Extraterrestre vattene via  5

11 Bit Studios promette di rivoluzionare il genere dei tower defence: questa volta sarà la CPU a tremare mentre noi avanziamo minacciosi!

Da millenni l'uomo scruta il cielo ponendosi le domande più cruciali. Una di queste è quella se esistano o meno altre forme di vita. Il sogno di una razza aliena che venga a sollevarci da tutte le ansie sulla nostra insostenibile unicità, alletta menti inclini alla riflessione a tutte le latitudini. Fu quindi un giorno di grande festa quando l'uomo vide un oggetto non identificato approcciarsi al pianeta terra; lo fu meno quando si rese conto che era un vascello interstellare da guerra. Forse colto da improvviso pregiudizio o forse semplicemente nell'imbarazzo di non sapere cosa offrire loro da bere, l'umanità ha fatto fuoco contro il mezzo sconosciuto, riducendolo in cenere.

Quelle ceneri sono piovute sulle città formando cupole di energia, meglio note come Anomalie. Per indagare cosa sta succedendo all'interno di quelle bolle sfrigolanti siamo stati scelti noi e un pugno di uomini. Da questo punto in avanti siamo nel cuore di Anomaly: Warzone Earth, un tower defense molto particolare sviluppato per le piattaforme PC Windows, iPhone e iPad da 11 Bit Studios, nuovo team di sviluppatori nel quale sono affluiti nomi dell'industria con molti anni di attività alle spalle. L'intento del gruppo sembra essere quello di raggruppare tutte le caratteristiche di un tipico tower defence per poi mischiarle tra loro e tentare di uscire con qualcosa di meno scontato.

Comandante con navigatore integrato

Anomaly: Warzone Earth opera un ribaltamento del genere. Questa volta è la CPU a costruire una torre di difesa, presumibilmente nel cuore della cupola che dobbiamo penetrare, disponendo le proprie forze anche lungo le strade cittadine. La planimetria della città è accessibile da una mappa molto luminosa e definita, consultabile in qualunque momento. Saremo quindi a capo di un convoglio di sei unità, ciascuna selezionabile a sua volta tra sei classi diverse. Le unità procedono spontaneamente e fanno fuoco non appena un bersaglio entra nel loro raggio di fuoco. Noi quindi che ci facciamo? Eh, non vi abbiamo ancora parlato del comandante. Intrepido, forse bello, questa è l'unica unità sulla quale abbiamo pieno controllo. Purtroppo è anche quella più indifesa e per questo non può sopravvivere lontano dal resto del convoglio.

Possiede però interessanti abilità di tipo tattico che sono a loro volta cruciali per la sopravvivenza di tutte le altre unità: può riparare infatti i mezzi danneggiati entro una determinata area, lanciare bombe fumogene ad ampio raggio per nascondere gli alleati ai sistemi di puntamento, ordinare raid aerei mirati, curare le truppe ferite, e posizionare finti veicoli per sviare il nemico.
Si tratta di quindi di un vero stratega sul campo, avatar del giocatore nel mondo virtuale. Ogni abilità ha un numero di cariche acquistabili prima di ogni missione, anche se dal cielo piovono rifornimenti ogni volta che facciamo a pezzi un nemico. Attenzione però a non farvi prendere la mano correndo come pazzi per le città, ingordi di ricariche, perché qualcuno potrebbe approfittarne per mettere fuori gioco il comandante. Se la sua energia scene sotto zero infatti, rimarrà fuori gioco per circa sei secondi. Una pessima situazione per il resto del convoglio, specialmente se è già dentro all'anomalia. Infatti il comandante è l'unico che può comunicare i vostri ordini alle unità, dicendo loro dove e quando cambiare strada. Apportare modifiche alla rotta in tempo reale è il compito più delicato, ma anche quello più importante. Cercherete di evitare i nemici o rischierete brutali confronti a fuoco per consentire alle unità di raccogliere succulenti potenziamenti? La scelta spetta a voi, e se siete svenuti, non potrete essere di grande aiuto.

Nell'occhio del ciclone

Tutto avviene sul campo in tempo reale, shopping compreso. In qualunque momento possiamo vendere un veicolo e acquistarne un altro, modificare armamenti e installare potenziamenti, così da reagire alle diverse situazioni che imprevedibili rendono difficile la nostra avanzata. Le cose si mettono però davvero male una volta dentro all'anomalia: lì c'è l'obiettivo da distruggere per concludere la missione con successo, ma di certo non possiamo corrergli incontro sparando con la bava alla bocca.

La CPU infatti, si è messa comoda mentre arrivavamo e ha edificato un sistema di torrette assassine, laser scorticanti e altri diavolerie distruttive. Tutta presa dal suo ruolo di difensore della torre, la CPU è però vulnerabile a una tattica molto umana, quella di prendere il nemico ai fianchi, alle spalle e ovunque questo sembri più vulnerabile.
Perciò gridando ordini come ossessi dovremo adattarci a quello che accade sul campo di battaglia e tentare di buttare giù la torre senza lasciarci le penne. 11 Bit Studios ha annunciato che le missioni saranno 14, non molte ma compensate da un prezzo ragionevole, ancora da specificare. Ci saranno comunque obiettivi diversi per chi volesse rigiocarle e una modalità a tempo che cresce di difficoltà all'infinito. La versione PC sarà disponibile in digital delivery nei prossimi mesi mentre per Xbox Live e PSN ci sarà ancora da aspettare l'annuncio ufficiale, probabilmente legato ai risultati delle altre piattaforme. Sarà invece interessante scoprire come adatteranno i controlli per la versione iPhone e iPad, che con ogni probabilità uscirà in contemporanea a quella PC. Con un motore proprietario e un approccio originale al genere dei tower defence, Anomaly: Warzone Earth potrebbe essere un'altra di quelle chicche che sempre più spesso si trovano pronte per il download a prezzi competitivi: esperienze intense, fresche, e molto divertenti. Ve lo sapremo dire meglio tra qualche mese.

CERTEZZE

  • Potrebbe rivoluzionare un genere ingessato come quello dei tower defence
  • I percorsi alternativi consentono di completare lo stesso livello con strategie diverse

DUBBI

  • Comandare una sola unità potrebbe diventare frustrante
  • Rigiocabile sì, ma con il rischio concreto di annoiarsi