Periferiche iPhoneGuida all'acquisto di iPhone 4 

Apple e i prezzi, si sa, non hanno mai avuto un buon rapporto. Tuttavia, con un po' di accortezza l'acquisto di un nuovo iPhone 4 potrebbe essere meno difficoltoso di quanto si pensa.

Nonostante i pareri entusiastici di gran parte degli acquirenti e della stampa specializzata (ad esclusione dei già noti e ingigantiti problemi legati all'antenna), la grossa spada di Damocle che pende sopra l'ultimo terminale Apple è sicuramente il suo eccessivo costo, come sempre fatto notare dai caustici commenti dei vari utenti sparsi per la rete. Divisi infatti tra chi parla di "ladrate", "furbate" o ancora peggio di vere e proprie "truffe" da parte della casa di Cupertino e chi invece giudica il prezzo equo in rapporto alla qualità del prodotto, è giusto segnalare però che i modi per avere un iPhone 4 senza svenarsi sono molti e decisamente adattabili alla gran parte dell'utenza media. In questo breve ma (si spera) esaustivo speciale analizzeremo la situazione italiana, comparando tutti i modi di acquisto o abbonamento in rigoroso ordine alfabetico, con un occhio finale anche alle principali tariffe degli altri Paesi.

APPLE STORE: il fascino unico della Mela

On line o fisico, l'acquisto di un prodotto Apple nel tempio ufficiale della Mela conserva per il vero fan un fascino unico, tale da indurlo a nottate in bianco e al feticismo persino nei confronti dello scontrino con il marchio del negozio. Qui comunque, tra strette di mano e "cinque" dati ai disponibili commessi in blu, l'unico modo per avere il telefono è pagarlo per intero e profumatamente, al costo ufficiale di listino: 659,00 euro per il modello da 16 Gb e 779,00 euro per quello da 32 Gb. Guida all'acquisto di iPhone 4 Non proprio spiccioli, effettivamente. Il prezzo ufficiale viene mantenuto ovviamente anche nelle catene di elettronica autorizzate a vendere prodotti Apple, come Mediaworld ad esempio.

TIM: chiamate, ma non navigate

Continuando la disamina, tocca adesso alla prima e storica compagnia di telefonia mobile italiana. L'offerta Tim, accanto alla possibilità di un acquisto svincolato di iPhone 4 con SIM ricaricabile inclusa al prezzo ufficiale di listino, permette la sottoscrizione degli abbonamenti Tutto Compreso, ideali per chi mantiene costante la sua spesa telefonica mensile e non vuole più effettuare manualmente le ricariche. La proposta nel dettaglio è suddivisa in Tutto Compreso 500, con 500 minuti di chiamate verso tutti al costo di 29 euro al mese, Tutto Compreso 1000, con 1000 minuti sempre verso tutti a 49 euro al mese e infine Tutto Compreso 1500, con inevitabilmente 1500 minuti di conversazione verso tutti comprese nel canone di 69 euro al mese. Guida all'acquisto di iPhone 4 Purtroppo non è considerato il traffico Web, indispensabile per utilizzare appieno iPhone ed inserito opzionalmente al costo di 8 euro al mese per un solo Gb di dati. La spesa del telefono viene ammortizzata in 24 rate mensili, equivalenti all'impegno minimo di ogni abbonamento, e la rata è di 20 euro al mese per il modello da 16 Gb, 25 euro per quello da 32 Gb (senza nessun contributo iniziale). A conti fatti, il modello da 16 Gb sarà venuto a costare quindi 480 euro, quello da 32 Gb 600 euro (decisamente meno del loro prezzo ufficiale di listino); il canone mensile, inclusi i servizi , la rata del telefono e l'inevitabile tariffa internet partirà invece da un minimo di 57 euro per il piano Tutto Compreso 500.

