si tratta di Gene Simmons, frontman del leggendario gruppo dei Kiss.

Epic Rock

La modalità è strutturata come un gioco in scatola: un piano di gioco sulla quale sono posizionati dei cerchi con il viso dei vari rocker. Scegliendone uno troveremo una tracklist che dovremo suonare per progredire nella storia. Scelto il rocker e suonato le prime canzoni vedremo che il nostro personaggio, raggiunti determinati obiettivi, subirà una trasformazione diventando un vero guerriero del rock. Questa trasformazione non sarà solamente estetica ma porterà dei poteri speciali al nostro musicista, come la possibilità di azionare uno scudo che ci permetterà di poter sbagliare una nota senza interrompere la striscia di note positive oppure di rallentare il tempo per alcuni secondi durante i riff più complessi. Durante la nostra prova non abbiamo potuto testare questi poteri perché ci è stato spiegato che si potranno utilizzare dopo un determinato punto della quest. All'interno della quest inoltre è presente una sorta di sub quest alla quale hanno partecipato i Rush. Sette pezzi presi dal loro storico album 2112 ri arrangiato e mixato per l'occasione dalla durata di 20 minuti più o meno, con la voce narrante del frontman del gruppo stesso. Le canzoni che abbiamo potuto suonare spaziavano su tutti i sottogeneri del rock, ma nel complesso possiamo dire che finalmente la playlist è tornata solida e "cattiva" come ai tempi dei primi guitar hero. Gruppi come: Black Sabbat, Ramstein, Foo Fighters, Alice Cooper e Slipknot tra i tanti, rendono decisamente più intrigante e più rock il titolo. Inoltre la presenza di un sacco di riff e assoli veramente impegnativi faranno sicuramente la gioia dei professionisti di questo titolo, regalando a livelli di difficoltà alti un buon grado di sfida.

Non solo Storia

Non è solo la modalità Quest però la novità di questo nuovo Guitar Hero. Oltre ai gruppi già citati precedentemente, molte altre band del passato e più recenti vanno ad arricchire una nutrita schiera di pezzi che ne conta in totale ben 90. Tra questi, a testimoniare quanto il fenomeno Guitar Hero stia prendendo sempre più piede tra i professionisti del settore, Alice Cooper e i Runaways sono rientrati apposta in studio per ri-registrare dei loro pezzi del passato fino ad arrivare a Dave Mustaine, cantante dei Megadeath che ha realizzato un nuovo pezzo apposta per la modalità Quest del gioco. Tutti questi pezzi più alcuni presi dai precedenti Guitar Hero, per un totale di più o meno 500 canzoni, saranno suonabili nella nuova modalità quickplay+, una sorta di sfida. Mentre suoneremo la canzone infatti ci verrà richiesto di superare determinate sfide gioco, 13 per l'esattezza. Queste sfide variano a realizzare una Band Streak, un determinato High Score o un Power Challenge. Ci è stato inoltre detto che pur non avendocele mostrate saranno presenti tutte quelle modalità come studio, personalizzazione, multiplayer e cosi via, presenti nei vecchi capitoli, che ritroveremo anche in quest'ultimo. Quindi niente è stato eliminato a discapito della modalità Quest. I guerrieri del Rock! In tutte le tipologie di gioco inoltre ci sarà la classica modalità di jump in/jump out. In qualsiasi momento un giocatore potrà entrare con lo strumento che preferisce all'interno della canzone senza che essa debba venire stoppata. Graficamente il titolo ricalca perfettamente lo stile usato nei precedenti capitoli con personaggi deformed, caricaturali e volutamente esagerati. Le arene sono sempre più imponenti e caratteristiche, in particolare quelle della Quest Mode con un misto tra luoghi di fantasia e altri reali come per esempio il CBGB noto locale punk rock di New York. Dal punto di vista audio, come era lecito aspettarsi il lavoro di mixaggio svolto dai ragazzi di Neversoft è veramente impeccabile. Le canzoni sono chiare e giocarlo con un buon impianto audio aumenta ancora di più l'immersione nel gioco. Anche la cascata di colori con i tasti da schiacciare risulta abbastanza coerente con quanto si sente sia a livelli bassi che alti di difficoltà, regalando quella sensazione che si stia suonando veramente il pezzo che stiamo ascoltando. Ultima ma non meno importante novità nel titolo è la nuova chitarra. Più leggera e maneggevole dell'ultimo modello visto nel World Tour, ha la particolarità che tutti gli elementi essenziali siano all'interno del manico. Questo permette la personalizzazioni delle "ali" che diventano intercambiali e quindi sostituibili con parti alternative. A conti fatti, possiamo dire che seppure la sostanza del titolo rimanga sempre la stessa, abbiamo apprezzato molto come i ragazzi di Neversoft si siano impegnati per cercare di dare nuova linfa vitale ad un genere che rischiava di diventare stantio. Le novità di questo titolo sono veramente interessanti e meritano di essere approfondite in sede di recensione. Appuntamento a settembre quindi per una prova completa del titolo.

Certezze

  • Quest Mode
  • Tracklist importante
  • Quickplay +

Dubbi

  • Longevità Quest Mode

TI POTREBBE INTERESSARE