Torna il picchiaduro di Final Fantasy  26

Il Caos non è stato sconfitto.

Nonostante fosse un prodotto concettualmente lontano anni luce dalla stragrande maggioranza dei giochi realizzati da Square Enix che ha reinterpretato per quell'occasione in chiave picchiaduro l'intero universo che ha fatto da sfondo ai suoi numerosi giochi di ruolo, Dissidia: Final Fantasy per PlayStation Portable è stato un grande successo per la software house giapponese.

Proprio in virtù di tutto ciò era probabilmente quasi inevitabile che quanto prima ne venisse concepito un seguito. E che magari, visto il richiamo di un titolo del genere, tale secondo gioco venisse annunciato ufficialmente nel corso della più importante manifestazione mondiale dedicata proprio all'intrattenimento elettronico, dando conferme alle numerose voci circolate nelle precedenti settimane sulla rete. Detto fatto proprio in questi giorni Dissidia 012 (Duodecim) Final Fantasy, sequel del titolo di cui accennato sopra, è stato presentato al Tokyo Game Show 2010 con tanto di trailer commentato successivamente dal game producer Shinji Hashimoto dal palco del keynote ufficiale di Sony e di demo nell'apposito stand di Square Enix a completare l'opera di informazione da parte della sofcto nipponica su questo prodotto.
La trama del gioco ruoterà nuovamente attorno allo scontro tra bene e male, tra Cosmos e Chaos ma con delle sorprese legate al duodecim del titolo, che a detta degli sceneggiatori sarà una parola chiave all'interno della storia, oltre che alla presenza di nuovi personaggi inediti. Come Lightning di Final Fantasy XIII e Kain di Final Fantasy IV, entrambi giocabili nella versione di prova del prodotto presente in fiera.

Tag Team

Proprio dal test effettuato in presa diretta è stato possibile apprezzare le capacità dei due combattenti sopraccitati: Lightning, lottatrice agile dotata di un attacco a medio raggio eseguibile premendo il pulsante cerchio e di un altro più potente derivato dalla pressione del tasto quadrato, che può contare sul supporto di Odino, e Kain, meno rapido ma potente fisicamente e non solo. La demo mostrata alla fiera era in giapponese stretto, il che ha reso difficoltoso per tutti i presenti non di madre lingua poter approfondire alcuni aspetti del gioco, compresi anche certi elementi tecnici legati al gameplay. Di base a primo impatto Dissidia 012 (Duodecim) Final Fantasy mantiene la struttura di gioco del primo episodio, con combattimenti frenetici fra i personaggi tratti dalle varie saghe videoludiche di Square Enix che se le danno di santa ragione in arene tridimensionali e interattive ispirate a locazioni famose viste in altri prodotti realizzati sempre della stessa compagnia nipponica. Scopo finale del gioco (e dei combattimenti) resta sempre quello di azzerare la barra vitale del proprio avversario fino a sconfiggerlo, magari sfruttando le famose Ipermosse EX della omonima modalità, qui però rinominata FX, che dovrebbe presentare qualche variante rispetto all'originale. Per la cronaca e per rinfrescare la memoria ai lettori più distratti, attraverso la EX (FX) Mode ogni personaggio una volta riempita l'apposita barra può trasformarsi e eseguire attacchi ed evoluzioni particolari.

In realtà testando però il prodotto e guardandolo con più attenzione è stato possibile notare alcune interessanti novità.
La più importante è legata alla possibilità di richiamare in battaglia un alleato predefinito con l'opzione Assist System per formare con lui una sorta di tag team. In pratica durante uno scontro e al soddisfacimento di determinate condizioni l'utente può chiedere l'appoggio di un compagno che combatterà al suo fianco ed eseguirà i suoi ordini. Con esso sarà possibile effettuare tutta una serie di azioni, comprese delle combo di coppia che varieranno di intensità ed efficacia a seconda dei parametri vitali degli opponenti, della posizione di questi ultimi o di chi le esegue, etc. Inoltre sarà possibile concedere al secondo personaggio la possibilità di sferrare il colpo di grazia al nemico al posto del personaggio principale. La stessa possibilità di richiamo sarà offerta anche all' avversario, quindi è ipotizzabile in certi casi trovarsi di fronte a battaglie fino a quattro personaggi contemporaneamente sullo schermo.

La battagliera Tifa

Oltre alla demo, come detto all'inizio dell'articolo, Square Enix ha presentato al Tokyo Game Show 2010 anche un nuovo filmato del gioco. In esso è stato possibile rivedere alcuni dei vecchi personaggi del primo episodio di Dissidia come Cecil e Terra, ma anche un altro dei probabili nuovi eroi presenti nel sequel, vale a dire Tifa Lockhart, la battagliera amica di infanzia di Cloud Strife, membro del gruppo AVALANCHE e proprietaria del bar 7th Heaven direttamente da quel capolavoro che è Final Fantasy VII, nel video in questione impegnata in una non certo amichevole discussione con quel diavolaccio di Sephiroth.

Personaggio tra l'altro non nuovo a incursioni nel mondo dei picchiaduro visto che era fra i protagonisti di Ehrgeiz, un picchiaduro di Squaresfot su PlayStation. A quel punto Shinji Hashimoto è salito sul palco per fornire alcuni dettagli extra inerenti altri aspetti di Dissidia 012 (Duodecim) Final Fantasy come la possibilità di scaricare nuovi contenuti per il gioco dal PlayStation Store quali per esempio dei costumi inediti per i personaggi. Questi costumi dovrebbero avere funzioni non solo estetiche ma anche tecniche, influendo sulle abilità dei vari personaggi che le indossano.
Il produttore ha dichiarato che Dissidia 012, The 3rd Birthday e Kingdom Hearts Birth by Sleep Final Mix fanno parte di un unico progetto di marketing, pertanto l'abito di Aya Brea di Parasite Eve utilizzabile da Lightning in questo prodotto o quello vestibile da Cloud Strife tratto dalla serie Kingdom Hearts potranno essere ottenuti solo tramite codici speciali contenuti nella confezione di The 3rd Birthday e Kingdom Hearts Birth by Sleep Final Mix. Annunciata anche la possibilità di trasferire il proprio salvataggio dal primo Dissidia nel nuovo Dudodecim, così da importare tutti gli extra e i benefit sbloccati e la presenza di una colonna sonora nuovamente affidata a Takeharu Ishimoto, già visto all'opera nel primo episodio, che conterrà una versione mixata del Battle Theme che di Final Fantasy XIII. Nessuna conferma ufficiale invece per la Fortezza Bahamut di Final Fantasy XII e il Garden di Balamb fra i terreni di scontro del gioco, anche se la prima arena appare quasi certa. Dissidia 012 (Duodecim) Final Fantasy è atteso in Giappone nel corso del 2011, ma da quanto fino a ora emerso sembra avere tutte le carte in regola per poter bissare il successo del suo predecessore e anzi, viste alcune premesse, anche di superarlo.

CERTEZZE

  • Più completo e profondo del primo
  • Nuove aggiunte al gameplay
  • Nuovi personaggi

DUBBI

  • Più espansione che seguito