TRE: premio fedeltà

Annunciati come rivoluzionari dalla stessa compagnia, i piani ricaricabile e abbonamento previsti da H3G si sono fatti attendere quasi fino al giorno di esordio del telefono, rivelandosi però almeno apparentemente molto competitivi. iPhone 4 da 16 Gb è disponibile infatti senza abbonamento con obbligo di ricarica mensile a partire da 10 € e anticipo di 299 euro; la quota anticipata cala drasticamente all'aumentare della ricarica obbligatoria mensile, scendendo a 199 euro e 99 euro rispettivamente con 20 o 30 euro di ricarica effettuata ogni trenta giorni. Per il modello da 32 GB invece le quote iniziali sono 399, 299 o 199 euro con gli stessi obblighi di ricarica mensili. Guida all'acquisto di iPhone 4 Ancora più vasta la scelta in caso di sottoscrizione di abbonamento: Tre offre infatti diverse tipologie di contratto dal prezzo altamente competitivo e, soprattutto, con il telefono in regalo. Nel dettaglio, la compagnia UMTS rende disponibili ben quattro abbonamenti, che vanno da quello base Top 400, con 400 minuti di chiamate verso tutti, 100 sms sempre verso tutti e 2Gb di traffico web incluso ogni mese per un canone di 29 euro, al Top 3000, che al costo di 149 euro include ben 3000 minuti verso tutti, 600 sms e 20 Gb di traffico internet; nella via di mezzo troviamo le formule Top 800 a 49 euro e Top 1600 a 79 euro, che raddoppiano e quadruplicano il minutaggio e gli SMS mensili rispetto alla formula base, lasciando inalterati soltanto i 2GB di traffico internet incluso. Alla resa dei conti, Tre regala in ogni caso il modello da 16 GB ai suoi utenti più fedeli, mentre una quota d'ingresso di 99 euro è prevista solo per il modello da 32 Gb in abbinamento al piano Top 400 (per gli altri sarà invece gratuito). Anche se a prima vista l'offerta sembra essere molto competitiva, va segnalato per correttezza che nel consegnarvi il telefono, Tre Italia obbliga a sottoscrivere un finanziamento con la società Compass: le rate verranno pagate interamente da Tre compresa la maxi rata finale ma, in caso di problemi legati a morosità o a rescissione unilaterale, sarà la finanziaria ad agire nei confronti del malcapitato utente, pretendendo le rate già anticipate da Tre oltre a quelle restanti ed eventuali penali. Ottime tariffe dunque, ma solo se si resta fedeli e puntuali per ben 30 mesi (e non 24); in caso contrario, è preferibile rivolgersi decisamente altrove. Guida all'acquisto di iPhone 4 L'ultimo appunto riguarda il prezzo dei terminali acquistati "slegati", ossia senza nessun obbligo verso Tre: il costo di iPhone 4 16 Gb è infatti stato fissato a 599 euro, mentre quello da 32 Gb a 699 euro, nettamente inferiori rispetto ai prezzi di listino ufficiali Apple. Qualche polemica si è diffuse in rete a proposito della presunta reticenza di alcuni centri Tre nel vendere gli iPhone 4 slegati rispetto a quelli in abbonamento, ma H3G ha prontamente replicato spiegando che non aveva diramato alcuna direttiva in tal senso e che le scelte di gestione dei singoli negozi competono ai rispettivi responsabili.

VODAFONE: promozioni in corso

Vodafone Italia, inizialmente abbastanza defilata nella bagarre per accaparrarsi il nuovo terminale Apple (tanto che i primi rumor la davano fuori almeno dalla tranche iniziale), oltre a vendere i due modelli di iPhone 4 al classico prezzo di listino con una sim ricaricabile inclusa, propone diverse tipologie di abbonamento, alcune delle quali godono di un sostanzioso sconto del canone pari al 50% per il primo anno di utilizzo. Guida all'acquisto di iPhone 4 In particolare, i piani attivabili sono 4: Stile Libero New, che al costo di 29 euro al mese prevede una tariffa speciale di 9 cents/min verso tutti con 2 Gb di traffico dati incluso e ticket iniziale per il modello da 16 Gb pari a 69 euro (129 euro per il 32 Gb); Più Facile Medium, che a 50 euro di canone include 500 minuti di chiamate verso tutti al mese, ticket d'ingresso di 329 euro (389 euro per il 32 Gb) ma traffico internet soltanto come opzione a 10 euro al mese; Più Facile Large, con canone da 100 euro che comprende 1200 minuti di chiamate verso tutti, ticket da 229 euro (289 euro per il 32 Gb) e opzione internet da 10 euro al mese e infine l'abbonamento Più Facile Top Club, che all'importante cifra di 180 euro al mese offre 3000 minuti sempre verso tutti, 2 Gb di traffico dati incluso ogni mese e prezzo da versare per il telefono di 129 euro (189 euro per il 32 Gb). Tutti gli abbonamenti Più Facile godranno però come già accennato per i primi 12 mesi di una speciale riduzione del 50%, che dimezzerà di fatto i canoni mensili per il primo anno. Guida all'acquisto di iPhone 4

