Assembla che ti passa Weekly  15

Nvidia alle spalle di ATI, fantascienza e ologrammi e in quest'ultima puntata di luglio di Assembla che ti Passa

AMD report

Dopo il record di entrate registrato da Intel arrivano infine anche i risultati della concorrente AMD. Debiti diminuiti e risultati superiori alle aspettative si riflettono sul valore delle azioni, ora valutate 0.12$ contro i 0.6$ previsti. Il totale delle entrate del secondo trimestre ammonta a 1.65 miliardi di dollari e una fetta considerevole, che ammonta a 444 milioni di dollari, proviene dal mercato delle schede video che per la prima volta in molti anni vede primeggiare ATI su Nvidia. In questo articolo di PCPerspective tutti i dati e uno sguardo al futuro dell'azienda che si prepara a lanciare una nuova tecnologia multicore di fascia alta.

Certificazioni fasulle?
I ragazzi di Hardware Secrets si sono accorti che alcuni produttori hanno etichettato

i propri alimentatori con il bollino 80Plus anche senza avere la certificazione effettiva. Il problema viene ricondotto a una certa fretta delle aziende nel piazzare il bollino su alimentatori testati internamente ma ancora sottoposti a esame oppure prodotti esternamente da aziende che hanno la certificazione 80Plus. Ma quando un alimentatore cambia etichetta la certificazione deve essere nuovamente emessa. E ci sono casi anche peggiori dove viene dichiarato che un alimentatore rispetta i parametri della certificazione 80Plus senza specificare che l'alimentatore non ha ottenuto effettivamente la certificazione.

L'epoca dei portatili

Era prevedibile e tramite eWeek lo confermano anche gli analisti di ABI Research. La febbre del portatile continua e porterà al raddoppio delle vendite di computer mobile per il 2013. Con la miniaturizzazione i notebook sono diventati oggetti finalmente trasportabili e i vecchi laptop, ora incredibilmente potenti, hanno sostituito una fetta dei desktop grazie all'assenza di cavi e alla facilità di trasporto. Gli ultraportatili e le connessioni wi-fi hanno fatto il resto mostrando al mondo che un computer può essere usato efficacemente per lavorare in movimento.

Benchmarks estremi
Xbitlabs ha confrontato alcune configurazioni Crossfire e SLI basate sulle schede single

core più potenti di ATI e NVIDIA. In alcuni test, come nel caso di RE5, i driver ATI mostrano ancora il fianco mentre la configurazione multipla NVidia risulta più costante. E se come potenza bruta e alle medie risoluzioni le Radeon spesso vincono il confronto, spingendo il tutto al massimo le Nvidia mostrano il proprio potenziale nonostante consumi e costi decisamente elevati. Una configurazione del genere ha infatti bisogno di più di 1250 watt per funzionare correttamente e richiede un raffreddamento di ottimo livello per non sciogliersi come un ghiacciolo al sole.

Tron Mouse & Keyboard

Tron ha segnato una svolta nell'uso della computer grafica e nella concezione degli ambienti virtuali nel mondo cinematografico. Una vera e propria pellicola cult sia per tecnica che per concetto che si è saldamente impressa nell'immaginario di numerosi appassionati di fantascienza e informatica. Non è quindi strano che Razer, in occasione del sequel di Tron in arrivo a dicembre, abbia creato mouse e tastiera ispirati al film Disney. Due oggetti piuttosto costosi, 99 e 149 dollari rispettivamente, ma con prestazioni di primissimo livello e un look davvero strepitoso. L'uscita è prevista per settembre.

Verso l'intelligenza artificiale
I computer tradizionali non hanno capacità decisionale ne si avvicinano lontanamente a simulare

l'intelligenza umana. Per questo un gruppo di ricercatori ha deciso di reinquadrare la faccenda e di lanciare un progetto che mira a simulare il funzionamento dei neuroni. Si parte dal basso con 18 processori ma il progetto per funzionare effettivamente avrebbe bisogno di un milione di processori ARM che potrebbero gestire un miliardo di neuroni. Un progetto ambizioso che richiama alla mente decine di film fantascientifici alcuni dei quali hanno efficacemente sottolineato anche le controindicazioni di una tecnologia di questo tipo. Senza contare che la capacità decisionale introduce il dubbio, un elemento in grado di mettere in ginocchio qualsiasi cervello.

Ologrammi tattili

Anche se le applicazioni ludiche dei nuovi controller lasciano molto spesso a desiderare la corsa tecnologica verso le nuove frontiere dell'interattività non accenna a fermarsi. Ed ecco arrivare gli ologrammi tattili, la nuova frontiera della tecnologia touch che probabilmente non avrà applicazioni pratiche per un bel pò di tempo ma il cui fascino fantascientifico è innegabile. In questa pagina di LiveLeak è disponibile il video di presentazione.