Ulteriori dettagli e considerazioni finali

Resta da segnalare che a tutti i piani in abbonamento fin qui esposti va aggiunto ogni mese l'ingiusto balzello della Tassa di Concessione Governativa, pari per un privato a 5,16 euro, ad esclusione soltanto di quelli Vodafone qualora si usufruisse dell'opzione Passa a Vodafone e, per 12 mesi, di quelli Tim che compiono lo stesso percorso di rientro. Ovviamente poi, ma è bene ricordarlo, per stipulare un contratto di abbonamento bisogna essere possessori di carta di credito non ricaricabile o conto corrente bancario/postale. Analizzando tutte le varie opzioni messe in campo dagli operatori nazionali, non può che restare un po' di amaro in bocca: senza dubbio, l'offerta più conveniente resta quella di Tre, che regala di fatto il telefono a patto però di un sodalizio a vita o quasi con l'azienda; tuttavia se la passione è tanta e i soldi sono pochi la scelta non manca, ricordando però di non fare l'operazione concettualmente sbagliata di moltiplicare il costo dei servizi per i mesi di vincolo, spacciando il risultato così ottenuto per il prezzo effettivo del telefono. Questa operazione, che molte persone fanno in maniera istintiva, è totalmente errata perché andrebbe a confrontare tra loro grandezze non omogenee: i servizi infatti possono essere pagati anticipatamente (nel caso di ricaricabile) o successivamente (nel caso di abbonamento) ma di fatto si pagano sempre e comunque, mentre l'unica azienda che inserisce le rate di iPhone 4 assieme a quelle dei servizi è Tim e il costo finale è comunque di gran lunga più basso rispetto al prezzo pieno ufficiale; tutte le altre società, tolto un ticket iniziale d'ingresso più o meno alto, includono nella rata mensile solo i servizi telefonici o di internet prescelti, regalando il telefono. La scelta del contratto adatto al singolo individuo dovrà quindi tener presente tutte le variabili esistenti, a cominciare sicuramente dalla spesa media mensile in ricariche.

Italia vs Resto del Mondo

Il povero e bistrattato Bel Paese può finalmente vantare un record rispetto al resto del mondo, cioè quello di nazione con il prezzo di iPhone 4 più caro in assoluto. Complice una serie di vessazioni fiscali abbastanza inique, il terminale Apple raggiunge infatti in Italia vette ineguagliabili, per la gioia (si fa per dire) di appassionati e fan. Come contraltare, Hong Kong è il luogo dove si acquista risparmiando di più, con il modello da 16 Gb a 496 € circa e quello da 32 Gb a 585 euro. In Europa, è possibile salvare qualche decina di euro comprando i telefoni nella vicina Svizzera, ad un costo di 565 e 660 euro rispettivamente per il 16 Gb e il 32 Gb. In molti Paesi, tra cui gli Stati Uniti, è possibile ottenere il telefono solo stipulando un contratto con l'operatore nazionale di riferimento, anche se con tariffe decisamente più competitive, ma bisogna ovviamente essere residenti. Per l'acquisto dei terminali all'estero è bene poi ricordare tutte le problematiche relative ai dazi doganali e alla validità della garanzia Apple fuori dai territori di acquisto.